PIAN DI MEZZANO PREMILCUORE 16.04.1944

(Forlì-Cesena - Emilia-Romagna)

PIAN DI MEZZANO PREMILCUORE 16.04.1944

PIAN DI MEZZANO PREMILCUORE 16.04.1944
Descrizione

Località Pian di Mezzano, Premilcuore, Forlì-Cesena, Emilia-Romagna

Data 16 aprile 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Sintoni venne catturato da soldati tedeschi e ucciso nelle vicinanze del podere di Mezzano. Il suo cadavere presentava una ferita al viso provocata forse da un colpo di zappa. Si tratta con ogni probabilità di un partigiano catturato durante il rastrellamento di aprile 1944 sul Monte Falterona, durante il quale gli uomini dell’8ª brigata Garibaldi Romagna cercarono di filtrare tra le maglie dei rastrellatori e di sganciarsi dalla zona. Il corpo di Sintoni fu ritrovato in una fossa.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: punitivo

Annotazioni: Da atto di morte del Comune di Premilcuore Giulio Sintoni risulta morto nel podere Mezzano e non nel podere Valdonetto, pure se il suo nome compare nel monumento per Valdonetto lungo la strada del Rabbi.

Scheda compilata da ROBERTA MIRA
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-10-29 23:51:29

Vittime

Elenco vittime

- Sintoni Giulio, nato a Russi (RA) il 02/04/1925. Riconosciuto partigiano dell’8ª brigata Garibaldi dal 01/01/1944 al 19/04/1944.

Elenco vittime partigiani 1

- Sintoni Giulio

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • monumento a Loc. Valdonetto, Premilcuore (FC), lungo la strada del Rabbi

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Loc. Valdonetto, Premilcuore (FC), lungo la strada del Rabbi

    Descrizione: monumento con i nomi di Ferri, Castellucci, Benassi, Grassi, Piancastelli, Lippi, Rosetti, Pirelli e Sintoni e un ignoto. A parte Sintoni gli altri furono uccisi nel podere Valdonetto (Premilcuore) il 16/04/1944.

Bibliografia


- Vladimiro Flamigni, La “guerra ai civili” nell’Appennino forlivese, in Istituto per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea della provincia di Forlì-Cesena (a cura di), 1944. Stragi naziste e fasciste sull’Appennino tosco-romagnolo, Il Ponte Vecchio, Cesena, 2003, pp. 69-70.

Sitografia


- Istituto per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea della provincia di Forlì-Cesena:
Iniziative, La strage partigiana di Valdonetto
http://www.istorecofc.it/iniziative-doc.asp?pr2_cod=807
http://www.istorecofc.it/amm/img_prodotti/20_all_eccidiovaldonetto2.pdf (Vladimiro Flamigni, Il “grande rastrellamento” dell’aprile 1944 sull’Appennino Tosco-Romagnolo).

- Dipartimento di Storia Culture Civiltà, Database dei partigiani dell’Emilia-Romagna:
http://www.storia-culture-civilta.unibo.it/it/biblioteca/fondi-1/partigiani
(schede relative alla provincia di Ravenna e Forlì, ad nomen).

- Istituto per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea della provincia di Forlì-Cesena, Elenco dei caduti delle formazioni partigiane:
http://www.istorecofc.it/caduti-formazioni-partigiane.asp
(ad nomen).

Fonti archivistiche

Fonti

- AISRFC, Eccidi, b. 3, fasc. 7, sfasc. 3.
- CPI, fasc. 49/15.