CASCINA OTTAVIANI BRESCIA 16.09.1944

(Brescia - Lombardia)

CASCINA OTTAVIANI BRESCIA 16.09.1944

CASCINA OTTAVIANI BRESCIA 16.09.1944
Descrizione

Località Caserma Ottaviani, Brescia, Brescia, Brescia, Lombardia

Data 16 settembre 1944

Matrice strage Nazifascista

Numero vittime 6

Numero vittime uomini 6

Numero vittime uomini adulti 6

Descrizione: Sei partigiani appartenenti alle Fiamme Verdi, precedentemente catturati e rinchiusi nelle carceri di Brescia, vengono prelevati e fucilati il 16 settembre 1944 alla Caserma Ottaviani.

Modalità di uccisione: fucilazione

Violenze connesse: sevizie-torture

Tipo di massacro: punitivo
--> Per saperne di più sulle tipologie

Scheda compilata da LUIGI BORGOMANERI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-05-03 15:08:22

Vittime

Elenco vittime

1. Gian Battista (Titta) Secchi nasce a Bologna nel 1915 trasferendosi con la famiglia a Brescia dove frequenta il collegio “Arici”. Militare a Mantova dopo l’Armistizio si unisce alle formazioni partigiane, divenendo nel 1944 comandante del distaccamento S2della brigata “G. Perlasca” delle Fiamme Verdi. Catturato dai tedeschi il 26 agosto e tradotto nelle carceri di Brescia, è fucilato nella caserma Ottaviani senza processo il 16 settembre 1944 con altre cinque Fiamme verdi. Gli è assegnata la Croce al valor militare alla memoria e una brigata delle Fiamme Verdi prende il suo nome.
2. Pietro Albertini nasce a Gussago (Bs) nel 1926; milita come partigiano nella brigata “Perlasca”. Catturato il 28 agosto 1944 in Valle Sabbia è fucilato, senza processo, il 16 settembre nella caserma Ottaviani.
3. Emilio Bellardini nato a Collio (Bs) nel 1926, di professione minatore, si unisce alle Fiamme Verdi confluendo poi nella brigata “Margheriti”. Catturato il 27 agosto 1944 in prossimità di Collio in Val Trompia,è incarcerato e torturato a Canton Mombello a Brescia, è fucilato senza processo il 16 settembre nella Caserma Ottaviani. Gli viene assegnata la Medaglia di bronzo al valor militare alla memoria.
4. Paolo Maglia nato a Cumignano sul Naviglio (Cr) nel 1922 si arruola in aeronautica; dopo l’8 settembre a Brescia si entra a far parte delle Fiamme Verdi che operano in Valle Sabbia, assumendo il comando del distaccamento S 5. Catturato con Pietro Albertini il 21 agosto 1944 e tradotto in carcere a Brescia; è fucilato senza processo il 16 settembre nel maneggio della caserma Ottaviani.
5. Luigi Ragazzo nato a Borgorizzo (Pd) nel 1921 risiede a Roè Volciano (Bs). Minatore milita nella brigata “Perlasca”. Catturato nei pressi della Corna Blacca e incarcerato a Brescia, il 16 settembre 1944 è fucilato senza processo nella caserma Ottaviani. Ottiene la Medaglia di bronzo al valor militare alla memoria.
6. Santo La Corte nato a Cianciana (Ag) nel 1917 e residente a Calcinato (Bs) dopo l’Armistizio milita nelle formazioni partigiane operanti a Croce di Marone, unendosi poi alle Fiamme Verdi. Ferito il 19 luglio 1944 a Pisogne è tradotto alle carceri di Darfo e poi in quelle di Brescia. Condannato alla pena capitale dal tribunale militare tedesco è fucilato il 16 settembre 1944 alla Caserma Ottaviani. Ottiene la Medaglia d’argento al valor militare alla memoria.

Elenco vittime partigiani 6

Albertini Pietro,
Bellardini Emilio,
La Corte Santo,
Maglia Paolo,
Ragazzo Luigi,
Secchi Gian Battista (Titta)

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a caserma di artiglieria Ottaviani in via Tartaglia, Brescia

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: caserma di artiglieria Ottaviani in via Tartaglia, Brescia

    Descrizione: Lapide nella caserma.

  • onorificenza alla persona a Gian Battista (Titta) Secchi

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Ubicazione: Gian Battista (Titta) Secchi

    Descrizione: Croce al valor militare alla memoria a Gian Battista (Titta) Secchi

  • onorificenza alla persona a Luigi Ragazzo

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Ubicazione: Luigi Ragazzo

    Descrizione: Medaglia di bronzo al valor militare alla memoria a Luigi Ragazzo

  • onorificenza alla persona a Emilio Bellardini

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Ubicazione: Emilio Bellardini

    Descrizione: Medaglia di bronzo al valor militare alla memoria a Emilio Bellardini

  • onorificenza alla persona a Santo La Corte

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Ubicazione: Santo La Corte

    Descrizione: Medaglia d’argento al valor militare alla memoria a Santo La Corte

Bibliografia


Le vie della Libertà. Un percorso della memoria (Brescia 1938-1945), Brescia 2005, pp. 126-128;
Rolando Anni, Dizionario della Resistenza bresciana, vol. 1 A-M, Brescia 2008, pp. 45, 50-51, 218, 225;
Guerino Dalola, Diario della Resistenza bresciana persone, date, luoghi, Rudiano (Bs), 2007

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti