VEZZANO, 30.05.1944

(Reggio Emilia - Emilia-Romagna)

VEZZANO, 30.05.1944

VEZZANO, 30.05.1944
Descrizione

Località Vezzano, Vezzano sul Crostolo, Reggio Emilia, Emilia-Romagna

Data 30 maggio 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: In diverse situazioni sono arrestati: Armando Disteso (carabiniere, accusato di aver avuto rapporti con partigiani per catturare il Comando GNR di Reggio); Natale Romagnoli (catturato con armi); Luigi Lelli (già condannato da Tribunale speciale e accusato di furto). Detenuti nel carcere dei Servi la notte del 30 maggio sono condotti in luoghi diversi e sommariamente uccisi da membri della GNR di Reggio Emilia.
Disteso nei pressi del carcere, Romagnoli a Vezzano s\C. e Lelli fra Villa Cadè e Villa Cella.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: punitivo

Estremi e note penali: CFr. episodio di Reggio nell'Emilia nella stessa data

Scheda compilata da MASSIMO STORCHI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-01-05 10:00:25

Vittime

Elenco vittime

Romagnoli Natale, neto a Bessano (CR), nel 1926

Elenco vittime civili 1

Romagnoli Natale

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


79. legione GNR di Reggio Emilia

Tipo di reparto: Guardia Nazionale Repubblicana

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Sconosciuto Onofaro

    Nome Sconosciuto

    Cognome Onofaro

    Note responsabile L’ordine viene dato dal Comandante GNR col. Onofaro.

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • cippo a Vezzano

    Tipo di memoria: cippo

    Ubicazione: Vezzano

    Anno di realizzazione: 1946

    Descrizione: Per ricordare Natale Romagnoli è stata eretta un cippo a Vezzano s/C. (incrocio via Grandi/via F.lli Rosselli). Trattasi di una colonna in pietra lavorata a cui è fissata una lastra di marmo con fermi metallici ed epigrafe in rilievo. Il cippo è stato ristrutturato negli anni Novanta, il monumento originale venne inaugurato il 23 giugno 1946.

Bibliografia


Mario Frigeri, Il caso Disteso: la mancata rivolta dei carabinieri contro Salò. Rapporto su una ricerca in corso in RS-Ricerche Storiche, n.101, 2006, pag.39-44.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

Corte Assise Straordinaria (CAS) Reggio Emilia in Archivio Stato Reggio Emilia.