Ospedale, Roccapiemonte, 25/9/1943

(Salerno - Campania)

Ospedale, Roccapiemonte, 25/9/1943
Descrizione

Località Ospedale, Roccapiemonte, Salerno, Campania

Data 25 settembre 1943

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime donne 1

Numero vittime donne senza informazioni 1

Descrizione: Il paese di Roccapiemonte ospitava, nei giorni successivi allo sbarco di Salerno, in un ospedale, alcuni feriti alleati, ma era occupato dai tedeschi. Il 25 settembre morì la studentessa Filomena Galdieri, che operava come infermiera volontaria presso l’ospedale “Villa Silvia”. Secondo alcune fonti Galdieri fu uccisa perché sospettata di aver curato militari alleati; secondo la motivazione della medaglia d’argento che fu conferita alla sua memoria, morì invece a causa di un colpo di artiglieria, non si sa se sparato dai tedeschi o dagli Alleati.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: legato al controllo del territorio

Estremi e note penali: Reparto indicato da Carlo Gentile nell’«Elenco atti criminosi in territorio di giurisdizione della Procura Militare della Repubblica di Napoli e perpetratori individuati in base alla documentazione militare tedesca (Bundesarchiv e Deutsche Dienststelle)»

Scheda compilata da Isabella Insolvibile
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-10-24 07:01:32

Vittime

Elenco vittime

Galdieri Filomena

Elenco vittime civili 1

Galdieri Filomena

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Fallschirm-Panzer-Division “Hermann Goring“

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Luftwaffe

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • onorificenza alla persona a

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Descrizione: La motivazione della medaglia d’argento al valor militare conferita alla memoria di Filomena Galdieri è la seguente: “Spinta da sentimenti altruistici, si offrì quale infermiera volontaria presso l’ospedale civile per assistere e medicare numerosi feriti

Bibliografia


De Antonellis, Giacomo, Napoli sotto il regime, Milano, Coop. Ed. Donati, 1972;
Baldi, Ubaldo, Prima che altro silenzio entri negli occhi. Storie di Salernitani dall’Antifascismo alla Resistenza: Perseguitati, Partigiani, Ribelli e Combattenti per la Liberazione, Quaderni dell’Istituto Galante Oliva, n. 1, aprile 2010;
Masullo,Tonino, Antifascismo, Resistenza e Guerra di Liberazione. Il contributo del Salernitano, Salerno, InterPress, 1999

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

Carlo Gentile, «Elenco atti criminosi in territorio di giurisdizione della Procura Militare della Repubblica di Napoli e perpetratori individuati in base alla documentazione militare tedesca (Bundesarchiv e Deutsche Dienststelle)» (per gentile concessione dell’autore)