Notice: Undefined index: Operating System in /web/htdocs/www.straginazifasciste.it/home/cas/wp-content/plugins/dba/includes/class/plugin_class.php on line 3541 Corti d'Assise Straordinarie |

Come funziona

Il database è consultabile in quattro modalità distinte:
  • la prima, denominata PROCEDIMENTI, raccoglie i dati identificativi e le informazioni ricavabili sull’autorità giudicante, la composizione del collegio (magistrati di merito e giudici popolari), il pm e le parti lese, queste ultime filtrabili per nome attraverso il campo di ricerca libera, ma anche per numero, genere (uomo o donna) e status (civili, partigiani, religiosi, ecc.);
  • la seconda, denominata FATTI CONTESTATI, riguarda i reati di cui sono stati accusati gli imputati, ricercabili attraverso data, luogo, tipologia e descrizione sintetica;
  • la terza, denominata IMPUTATI, permette di filtrare ogni accusato in procedimento sulla base dei dati anagrafici personali (generalità, età al momento dei fatti), iscrizioni o incarichi nel PNF e nel PFR, status occupazionale[1], status militare e politico con segnalazione di eventuali ruoli/incarichi ricoperti in istituzioni e apparati della RS1 o presso comandi tedeschi (con specifica segnalazione in caso di Ministri/sottosegretarii RSI, Capi provincia, Segretari federali PFR, membri Tribunali speciali RSI, ma anche traduttori e interpreti alle dipendenze delle autorità occupanti).
  • la quarta modalità, denominata RICERCA AVANZATA, unisce la prima e la terza, aggiungendo i dati che associano gli imputati ai processi: in essa sono comprese quindi le informazioni inerenti alla notizia di reato (tipo di denuncia e natura del soggetto denunciante), alle imputazioni, alla posizione processuale, all’esito del procedimento di primo grado (con segnalazione dell’eventuale applicazione del provvedimento di amnistia), alle successive impugnazioni e sentenze di secondo grado con l’indicazione di eventuali annullamenti e rinvii a giudizio e all’esecuzione delle pene relative ad ogni imputato chiamato a comparire in aula.

Il progetto

Lo sviluppo del progetto di ricerca ‘Per un Atlante delle stragi naziste e fasciste in Italia’ (www.straginazifasciste.it) ha posto in evidenza l’importanza dei processi per la punizione dei delitti fascisti dibattuti tra il 1945 e il 1947 quale fonte per studiare il collaborazionismo e le violenze di guerra riconducibili alla RSI. In particolare le sentenze e la documentazione giudiziaria delle Corti d’Assise Straordinarie (CAS) e delle Sezioni speciali di Corte d’Assise si sono rivelate determinanti per la ricostruzione fattuale dei crimini del fascismo repubblicano e l’analisi della loro rappresentazione pubblica nell’immediato dopoguerra. […]
Ai ricercatori coinvolti è stato affidato il compito di sviluppare indagini originali sull’attività giudiziaria di Corti sia straordinarie che ordinarie competenti per i reati di collaborazionismo in una determinata macro-area e non ancora oggetto di specifici studi, a partire dalla definizione di un censimento quantitativo-statistico dei procedimenti dibattuti definito attraverso una scheda di rilevamento unitaria.
Strumento d’analisi omogeneo attraverso cui delineare, da un lato, un quadro complessivo dell’azione giudiziaria intrapresa contro l’ex nemico fascista a livello nazionale; dall’altro, individuare specificità territoriali della ‘punizione legale’ e procedimenti di particolare rilievo.

Un progetto di

logoorizzogrande copia

Istituto Nazionale Ferruccio Parri (ex Insmli)

Via Federico Confalonieri, 14 – 20124 Milano
Tel. 02.66823204 – Fax 0266101600
E-mail: segreteria@insmli.it

Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (Anpi)

Via degli Scipioni 271 – 00192 Roma
Tel. 063212345 – Fax 063218495
E-mail: info@anpi.it

La ricerca sui partigiani inermi e il progetto di censimento delle Corti d’assise straordinarie sono state realizzate con il contributo di

Ovale_Presidenza_Consiglio-300x239output_immagine