SAVORGNANO DEL TORRE, POVOLETTO, 11.09.1944

(Udine - Friuli-Venezia Giulia)

SAVORGNANO DEL TORRE, POVOLETTO, 11.09.1944

SAVORGNANO DEL TORRE, POVOLETTO, 11.09.1944
Descrizione

Località Savorgnano del Torre, Povoletto, Udine, Friuli-Venezia Giulia

Data 11 settembre 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 5

Numero vittime uomini 3

Numero vittime uomini ragazzi 1

Numero vittime uomini adulti 2

Numero vittime donne 2

Numero vittime donne adulte 1

Numero vittime donne anziane 1

Descrizione: L’11 settembre 1944, forse come azione di rappresaglia per l’attacco partigiano di Povoletto del 5 settembre 1944 che contribuì al consolidamento della Zona libera del Friuli orientale, alle primo ore del giorno una compagnia di soldati tedeschi composta da oltre un centinaio di soldati, dopo aver bombardato a distanza il paese di Savorgnano al Torre e le colline sovrastanti, circondò l’abitato. Poi i militari penetrarono in paese; un gruppo di soldati entrò nel cortile della canonica e, da un portone sparò sopra alcune persone che in quel momento uscivano dalla piccola cappella posta nella struttura dell’Asilo annesso alla Canonica, dove avevano ascoltato la Messa.
Quanti erano rimasti in chiesa si rifugiarono con il parroco, il cappellano e alcune suore, nel vicino corridoio e qui vennero raggiunti da alcune raffiche di fucile e da bombe a mano lanciate dai soldati tedeschi che si erano posti a pochi metri dalla porta del corridoio. In queste fasi venne ucciso Giuseppe Martinis di soli 14 anni che aveva servito la messa. Durante l'operazione alcuni abitanti del luogo vennero feriti gravemente, altri in modo più lieve; tra le persone ferite le fonti attestano questi nominativi senza però fornire ulteriori informazioni: i Bazzaro Eleonora di 46 anni, Martinis Olivo di 14 anni; Martinis Luigi di 51 anni, Venuti Erminia di 59 anni.
Entrati nella cappella i soldati fecero esplodere una bomba che uccise Antonio Jacob di 53 anni; altri soldati, aggirando l’asilo, uccisero con due fucilate Anna Sich e ferirono Erminia Venuti; nello stesso luogo freddarono Maria Sudaro mentre usciva in cortile. Infine uccisero Giovanni Saccavino mentre era gli veniva richiesto di esibire i propri documenti.
Nel corso dell’attacco furono incendiate alcune case e stalle e vennero asportati animali e viveri.
Se questa ricostruzione dei fatti è suggerita dalle fonti ecclesiastiche, in altri testi si parla, senza però specificare la dinamica dell’episodio, di uno scontro tra forze partigiane e tedesche.

Modalità di uccisione: fucilazione

Violenze connesse: furto e-o saccheggio,incendio di abitazione

Tipo di massacro: rappresaglia

Estremi e note penali: nessun procedimento noto

Annotazioni: Si registrano pochissime informazioni e fonti archivistiche e bibliografiche sull’episodio. La cronaca degli eventi è stata ricostruita quasi integralmente facendo riferimento alle sole annotazioni redatta dal sacerdote.

Scheda compilata da FABIO VERARDO
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-10-26 15:25:52

Vittime

Elenco vittime

Jacob Antonio, di Giuseppe e Cossettini Maria. Nato il 14/1/1891. Nato e residente a Povoletto, celibe. Professione agricoltore. Civile.
Martinis Giuseppe, di Carlo e Blasizzo Ernesta. Nato il 19/3/1931. Nato a Povoletto e residente a Savorgano del Torre, celibe. Professione studente.
Saccavino Giovanni, di Nicolò e Cossettini Giuditta. Nato il 30/7/1899. Nato e residente a Povoletto, coniugato. Professione muratore. Civile. Salma tumulata a Savorgnano del Torre.
Sich Anna Luigia, di Luigi e Mussio Antonia. Nata il 1/3/1885. Nata a Casarsa e residente a Povoletto, coniugata. Professione casalinga. Civile.
Sudaro Maria, di Giuseppe e Giorgiutti Teresa. Nata il --/--/1857. Nata a Povoletto e residente a Savorgnano del Torre, coniugata. Professione casalinga. Civile.

Elenco vittime civili 5

Jacob Antonio,
Martinis Giuseppe,
Saccavino Giovanni,
Sich Anna Luigia,
Sudaro Maria

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


Girolamo G. Corbanese – Aldo Mansutti, Zona di Operazioni del Litorale Adriatico. Udine – Gorizia – Trieste – Fiume – Pola – Lubiana. Settembre 1943 – maggio 1945. I Protagonisti, Aviani & Aviani, Udine 2009.
Stefano Di Giusto, Operationszone Adriatisches Küsterland. Udine, Gorizia, Trieste, Pola, Fiume e Lubiana durante l’occupazione tedesca 1943- 1945, Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione, Udine 2005.
Giorgio Liuzzi, Violenza e repressione nazista nel Litorale Adriatico (1943-1945), Istituto Regionale per la Storia del Movimento di Liberazione per il Friuli Venezia-Giulia, Trieste 2015.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

Archivio Osoppo della Resistenza in Friuli, busta P 2, fascicolo 46, Povoletto.