GARESSIO, 13-27.03.1944

(Cuneo - Piemonte)

Episodio di riferimento: Rastrellamento Valle Tanaro

GARESSIO, 13-27.03.1944

GARESSIO, 13-27.03.1944
Descrizione

Località Garessio, Garessio, Cuneo, Piemonte

Data 13 marzo 1944 - 27 marzo 1944

Matrice strage Nazifascista

Numero vittime 14

Numero vittime uomini 13

Numero vittime uomini ragazzi 2

Numero vittime uomini adulti 10

Numero vittime uomini anziani 1

Numero vittime donne 1

Numero vittime donne adulte 1

Descrizione: Tra il 13 e il 27 marzo avviene il grande rastrellamento che coinvolge i partigiani, comandati da Enrico Martini “Mauri”, delle formazioni militari autonome delle valli Corsaglia, Maudagna, Casotto, Mongia e Tanaro, ma le fucilazioni dei catturati proseguono a Ceva fino al 5 aprile e alcune centinaia subiranno la deportazione. L’azione è preparata fin dall’11 marzo e coinvolge l’area: Pieve di Teco, Nava, Val Tanaro , valle Mongia, Valle Casotto, Valle Maudagna, Valle Corsaglia e Ellero

Modalità di uccisione: INDEFINITA

Violenze connesse: deportazione della popolazione,furto e-o saccheggio

Tipo di massacro: rastrellamento

Annotazioni: Non è chiaro quali vittime sono morte in combattimento e quali uccise mentre erano inermi

REPARTI COINVOLTI NEL RASTRELLAMENTO

Comando 75. Armeekorps/356. Infanterie-Division
Truppe
356. Infanterie-Division:Alarmeinheiten;
Grenadier-Regiment 871 (parti); Grenadier-Regiment 869 (parti);
Panzer-Jäger-Abteilung 356; 1./Pionier-Bataillon 356;
Nachrichten-Abteilung 356 (parti);
2. Polizei-Freiwilligen-Ersatz-Festungs-Bataillon Italien (mondovì).

GNR Imperia, Compagnia OP; reparti del ital. Küsten-Festungs-Bataillon 1 e ital. Küsten-Featungs-Bataillon 2 (bersaglieri RSI)

Scheda compilata da MICHELE CALANDRI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-12-11 01:03:21

Vittime

Elenco vittime

Biraudo Bartolomeo, nato 1924, residente Mondovì, morto Garessio (CN)15/03/1944;
Canavese Maria, nata Pamparato (CN) 06/04/1907, residente Garessio, casalinga, morta Garessio 15/03/1944;
Dattero Pietro, nato Pamparato (CN) 25/04/1924, residente Garessio (CN), contadino, morto Garessio per ferite 27/03/1944, IV Divisione Autonoma, 13ª brigata “Valle Tanaro”;
Edace Vittore, nato Cuneo 08/05/1929, residente Garessio (CN),contadino, ucciso Garessio 16/03/1944, Formazioni Autonome, IV Divisione, 13ª brigata “Valle Tanaro”;
Fubini Umberto, nato Casale Monferrato (AL) 29/02/1896, residente Milano, ucciso Garessio (CN) 16/03/1944, Formazioni Autonome, “FAM Valcasotto”;
Giannini Vito, nato Navafeltria (PS) 02/11/1925, residente Genova, panettiere, ucciso Garessio (CN) 16/03/1944, Formazioni Autonome, “FAM Valcasotto”;
Randazzo Pietro, nato Ceva (CN) 01/02/1885, residente Ceva, tipografo, morto Garessio (CN) 13/03/1944;
Ravotto Attilio, nato Garessio (CN) 01/10/1925, residente Garessio, contadino, ucciso Garessio 16/03/1944, IV Divisione Autonoma, 13ª brigata “Valle Tanaro”;
Ravotto Mario, nato Garessio (CN) 23/05/1930, residente Garessio, studente, ucciso Garessio 17/03/1944, IV Divisione Autonoma, 13ª brigata “Valle Tanaro”;
Ravotto Giovanni, nato Garessio (CN) 23/12/1901, residente Garessio, contadino, ucciso Garessio 16/03/1944, IV Divisione Autonoma, 13ª brigata “Vale Tanaro”;
Rizzo Franco, nato Dego (SV) 31/07/1924, residente Dego, ucciso Garessio (CN) 16/03/1944, Formazioni Autonome, “FAM Valcasotto”;
Rubaldo Antonio, nato Garessio (CN) 09/10/1906, residente Garessio, contadino, ucciso Garessio 16/03/1944, IV Divisione Autonoma, 13ª brigata “Valle Tanaro”;
Sereno Pietro, nato Garessio (CN) 06/09/1900, residente Garessio, contadino, ucciso Garessio 16/03/1944, IV Divisione Autonoma, 13ª brigata “Valle Tanaro”;
Sereno Secondo, nato Garessio (CN) 26/09/1898, residente Garessio, contadino, ucciso Garessio 16/03/1944, IV Divisione Autonoma, 13ª brigata “Valle Tanaro”

Elenco vittime civili 3

Biraudo Bartolomeo,
Canavese Maria,
Randazzo Pietro

Elenco vittime partigiani 11

Dattero Pietro,
Edace Vittore
Fubini Umberto
Giannini Vito,
Ravotto Attilio,
Ravotto Mario,
Ravotto Giovanni,
Rizzo Franco,
Rubaldo Antonio,
Sereno Pietro,
Sereno Secondo,

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Wehrmacht reparto non precisato

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Heer Wehrmacht

Polizei reparto non precisato

Tipo di reparto: Polizei

Compagnia Ordine Pubblico/GNR, distaccamento di Imperia

Tipo di reparto: Guardia Nazionale Repubblicana

Reparto di bersaglieri non precisato

Tipo di reparto: Esercito

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • onorificenza alla città a Garessio

    Tipo di memoria: onorificenza alla città

    Ubicazione: Garessio

    Descrizione: Medaglia di Bronzo al V.M. alla città di Garessio

  • monumento a Bastia, frazione San Bernardo

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Bastia, frazione San Bernardo

    Descrizione: sacrario a San Bernardo di Bastia (CN) per tutte le vittime delle Formazioni Autonome comandate da Enrico Martini “Mauri”, promosso da ente pubblico e associazione;

Bibliografia


Guido Argenta, Nicola Rolla, Le due guerre 1940-1943, 1943-1945. Censimento “cippi e lapidi” in provincia di Cuneo, Istituto storico della Resistenza in provincia di Cuneo, Cuneo, 1985,
Michele Calandri (a cura di), Vite spezzate. I 15510 morti nella guerra 1940-45. Un censimento in provincia di Cuneo, Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Cuneo, Cuneo, 2007 (seconda edizione),
Carlo Gentile, L’offensiva antipartigiana della primavera 1944 e Piermario Bologna-Marco Ruzzi, La battaglia di Val Casotto (13-17 marzo 1944), in «Il presente e la storia», n°60, dicembre 2001, pp. 149-186

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

Registro Atti di Morte di Garessio