Piazza della Chiesa, Vallemosso, 23.12.1943

(Biella - Piemonte)

Piazza della Chiesa, Vallemosso, 23.12.1943

Piazza della Chiesa, Vallemosso, 23.12.1943
Descrizione

Località Piazza della Chiesa, Valle Mosso, Biella, Piemonte

Data 23 dicembre 1943

Matrice strage Fascista

Numero vittime 3

Numero vittime uomini 3

Numero vittime uomini adulti 3

Descrizione: Dopo le azioni a Borgosesia, Crevacuore e Cossato, il battaglione Gnr, rinforzato da militari tedeschi, il 23 dicembre raggiunge Vallemosso, nella valle dello Strona, dove il 20 dicembre c’era stato uno sciopero imponenente. I nazifascisti entrano in paese sparando a vista e rastrellando le case del centro: trascinano nella piazza parrocchiale tutti quelli che trovano, tra cui anche alcuni industriali e mettono al muro i tre civili, scelti a caso fra i presenti. I nazifascisti, dopo aver abbandonato il paese, mettono a ferro e fuoco la frazione Crocemosso compiendo saccheggi.

Modalità di uccisione: fucilazione

Violenze connesse: furto e-o saccheggio,incendio di abitazione

Trattamento dei cadaveri: Esposizione dei cadaveri

Tipo di massacro: rastrellamento
--> Per saperne di più sulle tipologie

Scheda compilata da Enrico Pagano
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-03-30 20:28:30

Vittime

Elenco vittime

Camozza Gino, nato a Monselice (Pd) il 17.12.1924,
Lanzone Ugo, nato a Crocemosso, frazione di Vallemosso (Bi), il 06.07.1903
Panichi Francesco, nato a Sansepolcro (Ar) il 08.07.1916, residente a Vallemosso (Bi),

Elenco vittime civili 3

Camozza Gino
Lanzone Ugo,
Panichi Francesco

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


63. battaglione M “Tagliamento”

Tipo di reparto: Guardia Nazionale Repubblicana

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Valle Mosso, cimitero

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Valle Mosso, cimitero

    Descrizione: lapide “Vallemosso ai suoi caduti per la libertà 1943-1945”, presso cimitero comunale

Bibliografia


Claudio Dellavalle, Operai, industriali e partito comunista nel Biellese 1940-1945, Feltrinelli, Milano, 1978, p. 99
Anello Poma, Gianni Perona, La Resistenza nel Biellese, Guanda, Parma, 1972, p. 100
Guido Quazza, La Resistenza italiana. Appunti e documenti . Un diario partigiano, Giappicchelli, Torino, 1966, p. 157
Pietro Secchia, Cino Moscatelli, Il Monte Rosa è sceso a Milano. La Resistenza nel Biellese, nella Valsesia e nella Valdossola, Einaudi, Torino, 1958, p. 115
Luigi Moranino, Il primo inverno dei partigiani biellesi, Isrsc Bi-Vc/Anpi Cossato-Valle Strona, Borgosesia, 1994, p. 15
Il combattente, in “L’Impegno”, n. 0, aprile 1981
Piero Ambrosio, Dicembre 1943: iniziano le azioni contro i “ribelli”, in “l'impegno”, n. 4, dicembre 1983
“L’informatore alpino”, n. 11, 30/12/1943

Sitografia


https://picasaweb.google.com/gualaluciano/BIELLESERIBELLE#5437079441978659698

Fonti archivistiche

Fonti

Archivio Centrale dello Stato, MI, DGPS, AGR, RSI, 1943-45, Cat. Movimento Sovversivo, b. 8, f. Vercelli. Situazione politica ed economica 70/1
Archivio Centrale dello Stato, MI, DGPS, AGR, RSI, 1943-45, Cat. Movimento Sovversivo, b. 8