Marino del Tronto, Ascoli Piceno, 06.06.1944

(Ascoli Piceno - Marche)

Marino del Tronto, Ascoli Piceno, 06.06.1944

Marino del Tronto, Ascoli Piceno, 06.06.1944
Descrizione

Località Marino del Tronto, Ascoli Piceno, Ascoli Piceno, Marche

Data 6 giugno 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Descrizione: Baccari e Simonetti furono fucilati il 6 giugno 1944. Erano stati catturati per ragioni differenti. Simonetti collaborava alla “rat-line”, aveva attraversato il fronte ed era uno dei partigiani della banda Stipa. Baccari era invece un anziano antifascista di idee anarchiche che fu arrestato il 1 maggio 1944 ad Ascoli nell’osteria “Tre stalle” su indicazione di un fascista ascolano, Adriano Menghi, con l’accusa di essere un collaboratore dei patrioti. I due furono dapprima rinchiusi nel Forte Malatesta, ma vennero ripetutamente condotti presso “villa Triste”, luogo di tortura attrezzato dai nazifascisti a Marino del Tronto. Dopo l’ennesimo interrogatorio, il 6 giugno furono uccisi da militi del battaglione M “IX Settembre” in una località non molto distante dalla villa.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: punitivo

Scheda compilata da Chiara Donati
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-08-01 10:24:35

Vittime

Elenco vittime

Baccari Ottavio, n. a Amatrice 1894, paternità Tito, antifascista, qualifica Partigiano caduto, 87° settore adriatico (20/09/1943 – 06/06/1944), riconosciutagli il 21/12/1946 ad Ascoli Piceno.

Simonetti Fausto, n. 20/02/1921 a Venarotta, paternità Antonio, residente a Palmiano, qualifica partigiano caduto, grado Comandante brigata – Capitano, banda Stipa (13/09/1943 -06/06/1944), riconosciutagli il 20/02/1946 ad Ancona. Si era arruolato nel 1939 in Aeronautica come aiutante sanitario, durante la guerra fu mobilitato sul Fronte occidentale e in Libia. Una volta rientrato in Italia nel febbraio del 1943, al momento dell\'armistizio si trovava con il suo reparto in provincia di Foggia. Fece ritorno ad Ascoli ed entrò nella Resistenza. Prese parte ai combattimenti di Colle San Marco e poi si occupò di curare il collegamento del Comando dell\'VIII Armata alleata con le basi delle Marche e dell\'Abruzzo.

Elenco vittime partigiani 1

Simonetti Fausto

Elenco vittime antifasciste 1

Baccari Ottavio

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Battaglione M- IX Settembre

Tipo di reparto: Reparto speciale

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • Hier klicken, um mehr zu erfahren

    Tipo di memoria: cippo

    Ubicazione: Marino del Tronto, luogo dell\'esecuzione

  • cippo a Palmiano

    Tipo di memoria: cippo

    Ubicazione: Palmiano

    Descrizione: In ricordo di Fausto Simonetti è stato posto a Palmiano un cippo a margine della lapide che ricorda gli eroi della città, caduti in guerra con su l’iscrizione commemorativa che recita \"Brigata Partigiana Picena. Per il riscatto della perduta libertà di t

  • luogo della memoria a Porto San Giorgio

    Tipo di memoria: luogo della memoria

    Ubicazione: Porto San Giorgio

    Descrizione: A Fausto Simonetti sono state intitolate una strada di Porto San Giorgio

  • luogo della memoria a Ascoli Piceno

    Tipo di memoria: luogo della memoria

    Ubicazione: Ascoli Piceno

    Descrizione: A Fausto Simonetti sono state intitolate una piazza di Ascoli Piceno

  • onorificenza alla persona a

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Descrizione: A Fausto Simonetti è stata concessa la Medaglia d’oro al valor militare con la seguente motivazione: “Comandante di formazione partigiana, durante i duri combattimenti di Colle San Marco contro preponderanti forze nemiche, dava ripetute prove di coraggio

  • commemorazione a

    Tipo di memoria: commemorazione

    Descrizione: Nel corso degli anni sono state celebrate numerose commemorazioni in ricordo dei due partigiani.

Bibliografia


Secondo Balena, Bandenkrieg nel Piceno: settembre '43-giugno '44, Tipo-lito G. Cesari, Ascoli Piceno 1976.
Ruggero Giacomini, Ribelli e partigiani. La Resistenza nelle Marche 1943-1944, Affinità elettive, Ancona 2008.

Sitografia


www.storiamarche900.it/main?p=storia_territorio_ascolipiceno

Fonti archivistiche

Fonti

ACS, Fondo Ricompart - Ufficio per il servizio riconoscimento qualifiche e per le ricompense ai partigiani, Marche, schedario e pratica
n. 278 (Simonetti Fausto), trasmessa al Distretto militare di Ascoli Piceno il 05/11/1959;
n. 20210 (Baccari Ottavio).