MOMBALDONE, 22.12.1944

(Asti - Piemonte)

MOMBALDONE, 22.12.1944

MOMBALDONE, 22.12.1944
Descrizione

Località Mombaldone, Mombaldone, Asti, Piemonte

Data 22 dicembre 1944 - 22 dicembre 9144

Matrice strage Nazifascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Ai primi di dicembre 1944, la controffensiva salodiana e tedesca si concentra sulla parte meridionale della provincia di asti. Tra la fine di ottobre ed i primi di novembre, in diverse occasioni, reparti fascisti provenienti da Alessandria hanno effettuato attacchi isolati contro la zona del Nicese, liberata e controllata dai partigiani, ma sono stati respinti. L’attacco all’Astigiano meridionale del dicembre è organizzato in modo accurato e meticoloso, ma senza la diretta partecipazione dei comandi e dei reparti locali Nel corso dell’operazione Koblenz-Süd, che scatta il 2 dicembre, paesi, piccole frazioni, cascine isolate, boschi, strade di campagna e piccole vallate laterali dell’Alto Monferrato e delle Langhe vengono passati al pettine da 2.382 uomini di truppa agli ordini di 136 ufficiali, in gran parte appartenenti a reparti fascisti specializzati nella lotta antipartigiana e considerati dai tedeschi tra i pochi reparti repubblicani affidabili. Si tratta di un’operazione che dura tre settimane, condotta in grande stile e con massiccio impiego di mezzi e uomini, non produce però i risultati sperati dai nazifascisti. I partigiani si sbandano, ma non vengono annientati. Molti sono presi, altri si consegnano, ma la maggior parte riesce a nascondersi nelle cascine, nelle tane, nei pozzi, nei casotti delle vigne innevate e nei boschi. Il loro legame con la popolazione, sia pure complesso e per molti versi contraddittorio, regge, nonostante in alcuni casi il ritorno dei fascisti nei paesi sia esplicitamente accolto con favore.
A Mombaldone viene fucilato un partigiano

Modalità di uccisione: fucilazione

Violenze connesse: deportazione della popolazione,furto e-o saccheggio

Tipo di massacro: rastrellamento

Annotazioni: Altri reparti responsabili:
Scuole allievi ufficiali di Alessandria,Tortona e Novi Ligure
Reparto corazzato Leonessa

Collegato agli episodi di Rocca d’Arazzo, Mombercelli, Sessame, Loazzolo, Calosso, Costigliole, Mombaldone

Scheda compilata da MARIO RENOSIO
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-03-25 23:06:23

Vittime

Elenco vittime

Ragusa Rosario, n. a Campobello di Licata (AG) nel 1914, fucilato a Mombaldone (AT) il 22/12/1944, partigiano della divisione autonoma “Fumagalli”, delibera 16455

Elenco vittime partigiani 1

Ragusa Rosario

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


SS-Polizei-Regiment 15

Tipo di reparto: Polizei
Appartenenza: Ordnungspolizei

162. Turkistan-Infanterie-Division

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Heer Wehrmacht

Flak reparto non precisato

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Luftwaffe

GNR di Torino

Tipo di reparto: Guardia Nazionale Repubblicana

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • luogo della memoria a Vinchio

    Tipo di memoria: luogo della memoria

    Ubicazione: Vinchio

    Descrizione: Casa della memoria della Resistenza e delle deportazione politica di Vinchio

Bibliografia


Luigi Carimando, Mario Renosio, La guerra tra le case. 2 dicembre 1944, L’Arciere, Cuneo, 1988
Davide Lajolo, A conquistare la rossa primavera, Rizzoli, Milano, 1975, pp. 176-208
Nicoletta Fasano, Mario Renosio, Un’altra storia. La Rsi nell’Astigiano tra guerra civile e mancata epurazione, Israt, Asti, 2015, pp. 195-216
Nicoletta Fasano, Mario Renosio, Dare un volto alla memoria, «Asti contemporanea», n. 5, 1997, pp. 8-157.
Mario Renosio, Colline partigiane. Resistenza e comunità contadina nell’Astigiano, Franco Angeli, Milano, 1994, pp. 205-220
Mario Renosio (a cura di), Vittime di guerra. I caduti astigiani nella seconda guerra mondiale, Israt, Asti, 2008

Sitografia


Censimento caduti, in www.israt.it
Censimento monumenti e lapidi, in www.israt.it

Fonti archivistiche

Fonti

Archivio Israt: fondo Doglione; fondo Anpi; fondo Rsi; fondo Brigate Garibaldi