Pieve, Bistagno, 31.01.1945

(Alessandria - Piemonte)

Pieve, Bistagno, 31.01.1945

Pieve, Bistagno, 31.01.1945
Descrizione

Località Pieve, Bistagno, Alessandria, Piemonte

Data 31 gennaio 1945

Matrice strage Fascista

Numero vittime 3

Numero vittime uomini 3

Numero vittime uomini adulti 3

Descrizione: Nei mesi di novembre e dicembre 1944 e di gennaio 1945, l'Alto Monferrato e le Langhe sono attraversati da duri rastrellamenti nazisti e fascisti, che portano al momentaneo sbandamento delle formazioni partigiane operanti in zona. Il 26 gennaio alcuni militi del III Reparto Esplorante della San Marco sorprendono nella sua casa di Sessame un alpino ventiduenne sbandato, Egidio Carena, e lo portano nella sede del distaccamento di Bistagno. Il fratello del fermato, Carlo, di tre anni più anziano, è un partigiano della IX divisione Garibaldi; il giorno 30, insieme all'amico Attilio Minardi, scende in valle Bormida di Millesimo per cercare di catturare un milite ed organizzare lo scambio. I due vengono però fermati nei pressi di Loazzolo dagli uomini della San Marco. I due prigionieri vengono derubati dei soldi che portano con sé e ripetutamente percossi durante gli interrogatori; verso le ore 17 del 31 gennaio, i due fratelli Carena e Minardi vengono portati in regione Pieve di Bistagno, nei pressi del cimitero e fucilati. Giunto sul posto dopo l’esecuzione, il prete di Bistagno, don Formica, lamenta di non essere stato chiamato per portare ai condannati i conforti religiosi. Tutte le vittime ottengono il riconoscimento di partigiano caduto.

Modalità di uccisione: fucilazione,uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: punitivo (indefinita fino al 2017-03-20)

Estremi e note penali: Processati presso la Csa di Asti. Il 31.10.1946 Manfredini è condannato a morte, Luini a 30 anni, Pasquini a 18; la condanna a morte non viene eseguita, tutte le pene vengono significativamente ridotte in diversi procedimenti successivi dalla Cassazione, dalla Corte d'Appello di Torino e dal Tribunale di Asti.

Scheda compilata da Mario Renosio
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2017-03-20 17:33:22

Vittime

Elenco vittime

1. Carlo Carena, nato a Sessame (AT) il 14.02.1919, contadino. Fucilato in località Pieve di Bistagno il 31.01.1945. Partigiano della IX Div Garibaldi A. Imerito, 101^ Brg Bona.
2. Egidio Carena, nato a Sessame (AT) il 4.05.1923, contadino. Fucilato in località Pieve di Bistagno il 31.01.1945. Partigiano della IX Div Garibaldi A. Imerito, 101^ Brg Bona.
3. Attilio Minardi, nato a Rocchetta Belbo (CN) il 27.04.1924, residente a Sessame. Fucilato in località Pieve di Bistagno il 31.01.1945. Partigiano della I Div Autonoma Langhe.

Elenco vittime partigiani 3

Carlo Carena,
Egidio Carena,
Attilio Minardi,

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Augusto Luini

    Nome Augusto

    Cognome Luini

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Tenente

    Note procedimento Processati presso la Csa di Asti. Il 31.10.1946 Manfredini è condannato a morte, Luini a 30 anni, Pasquini a 18; la condanna a morte non viene eseguita, tutte le pene vengono significativamente ridotte in diversi procedimenti successivi dalla Cassazione, dalla Corte d\'Appello di Torino e dal Tribunale di Asti.

    Tipo di reparto fascista Esercito

    Nome del reparto 3. Gruppo esplorante/3. Divisione fanteria di marina “San Marco”

  • Bruno Pasquini

    Nome Bruno

    Cognome Pasquini

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile tenente

    Note procedimento Processati presso la Csa di Asti. Il 31.10.1946 Manfredini è condannato a morte, Luini a 30 anni, Pasquini a 18; la condanna a morte non viene eseguita, tutte le pene vengono significativamente ridotte in diversi procedimenti successivi dalla Cassazione, dalla Corte d\'Appello di Torino e dal Tribunale di Asti.

    Tipo di reparto fascista Esercito

    Nome del reparto 3. Gruppo esplorante/3. Divisione fanteria di marina “San Marco”

  • Enrico Manfredini

    Nome Enrico

    Cognome Manfredini

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile sergente maggiore

    Note procedimento Processati presso la Csa di Asti. Il 31.10.1946 Manfredini è condannato a morte, Luini a 30 anni, Pasquini a 18; la condanna a morte non viene eseguita, tutte le pene vengono significativamente ridotte in diversi procedimenti successivi dalla Cassazione, dalla Corte d\'Appello di Torino e dal Tribunale di Asti.

    Tipo di reparto fascista Esercito

    Nome del reparto 3. Gruppo esplorante/3. Divisione fanteria di marina “San Marco”

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • cippo a Bistagno

    Tipo di memoria: cippo

    Ubicazione: Bistagno

  • lapide a Pieve di Bistagno

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Pieve di Bistagno

    Descrizione: Lapide in località Pieve di Bistagno

Immagini delle memorie di pietra
Bibliografia


N.Fasano, M. Renosio, Un'altra storia. La Rsi nell'Astigiano tra guerra civile e mancata epurazione, Israt, Asti, 2015.
M. Renosio, Colline partigiane. Resistenza e comunità contadina nell’Astigiano, Franco Angeli, Milano, 1994, pp. 221-227
M. Renosio (a cura di), Vittime di guerra. I caduti astigiani nella seconda guerra mondiale, Israt, Asti, 2008
N. Fasano, M. Renosio, Dare un volto alla memoria, «Asti contemporanea», n. 5, 1997, pp. 8-157.

Sitografia


Censimento caduti, in www.israt.it
Censimento monumenti e lapidi, in www.israt.it

Fonti archivistiche

Fonti

Archivio Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell’Esercito, N 1/11, b. 2131
Archivio Israt: fondo Anpi