Cherasco, 21.10.1944

(Cuneo - Piemonte)

Cherasco, 21.10.1944

Cherasco, 21.10.1944
Descrizione

Località Regione S. Lucia (cimitero), Cherasco, Cuneo, Piemonte

Data 21 ottobre 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Nella notte fra il 20 e il 21 ottobre 1944 per un sabotaggio partigiano crolla la prima arcata del ponte sullo Stura che collega Cherasco a Bra. Il colonnello tedesco Neufellner fra la ventina di ostaggi da giorni detenuti nei locali della filanda Chicco presceglie Ottavio Ferraretto, individuato forse come antifascista: dirigente dell’Azione cattolica e della rinata Dc, aveva dopo l’8 settembre 1943 lasciato Rapallo, dove era nel mirino dei fascisti per aver guidato il corteo del 26 luglio. Sfruttava i viaggi di affari fra Piemonte e Liguria per tessere rapporti politici.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: rappresaglia
--> Per saperne di più sulle tipologie

Estremi e note penali: La denuncia contro Neufellner parte dal commissario prefettizio Maurilio Achino ancor prima che la liberazione sia conclusa. La Pretura di Bra la trasmette con le prime indagini al Tribunale di Alba, che a sua volta si rivolge al Tribunale militare di Torino. Il 10 febbraio 1947 il Proc. gen. Borsari chiede informazioni al D.J.A.G di Padova sul Comandante Neufellner, il quale “ordinava per rappresaglia la fucilazione di O. F.”. L’imputato non risulta fra i prigionieri dell’esercito inglese: il procedimento è archiviato.

Note sulla memoria (per maggiori informazioni vedi la sezione apposita): Condivisa e istituzionalizzata anche con l’intitolazione a Ferraretto di una strada in pieno centro a Cherasco e di una a Rapallo.

Scheda compilata da Livio Berardo
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2021-03-02 15:03:47

Vittime

Elenco vittime

Ferraretto Ottavio di Francesco, nato a Genova il 6/10/1906, residente a Rapallo (Ge), agente di commercio, sfollato

Elenco vittime antifasciste 1

Ferraretto Ottavio

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Karl Neufellner

    Nome Karl

    Cognome Neufellner

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Il comandante della Dienststelle di Cherasco Karl Neufellner, nato il 2 febbraio 1892 a Vienna, morto il 16 giugno 1970 a Gmunden (Austria)

    Note procedimento La denuncia contro Neufellner parte dal commissario prefettizio Maurilio Achino ancor prima che la liberazione sia conclusa. La Pretura di Bra la trasmette con le prime indagini al Tribunale di Alba, che a sua volta si rivolge al Tribunale militare di Torino. Il 10 febbraio 1947 il Proc. gen. Borsari chiede informazioni al D.J.A.G di Padova sul Comandante Neufellner, il quale “ordinava per rappresaglia la fucilazione di O. F.”. L’imputato non risulta fra i prigionieri dell’esercito inglese: il procedimento è archiviato.

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • cippo a Cherasco, località Santa Lucia

    Tipo di memoria: cippo

    Ubicazione: Cherasco, località Santa Lucia

    Anno di realizzazione: 2007

    Descrizione: Cippo in località S. Lucia sul piazzale antistante il cimitero, collocato nel 2007 dal comune di Cherasco.

Bibliografia


M. Calandri, Vite spezzate, cit., p. 439;
Paolo Alessandria, Piero Reggio, Vittorio Rapetti, Ottavio Ferraretto cittadino onesto e buon cristiano, caduto per la libertà (1906-1944), Cherasco, Stampatello, 2018;
Bruno Taricco, Cherasco: storia di una comunità, vol. II, Dalla Restaurazione a oggi, Cherasco, Città di Cherasco, 2018.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

Archivio comune di Cherasco, Anagrafe
Commissione parlamentare di inchiesta sulle cause dell’occultamento di fascicoli relativi a crimini nazifascisti, doc. 23/74