Camaiore, 02.07.1944

(Lucca - Toscana)

Camaiore, 02.07.1944

Camaiore, 02.07.1944
Descrizione

Località Camaiore, Camaiore, Lucca, Toscana

Data 2 luglio 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Nella storia della resistenza versiliese, un ruolo importantissimo fu quello svolto da “Radio Rosa”. La protagonista, Vera Vassalle, classe 1920, viareggina, dipendente di banca, antifascista. Dopo l’8 settembre, entrata in contatto con i primi gruppi di resistenza e con il CLN per il tramite di suo cognato Manfredo Bertini “Maber”, figura di spicco della resistenza, poi ucciso a Piacenza nell’autunno 1944. Su incarico del CLN e dello stesso Bertini, verso la fine di settembre del 1943 la Vassalle inizia un viaggio verso Sud e, attraversate le linee del fronte, riesce a raggiungere il Comando Alleato in Campania per organizzare un canale di trasmissioni con la Versilia. Viene rapidamente addestrata, e rientra poi clandestina in Versilia, come agente dell’OSS, per organizzare questa Missione. Dopo un primo tentativo andato a vuoto, nel marzo 1944 viene paracadutato in Versilia Mario Robello, “Santa”, ex-telegrafista della Marina italiana, che inizia così a far funzionare le trasmissioni. La sede viene spostata tra Pietrasanta, Capezzano e infine Camaiore. Grazie a una ampia rete informativa, il duo Vassalle-Robello (che poi si sposeranno al termine della guerra) riesce a trasmettere oltre 300 messaggi e, così, ad organizzare oltre 60 lanci alleati – come riporterà nel dopoguerra il testo della motivazione della Medaglia d’Oro al Valor Militare che le verrà concessa.
Il 2 luglio 1944 però, probabilmente in conseguenza di una delazione, forse di una collaborazionista, i tedeschi organizzano un rastrellamento a Camaiore con l’obiettivo di circondare l’abitazione in cui ha sede la missione. Vassalle e Robello riescono a fuggire. In quei momenti, sta rientrando in casa anche Ciro Del Vecchio, sfollato a Camaiore da Pisa con la moglie e la famiglia. E’ stato alla Messa con la moglie e la ultimogenita Renata di 4 anni. Vedendo i tedeschi e temendo l’arresto scappa, ma viene mitragliato alle spalle. Ferito gravemente, morirà il 9 luglio presso l’Ospedale di Camaiore. Nel dopoguerra Del Vecchio venne riconosciuto come Patriota, ottenendo anche una Onorificenza da parte degli Alleati: forse era anche lui coinvolto con le attività clandestine della Missione Rosa-Balilla.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: rastrellamento

Estremi e note penali: Nel dopoguerra venne istruito un processo a carico di una collaborazionista di Camaiore, responsabili della delazione che portò al rastrellamento del 2 luglio e di altre azioni criminali. La donna venne condannata in primo grado dalla Corte di Assise Straordinaria di Lucca a 26 anni di carcere.

Annotazioni: A causa del decesso avvenuto 7 giorni dopo i fatti, l’episodio non era stato inserito nella Banca dati, cosa avvenuta grazie alla segnalazione dei familiari, che hanno fornito anche la documentazione relativa. Nella memorialistica sulla Missione Radio Rosa, Del Vecchio non viene indicato come collaboratore dell’attività di resistenza, ma su questo sono in corso ulteriore verifiche.

Scheda compilata da Ciro Del Vecchio, Giovanni del Vecchio, Gianluca Fulvetti
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2020-09-21 10:56:32

Vittime

Elenco vittime

Ciro Del Vecchio, nato a Capua il 2 agosto 1902. Telegrafista delle ferrovie dello Stato. Ferito nel corso del rastrellamento del 2 luglio 1944, deceduto in ospedale il 9 luglio 1944.

Elenco vittime legate a partigiani 1

Ciro Del Vecchio

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


F. Bergamini e G. Bimbi, Antifascismo e resistenza in Versilia, Viareggio, Pezzini, 1983
M. Tobino, Il clandestino, 1962
L. Guccione, Missioni “Rosa” Balilla”. Resistenza e Alleati, Milano, Vangelista, 1987

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

ACS, fondo Ricompart, scheda Ad Nomen
AS Comune di Camaiore, certificato di morte
Documenti di proprietà dei familiari