San Tomaso, Cesena, 30.09.1944

(Forlì-Cesena - Emilia-Romagna)

San Tomaso, Cesena, 30.09.1944

San Tomaso, Cesena, 30.09.1944
Descrizione

Località San Tomaso di Cesena, Cesena, Forlì-Cesena, Emilia-Romagna

Data 29 settembre 1944 - 30 settembre 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 6

Numero vittime uomini 6

Numero vittime uomini senza informazioni 6

Descrizione: Il 27 Settembre 1944 soldati tedeschi rinvengono delle armi nascoste nei pressi della casa della famiglia Ridolfi, a San Tomaso di Cesena. I fratelli Augusto e Primo vengono arrestati insieme al figlio di Primo, Amedeo. Con loro vengono fermati anche Ubaldo Farabegoli, Giuseppe Piraccini e Armando Vicini. Rinchiusi in una stalla, subiscono probabilmente sevizie e torture, prima di essere uccisi a colpi di mazzetta (un tipo di martello) nella notte tra il 29 ed il 30 settembre. I corpi vengono sepolti (e successivamente lì ritrovati) in una fossa comune nel podere Graffiedi, sempre nella frazione di San Tomaso.
Tutte e sei le vittime sono state riconosciute dopo la guerra tra i partigiani della XXIX Brigata Garibaldi G.A.P. “Gastone Sozzi”. Non è tuttavia chiaro se ne facessero parte anche prima e se fosse quindi questo il motivo per il quale presso la casa dei Ridolfi fossero nascoste della armi.

Modalità di uccisione: tortura a morte

Violenze connesse: sevizie-torture

Trattamento dei cadaveri: Occultamento dei cadaveri

Tipo di massacro: legato al controllo del territorio
--> Per saperne di più sulle tipologie

Annotazioni: Tutte e sei le vittime sono state riconosciute dopo la guerra tra i partigiani della XXIX Brigata Garibaldi G.A.P. “Gastone Sozzi”. Non è tuttavia chiaro se ne facessero parte anche prima e se fosse quindi questo il motivo per il quale presso la casa dei Ridolfi fossero nascoste della armi.
Si ringrazia Alessandra Cocchi per la segnalazione.

Scheda compilata da Igor Pizzirusso
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2020-08-18 10:22:59

Vittime

Elenco vittime

1. Ridolfi Amedeo, figlio di Primo.
2. Ridolfi Augusto, fratello di Primo.
3. Ridolfi Primo, padre di Amedeo e fratello di Augusto.
4. Farabegoli Ubaldo
5. Piraccini Giuseppe
6. Vicini Armando

Elenco vittime indefinite 6

Ridolfi Amedeo,
Ridolfi Augusto,
Ridolfi Primo,
Farabegoli Ubaldo,
Piraccini Giuseppe,
Vicini Armando

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • cippo a San Tomaso, Cesena

    Tipo di memoria: cippo

    Ubicazione: San Tomaso, Cesena

    Anno di realizzazione: 1945

    Descrizione: Cippo e lapide sul luogo dell’uccisione. Data di creazione: 29/09/1945 per quanto riguarda la lastra marmorea posta sul lato sinistro del cippo. Sulla lastra si trovano le fotografie dei caduti. L’iscrizione recita: FRA QUESTI CAMPI IL 30 SETTEMBRE 1944 VENNERO BRUTALMENTE SEVIZIATI DAI NAZISTI PRIMO RIDOLFI AMEDEO RIDOLFI AUGUSTO RIDOLFI ARMANDO VICINI UBALDO FARABEGOLI GIUSEPPE PIRACCINI RICORDARE E\' CRESCERE IN LIBERTA\' Lapide laterale destra: PARTITO REPUBBLICANO ITALIANO RIDOLFI PRIMO 1891 1944 RIDOLFI AUGUSTO 1896 1944 PIRACCINI GIUSEPPE 1900 1944 VICINI ARMANDO 1914 1944 RIDOLFI AMEDEO 1919 1944 FARABEGOLI UBALDO 1925 1944 Lapide laterale sinistra: PARTITO REPUBBLICANO ITALIANO SEZIONE DI CASE FINALI RIDOLFI PRIMO RIDOLFI AUGUSTO RIDOLFI AMEDEO FARABEGOLI UBALDO PIRACCINI DINO VICINI ARMANDO PER NON ESSERE SERVI CADDERO VITTIME DELLA BARBARIE NAZIFASCISTA TROVANDO LIBERTA\' NELLA MORTE 29 SETTEMBRE 1945

Bibliografia


Sitografia


147006 - Cippo ai Caduti dell’eccidio del 30/9/’44 – San Tomaso di Cesena, in “Pietre della memoria”, http://www.pietredellamemoria.it/pietre/cippo-ai-caduti-delleccidio-del-30-9-44-san-tomaso-di-cesena/, url consultata il 18 agosto 2020

Fonti archivistiche

Fonti