Caserma di Pinerolo, 04.08.1944

(Torino - Piemonte)

Caserma di Pinerolo, 04.08.1944

Caserma di Pinerolo, 04.08.1944
Descrizione

Località Caserma, Pinerolo, Torino, Piemonte

Data 4 agosto 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Il 31 luglio 1944 un’auto carica d’armi lì collocate dai partigiani finisce in mano alle SS tedesche. Giuseppe Leandro Salvia si assume la responsabilità del fatto, dichiarando che il mezzo è di sua proprietà. Torturato per diversi giorni nella caserma di Pinerolo, viene qui impiccato il 4 agosto 1944.

Modalità di uccisione: impiccagione

Violenze connesse: sevizie-torture

Tipo di massacro: punitivo
--> Per saperne di più sulle tipologie

Scheda compilata da Igor Pizzirusso
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2020-08-16 09:29:35

Vittime

Elenco vittime

1. Savia Giuseppe Leandro, nato l’8 gennaio 1923 a Crevoladossola (all’epoca provincia di Novara, oggi Vewrbano-Cusio-Ossola). Residente a Chivasso (TO). Arruolato nei paracadutisti dell’esercito italiano. Partigiano della 4° Brigata della 1° Divisione Garibaldi, nome di battaglia “Lallo”

Elenco vittime partigiani 1

Savia Giuseppe Leandro

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


Sitografia


• Giuseppe Leandro Salbia, in “Partigianato piemontese”, http://intranet.istoreto.it/partigianato/dettaglio.asp?id=79066, url consultata il 16/08/2020
• Pierfrancesco Occelli, Il partigiano della Folgone, in “Patria indipendente”, https://www.patriaindipendente.it/ultime-news/il-partigiano-della-folgore/, url consultata il 16/08/2020

Fonti archivistiche

Fonti