Caserma di Pinerolo, 04.08.1944

(Torino - Piemonte)

Caserma di Pinerolo, 04.08.1944

Caserma di Pinerolo, 04.08.1944
Descrizione

Località Caserma, Pinerolo, Torino, Piemonte

Data 4 agosto 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Il 31 luglio 1944 un’auto carica d’armi lì collocate dai partigiani finisce in mano alle SS tedesche. Giuseppe Leandro Salvia si assume la responsabilità del fatto, dichiarando che il mezzo è di sua proprietà. Torturato per diversi giorni nella caserma di Pinerolo, viene qui impiccato il 4 agosto 1944.

Modalità di uccisione: impiccagione

Violenze connesse: sevizie-torture

Tipo di massacro: punitivo

Scheda compilata da Igor Pizzirusso
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2020-08-16 09:29:35

Vittime

Elenco vittime

1. Savia Giuseppe Leandro, nato l’8 gennaio 1923 a Crevoladossola (all’epoca provincia di Novara, oggi Vewrbano-Cusio-Ossola). Residente a Chivasso (TO). Arruolato nei paracadutisti dell’esercito italiano. Partigiano della 4° Brigata della 1° Divisione Garibaldi, nome di battaglia “Lallo”

Elenco vittime partigiani 1

Savia Giuseppe Leandro

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


Sitografia


• Giuseppe Leandro Salbia, in “Partigianato piemontese”, http://intranet.istoreto.it/partigianato/dettaglio.asp?id=79066, url consultata il 16/08/2020
• Pierfrancesco Occelli, Il partigiano della Folgone, in “Patria indipendente”, https://www.patriaindipendente.it/ultime-news/il-partigiano-della-folgore/, url consultata il 16/08/2020

Fonti archivistiche

Fonti