SASSELLO, 21.10.1944

(Savona - Liguria)

SASSELLO, 21.10.1944

SASSELLO, 21.10.1944
Descrizione

Località Sassello, Sassello, Savona, Liguria

Data 21 ottobre 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini senza informazioni 1

Descrizione: Il 21 ottobre 1944, lungo la strada Sassello-Acqui, nel corso di un rastrellamento (seguito a uno di grandi dimensioni realizzato una decina di giorni prima da formazioni tedesche e fasciste nella stessa zona), militi della divisione San Marco uccidono Domenico MINETTI.
Questa la ricostruzione di mons. Giovanni Galliano: «Militi della Divisione S. Marco di stanza a Sassello, il 21 ottobre 1944, comandati da due ufficiali italiani e da un tenente tedesco, assaltano di notte la casa canonica della Maddalena, minacciano e insultano il povero parroco inerme ed impaurito e con la falsa accusa di dare ospitalità ai partigiani è condannato ad essere fucilato sul posto. Chiede il bravo sacerdote di poter celebrare la Messa. È tutto strano e allucinante: gli viene concesso. Terminata la sua ultima Messa, senza che nascesse nel cuore di quegli ufficiali il minimo sentimento di pietà, viene trascinato presso un ruscello». Lì don Minetti venne ucciso e il cadavere fu abbandonato insepolto.
Continua mons. Galliano: «In fretta casa canonica e chiesa sono rovistate e spogliate di tutto: vengono lanciate alcune bombe a mano che producono rovine e macerie». Galliano, allora collaboratore del vescovo di Acqui mons. Dell’Omo, lo accompagnò a Sassello appena conosciuta la tragica notizia. Sul posto il sacerdote fu oltraggiato e minacciato di morte dai militari. Tradotto in un luogo di detenzione (gli imputavano d’essere favoreggiatore dei partigiani) Galliano fu liberato per intervento del gen. Farina, comandante della S. Marco. «Il generale deprecò l’uccisione di don Minetti, ammettendo che non sempre riusciva a controllare i suoi uomini. Ordinò che ci fosse consegnato il cadavere del sacerdote ucciso per la sepoltura».

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: punitivo,rastrellamento

Annotazioni: In tutti i casi in cui le fonti di polizia riportano l’annotazione di uccisione durante la fuga si può ovviamente dubitare che sia tale la causa dell’uccisione

Scheda compilata da DONATO D\'URSO
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2017-07-18 08:34:48

Vittime

Elenco vittime

Domenico MINETTI, parroco nella frazione Maddalena di Sassello.

Elenco vittime religiosi 1

Domenico MINETTI

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


- Giuseppe Thellung, Un eroico sacerdote, in «Patria e Libertà», 1 aprile 1953
- Mino Martelli, Una guerra e due resistenze 1940-1946 (ed. 1977)
- Piero Moretti e Claudia Siri, Il movimento di liberazione nell’Acquese (ed. 1984)
- Giovanni Galliano, La resistenza nella mia memoria (ed. 2008)

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

Bundesarchiv-Militärarchiv, RH 24-204/2, TM 21.10.44 u. RH 24-204/1, KTB