Pissignano, Campello sul Clitunno, 22.10.1943

(Perugia - Umbria)

Pissignano, Campello sul Clitunno, 22.10.1943

Pissignano, Campello sul Clitunno, 22.10.1943
Descrizione

Località Pissignano, Campello sul Clitunno, Perugia, Umbria

Data 22 ottobre 1943

Matrice strage Fascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: L’unico documento da cui è stato possibile trarre notizie sull’episodio, un fonogramma del cap. Ventra del Gruppo Carabinieri di Perugia, diretto a Prefettura, Questura e Comando Forze di Polizia della Provincia, in data 24 ottobre 1943, ore 11 recita testualmente: «Sera 22 andante verso ore 19 milite di stanza a Perugia […] conducendo macchina con targa M.D.S. proveniente Spoleto diretto Foligno si fermò e sceso a terra sparò quattro colpi fucile mitra ferendo gravemente GEMMA Ubaldo […], rimase pure gravemente ferita mammella sinistra donna PETRONI Paola […]. Il GEMMA est deceduto mentre la donna venne trasportata ospedale Foligno ove trovasi tutt’ora pericolo vita. Sono in corso indagini milite stradale proseguito per Perugia».

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Annotazioni: Il documento riportato è l’unico da cui è stato possibile trarre notizie sull’episodio. Esso non chiarisce le eventuali motivazioni dell’uccisione.

Scheda compilata da Tommaso Rossi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2019-01-23 10:57:03

Vittime

Elenco vittime civili 1

1. GEMMA Ubaldo, di Biagio e di Ridolsi [verosimilmente si tratta di un errore, la dicitura corretta potrebbe essere RidolFi, cognome molto diffuso in quella zona dell’Umbria, a differenza di RidolSi, che non mi risulta di avere mai sentito], nato a Spoleto (PG) il 15 agosto 1923, ivi domiciliato, civile.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

AS Perugia, Prefettura di Perugia, Gabinetto, b. 42, fasc. 4, c. 9.