Poligono di tiro del Martinetto, Torino, 05.04.1944

(Torino - Piemonte)

Poligono di tiro del Martinetto, Torino, 05.04.1944

Poligono di tiro del Martinetto, Torino, 05.04.1944
Descrizione

Località Poligono di tiro del Martinetto, Torino, Torino, Piemonte

Data 5 aprile 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 8

Numero vittime uomini 8

Numero vittime uomini adulti 8

Descrizione: Dopo l'occupazione nazifascista seguita all'armistizio dell'8 settembre 1943, il poligono di tiro del Martinetto viene scelto dalla Repubblica sociale italiana come luogo per l'esecuzione delle sentenze capitali: oltre sessanta partigiani e resistenti vi trovano la morte. Tra questi, gli otto componenti del Comitato militare regionale piemontese fucilati il 5 aprile del 1944. A partire dal mese di marzo 1944, infatti, con l'intensificarsi della azione antipartigiana da parte di tedeschi e fascisti, il Comitato subisce numerose perdite e arresti tra i suoi membri. Errico Giachino, organizzatore delle squadre cittadine per il partito socialista, è arrestato il 14 marzo, il 27 Quinto Bevilacqua, segretario della federazione del Psi clandestino, insieme a Giulio Biglieri, azionista. Il 29 sono catturati due ispettori del Comitato, i tenenti colonnello Giuseppe Giraudo e Gustavo Leporati e il tenente Massimo Montano. La cattura del nuovo rappresentante del Psi Pietro Carlando consente alla polizia fascista di acquisire numerose informazioni, attraverso il sequestro di documenti, e di arrestare il 31 marzo nella sacrestia del Duomo in piazza San Giovanni l'intero Comitato: Perotti, Geuna, Giambone, Fusi, Braccini, Balbis e Brosio, vengono prima condotti in Questura con una quarantina di cittadini rastrellati nelle vie adiacenti, interrogati e a mezzanotte del 1° aprile rinchiusi alle Carceri Nuove.
Il processo del Tribunale speciale viene istruito in gran fretta. Lo stesso Mussolini ordina di chiudere rapidamente e in modo esemplare la vicenda, per dimostrare all'alleato tedesco l'efficienza repressiva della Repubblica Sociale. Il 2 aprile si tiene la prima udienza al Palazzo di Giustizia, nell'aula della Corte d'assise ordinaria, alla presenza dei massimi vertici fascisti, tra cui il ministro dell'Interno Buffarini Guidi, il prefetto Zerbino e il federale Solaro. Nonostante i tentativi di trattativa messi immediatamente in atto dal Cln, la mattina del 3 aprile, dopo una seconda udienza, il tribunale pronuncia il suo verdetto: condanna a morte per Balbis, Bevilacqua, Biglieri, Braccini, Giachino, Giambone, Montano e Perotti; ergastolo per Carlando, Geuna, Giraudo e Leporati, due anni di carcere a Brosio, assoluzione per insufficienza di prove per Chignoli e Fusi. Verso le sei di mercoledì 5 aprile gli otto condannati sono condotti al poligono e qui fucilati.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: punitivo

Scheda compilata da BARBARA BERRUTI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2017-03-29 15:30:39

Vittime

Elenco vittime

1. BALBIS FRANCO, “Francis”, nato a Torino il 16/11/1911, partigiano, membro del Comitato militare regionale piemontese (Cmrp), morto per fucilazione
2. BEVILACQUA QUINTO, “Quinto”, nato a Molinella, BO, il 26/04/1916, partigiano, membro del Comitato militare regionale piemontese (Cmrp), morto per fucilazione
3. BIGLIERI GIULIO, nato a L\'Aquila, il 09/10/1911, partigiano, membro del Comitato militare regionale piemontese (Cmrp), morto per fucilazione
4. BRACCINI PAOLO, “Verdi”, nato a Canepina, Vt, il 16/05/1907, membro del Cmrp, morto per fucilazione
5. GIACHINO ENRICO, nato a Torino il 10/03/1916, membro del Comitato militare regionale piemontese (Cmrp), morto per fucilazione
6. GIAMBONE EUSEBIO, nato a Camagna Monferrato, Al, il 01/05/1903, membro del Comitato militare regionale piemontese (Cmrp), morto per fucilazione
7. MONTANO MASSIMINO, nato a Torino il 18/06/1919, membro del Comitato militare regionale piemontese (Cmrp), morto per fucilazione
8. PEROTTI GIUSEPPE, nato a Torino il 16/06/1895, membro del Comitato militare regionale piemontese (Cmrp), morto per fucilazione

Elenco vittime partigiani 8

BALBIS, FRANCO,
BEVILACQUA, QUINTO,
BIGLIERI, GIULIO,
BRACCINI, PAOLO,
GIACHINO, ENRICO,
GIAMBONE, EUSEBIO,
MONTANO, MASSIMINO,
PEROTTI, GIUSEPPE

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


GNR di Torino

Tipo di reparto: Guardia Nazionale Repubblicana

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Torino

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Torino

    Descrizione: Lapide del Martinetto che ricorda tutti i caduti

  • lapide a Torino, via Luini 90

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Torino, via Luini 90

    Descrizione: Lapide in via Luini 90 per Perotti, Braccini, Balbis e Giambone

  • museo a Torino

    Tipo di memoria: museo

    Ubicazione: Torino

    Descrizione: Museo diffuso della Resistenza

  • luogo della memoria a Torino

    Tipo di memoria: luogo della memoria

    Ubicazione: Torino

    Descrizione: Il sacrario del Martinetto si trova a Torino in corso Svizzera, angolo corso Appio Claudio.

  • onorificenza alla persona a Franco Balbis

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Ubicazione: Franco Balbis

    Descrizione: Balbis, Braccini, Giacchino, Giambone, Perotti, sono medaglia d’oro al valor militare

  • onorificenza alla persona a Paolo Braccini

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Ubicazione: Paolo Braccini

    Descrizione: Balbis, Braccini, Giacchino, Giambone, Perotti, sono medaglia d’oro al valor militare

  • onorificenza alla persona a Enrico Giachino

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Ubicazione: Enrico Giachino

    Descrizione: Balbis, Braccini, Giacchino, Giambone, Perotti, sono medaglia d’oro al valor militare

  • onorificenza alla persona a Eusebio Giambone

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Ubicazione: Eusebio Giambone

    Descrizione: Balbis, Braccini, Giacchino, Giambone, Perotti, sono medaglia d’oro al valor militare

  • onorificenza alla persona a Giuseppe Paolo Perotti

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Ubicazione: Giuseppe Paolo Perotti

    Descrizione: Balbis, Braccini, Giacchino, Giambone, Perotti, sono medaglia d’oro al valor militare

  • onorificenza alla persona a Quinto Bevilacqua

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Ubicazione: Quinto Bevilacqua

    Descrizione: Bevilacqua, Biglieri, Montano, sono medaglia d’argento al valor militare

  • onorificenza alla persona a Giulio Biglieri

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Ubicazione: Giulio Biglieri

    Descrizione: Bevilacqua, Biglieri, Montano, sono medaglia d’argento al valor militare

  • onorificenza alla persona a Massimo Montano

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Ubicazione: Massimo Montano

    Descrizione: Bevilacqua, Biglieri, Montano, sono medaglia d’argento al valor militare

  • commemorazione a Torino, presso il sacrario del Martinetto

    Tipo di memoria: commemorazione

    Ubicazione: Torino, presso il sacrario del Martinetto

    Anno di realizzazione: 1945

    Descrizione: Il Martinetto è il sacrario della città di Torino, luogo della memoria della Resistenza Dal 1945 il Martinetto è sede di una commemorazione civica che si svolge il 5 aprile, nell\'anniversario della fucilazione di otto dei componenti del primo Comitato militare regionale, ma dove vengono ricordati tutti i caduti.

Bibliografia


• Città di Torino, Istituto Piemontese per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea, Torino 1938-1945. Una guida per la memoria, Blu Edizioni, Torino, 2003
• Fusi Valdo, Fiori rossi al Martinetto. Il processo di Torino Aprile 1944, Mursia, Milano, 1968
• Pansa Gianpaolo, Viva l'Italia libera, Città di Torino e Istituto Piemontese per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea, Torino, 2004
• Centomila Torinesi al Martinetto per le celebrazioni dei 68 martiri, in ""L'Opinione"", n. 65, 10/07/1945"
• Padre Ruggero, I miei condannati a morte, Torino, Uga, 1965
• N. Adduci, Gli altri. Fascismo repubblicano e comunità nel Torinese, Franco Angeli, Milano, 201I
• N. Adduci, B. Berruti, L. Boccalatte, G. Minute, Che il silenzio non sia silenzio. Memoria civica dei caduti della Resistenza a Torino, Museo diffuso della Resistenza e Istituto Piemontese per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea, Torino, 2015
• Una violenza che viene da lontano: stragi naziste in provincia di Torino, Barbara Berruti in 40-45 : guerra e società nella provincia di Torino, a cura di Bruno Maida, Blu edizioni, 2007, Torino
• C. Gentile, I crimini di guerra tedeschi in Italia: 1943-1945, Einaudi, Torino, 2015.

Sitografia


http://intranet.istoreto.it/lapidi/default.asp
http://www.museotorino.it/view/s/2f4a2146e34149b1bd6d73d44d726e0c
http://www.ultimelettere.it/?page_id=117&idde=83
http://www.ultimelettere.it/?page_id=35&ricerca=219
http://www.ultimelettere.it/?page_id=35&ricerca=223
http://www.ultimelettere.it/?page_id=35&ricerca=349
http://www.ultimelettere.it/?page_id=35&ricerca=226
http://www.ultimelettere.it/?page_id=35&ricerca=247
http://www.ultimelettere.it/?page_id=35&ricerca=246
http://www.ultimelettere.it/?page_id=35&ricerca=271
http://www.ultimelettere.it/?page_id=35&ricerca=281

Fonti archivistiche

Fonti

Aistoreto, banca dati del partigianato piemontese, http://intranet.istoreto.it/partigianato/default.asp
Aistoreto, C 69 B, Elenco detenuti giustiziati al Martinetto.
Aistoreto, Fondo Clnrp. Presidente, fasc. Manoscritti dott. Antonicelli, Parole per i martiri del Martinetto