Quagna, Melle, 22.02.1945

(Cuneo - Piemonte)

Quagna, Melle, 22.02.1945

Quagna, Melle, 22.02.1945
Descrizione

Località Quagna, Melle, Cuneo, Piemonte

Data 22 febbraio 1945

Matrice strage Nazista

Numero vittime 13

Numero vittime uomini 13

Numero vittime uomini adulti 13

Descrizione: Nei primi mesi del 1944, la Resistenza nell'Astigiano non si è ancora sviluppata e molti giovani renitenti raggiungono le vallate alpine per cercare contatti con le formazioni partigiane locali. Talvolta, la scelta di salire in montagna finisce in tragedia, anche per la scarsa conoscenza del territorio e la mancanza di contatti e rapporti con la popolazione; è il caso di otto ragazzi, tutti renitenti di età compresa tra i 19 ed i vent'anni: tre sono di Monale, due di Montegrosso Cinaglio e tre di Vinchio. Alla fine di marzo 1944, appena giunti in Val Varaita, gli otto ragazzi incappano in un rastrellamento tedesco e vengono catturati nel vallone della Gilba nei pressi di Melle insieme ad altri cinque giovani; nel corso di un processo sommario, le autorità del paese negano di conoscerli accreditando così il loro status di sbandati o partigiani; il primo aprile 1944 i tredici vengono fucilati in località Quagna, presso un pilone votivo lungo la strada di fondovalle, tra Melle e Frassino.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: rastrellamento

Note sulla memoria (per maggiori informazioni vedi la sezione apposita): Pur non essendo ancora entrati in formazione, tutti i fucilati hanno avuto il riconoscimento partigiano, l\'Anpi di Asti ha attribuito a lungo ma erroneamente all\'VIII divisione Garibaldi operante nell\'Astigiano gli otto astigiani fucilati.

Scheda compilata da Mario Renosio
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2017-03-20 16:24:48

Vittime

Elenco vittime

1. Alberto Alpan, nato a Vinchio (AT) il 16.09.1924; contadino. Fucilato il primo aprile 1944 a Melle, località Quagna; riconosciuto partigiano dell\'XI divisione Garibaldi Cuneo, 181a brigata Morbiducci.
2. Anselmo Audagna, nato a Alpignano (TO) l\'11.04.1924. Fucilato il primo aprile 1944 a Melle, località Quagna; riconosciuto partigiano dell\'XI divisione Garibaldi Cuneo, 181a brigata Morbiducci.
3. Francesco Bellino, nato a Carignano (TO) il 25.07.1925, contadino. Fucilato il primo aprile 1944 a Melle, località Quagna; riconosciuto partigiano dell\'XI divisione Garibaldi Cuneo, 181a brigata Morbiducci.
4. Aldo Beltramo, nato a Costigliole Saluzzo (CN) il 20.10.1925. Fucilato il primo aprile 1944 a Melle, località Quagna; riconosciuto partigiano dell\'XI divisione Garibaldi Cuneo, 181a brigata Morbiducci.
5. Giovanni Bigontina, nato a Farra d\'Alpago (BL), il 29.11.1925; meccanico. Fucilato il primo aprile 1944 a Melle, località Quagna; riconosciuto partigiano dell\'XI divisione Garibaldi Cuneo, 181a brigata Morbiducci.
6. Giacomo Bocchino, nato a Vinchio (AT) il 23.3.1925; contadino. Fucilato il primo aprile 1944 a Melle, località Quagna; riconosciuto partigiano dell\'XI divisione Garibaldi Cuneo, 181a brigata Morbiducci.
7. Michele Campia, nato a Montegrosso Cinaglio, frazione di Asti, il 24.03.1925; contadino. Fucilato il primo aprile 1944 a Melle, località Quagna; riconosciuto partigiano dell\'XI divisione Garibaldi Cuneo, 181a brigata Morbiducci.
8. Luigi Eugenio Cisero, nato a Monale (AT) il 30.01.1924; meccanico. Fucilato il primo aprile 1944 a Melle, località Quagna; riconosciuto partigiano dell\'XI divisione Garibaldi Cuneo, 181a brigata Morbiducci.
9. Ercole Epicedio, nato a Montegrosso Cinaglio, frazione di Asti, il 15.10.1925; contadino. Fucilato il primo aprile 1944 a Melle, località Quagna; riconosciuto partigiano dell\'XI divisione Garibaldi Cuneo, 181a brigata Morbiducci.
10. Franco Adolfo Gucci, nato a Monale (AT) il 07.03.1925; contadino. Fucilato il primo aprile 1944 a Melle, località Quagna; riconosciuto partigiano dell\'XI divisione Garibaldi Cuneo, 181a brigata Morbiducci.
11. Federico Pasero, nato a Rossana (CN) il 13.04.1922. Fucilato il primo aprile 1944 a Melle, località Quagna; riconosciuto partigiano dell\'XI divisione Garibaldi Cuneo, 181a brigata Morbiducci.
12. Antonio Torchio, nato a Vinchio (AT) il 12.1.1925; contadino. Fucilato il primo aprile 1944 a Melle, località Quagna; riconosciuto partigiano dell\'XI divisione Garibaldi Cuneo, 181a brigata Morbiducci.
13. Pierino Torchio, nato a Monale (AT) il 19.01.1925; contadino. Fucilato il primo aprile 1944 a Melle, località Quagna; riconosciuto partigiano dell\'XI divisione Garibaldi Cuneo, 181a brigata Morbiducci.

Elenco vittime partigiani 13

Alberto Alpan,
Anselmo Audagna,
Francesco Bellino,
Aldo Beltramo,
Giovanni Bigontina,
Giacomo Bocchino,
Michele Campia,
Luigi Eugenio Cisero,
Ercole Epicedio,
Franco Adolfo Gucci,
Federico Pasero,
Antonio Torchio,
Pierino Torchio,

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • commemorazione a Melle

    Tipo di memoria: commemorazione

    Ubicazione: Melle

    Descrizione: Ogni anno, l\'Anpi di Asti e i Comuni di Vinchio e Monale organizzano congiuntamente al Comune di Melle una commemorazione pubblica.

  • monumento a Melle

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Melle

    Descrizione: Monumento in pietra con i nomi dei 13 caduti

Immagini delle memorie di pietra
Bibliografia


M. Ruzzi, Garibaldini in Val Varaita. 1943-45. Tra valori e contraddizioni, Anpi Verzuolo, Cuneo, 1997
M. Calandri (a cura di), Vite spezzate. i 15430 morti nella guerra 1940-45 : un censimento in provincia di Cuneo , L'Artistica, Savigliano, 2001.
M. Renosio, Colline partigiane. Resistenza e comunità contadina nell’Astigiano, Franco Angeli, Milano, 1994, pp. 221-227
M. Renosio (a cura di), Vittime di guerra. I caduti astigiani nella seconda guerra mondiale, Israt, Asti, 2008
N. Fasano, M. Renosio, Dare un volto alla memoria, «Asti contemporanea», n. 5, 1997, pp. 8-157.

Sitografia


Censimento caduti, in www.israt.it
Censimento monumenti e lapidi, in www.israt.it
Partigianato piemontese, in www.istoreto.it

Fonti archivistiche

Fonti

Archivio Israt: fondo Anpi