FUNO DI ARGELATO 9-10.10.1944

(Bologna - Emilia-Romagna)

FUNO DI ARGELATO 9-10.10.1944

FUNO DI ARGELATO 9-10.10.1944
Descrizione

Località Funo, Argelato, Bologna, Emilia-Romagna

Data 9 ottobre 1944 - 10 ottobre 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 4

Numero vittime uomini 4

Numero vittime uomini ragazzi 1

Numero vittime uomini adulti 3

Descrizione: Nella notte tra il 9 e il 10 ottobre 1944 alcuni fascisti (non è chiaro se appartenenti alle Bn o alla Gnr al comando del capitano Pifferi), probabilmente in base a delazioni, si recarono a Funo di Argelato all’abitazione di Adelmo Bernardi che prelevarono da casa per picchiarlo brutalmente e portarlo con loro. I fascisti andarono poi a casa di Cesare Grazia e prelevarono quest’ultimo e Agostino Stagni che dormiva a casa dei Grazia per non essere individuato. I tre uomini vennero minacciati e i fascisti intimarono loro di rivelare i nomi dei comandanti partigiani; picchiarono anche Stagni e Grazia, poi condussero i tre lungo la strada tra Casadio e Argelato e si apprestarono a fucilarli. Agostino Stagni riuscì a fuggire, mentre Bernardi e Grazia restarono uccisi. Dopo aver sparato ai due uomini, i fascisti si recarono a casa di Renato Tampellini che sapevano essere un comandante, lo prelevarono, lo torturano ferocemente e infine lo uccisero. Cercarono di catturare anche Carlo Bernardi, ma non lo trovarono a casa. Infine prelevarono dalla propria abitazione Alfonso Marchesini e lo uccisero.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Violenze connesse: sevizie-torture

Tipo di massacro: punitivo

Estremi e note penali: Secondo Arbizzani si trattò di membri delle Brigate nere, mentre il figlio di Marchesini parlò in una sua testimonianza del capitano Pifferi della Gnr.

Annotazioni: Si veda in Atlante la scheda Episodio di Argelato (BO), 9 agosto 1944.

Scheda compilata da ROBERTA MIRA
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2017-02-09 15:18:09

Vittime

Elenco vittime

- Bernardi Adelmo, nato a Sant’Agata Bolognese (BO) il 25/02/1925, residente a Argelato (BO), colono. Riconosciuto partigiano del battaglione Tampellini della 2ª brigata Paolo dal 10/03/1044 al 09/10/1944.
- Grazia Cesare, nato a Argelato (BO) il 24/02/1929, colono. Riconosciuto partigiano del battaglione Tampellini della 2ª brigata Paolo dal 20/03/1944 al 09/10/1944.
- Marchesini Alfonso, nato a Argelato (BO) il 31/05/1905, colono. Riconosciuto partigiano nel battaglione Tampellini della 2ª brigata Paolo dal 10/11/1943 al 09/10/1944.
- Tampellini Renato “Sandalo”, nato Argelato (BO) il 15/01/1924, fornaio. Comandante di battaglione nella 2ª brigata Paolo. Riconosciuto partigiano dal 10/01/1944 al 09/10/1944.

Elenco vittime partigiani 4

Bernardi Adelmo,
Grazia Cesare
Marchesini Alfonso,
Tampellini Renato

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • luogo della memoria a Funo

    Tipo di memoria: luogo della memoria

    Ubicazione: Funo

    Descrizione: - Funo (BO): vie sono intitolate a Adelmo Bernardi, Alfonso Marchesini, Cesare Grazia e ai fratelli Tampellini.

  • lapide a Argelato (BO), palazzo comunale

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Argelato (BO), palazzo comunale

    Descrizione: lapide che ricorda i nomi dei caduti per la libertà; vi compaiono i nomi di Bernardi, Marchesini, Tampellini e Grazia.

  • monumento a Bologna, piazza del Nettuno

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Bologna, piazza del Nettuno

    Descrizione: sacrario dei caduti partigiani; vi sono ricordati Bernardi, Grazia, Marchesini e Tampellini.

Bibliografia


- Alessandro Albertazzi, Luigi Arbizzani, Nazario Sauro Onofri, Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919-1945), vol. II, Dizionario biografico A-C, Comune di Bologna, Istituto per la storia di Bologna, Bologna, 1985, p. 205.
- Alessandro Albertazzi, Luigi Arbizzani, Nazario Sauro Onofri, Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919-1945), vol. III, Dizionario biografico D-L, Comune di Bologna, Istituto per la storia di Bologna, Bologna, 1986, p. 437.
- Luigi Arbizzani, Nazario Sauro Onofri, Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919-1945), vol. IV, Dizionario biografico M-Q, Comune di Bologna, Istituto per la storia di Bologna, Bologna, 1995, p. 96.
- Luigi Arbizzani, Nazario Sauro Onofri, Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919-1945), vol. V, Dizionario biografico R-Z, Comune di Bologna, Istituto per la storia di Bologna, Bologna, 1998, pp. 378-379.
- Luigi Arbizzani (a cura di), Pietroburgo nella pianura bolognese. Documenti, testimonianze e immagini su Argelato, Funo e dintorni, dal 1959 in poi, Comune di Argelato, Argelato, 1989, pp. 152-156, 164.
- Luigi Arbizzani, Argelato, in Luigi Arbizzani, Antifascismo e lotta di Liberazione nel bolognese Comune per Comune, Anpi, Bologna, 1998, p. 32.
- Nazario Sauro Onofri, Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919-1945), vol. VI, Dizionario biografico Appendice, Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nella provincia di Bologna “Luciano Bergonzini” Isrebo, Istituto per la storia di Bologna, Comune di Bologna, Regione Emilia-Romagna, Bologna, 2003, p. 64.
- Nazario Sauro Onofri, Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919-1945), vol. I, Bologna dall’antifascismo alla Resistenza, Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nella provincia di Bologna “Luciano Bergonzini” Isrebo, Comune di Bologna, Bologna, 2005, p. 83.

Sitografia


- Storia e memoria di Bologna:
Eccidi di Funo
(sono descritti insieme gli eccidi di Funo di Argelato del 9 agosto e del 9 ottobre 1944, ma indicate erroneamente le vittime)
http://www.storiaememoriadibologna.it/eccidi-di-funo-33-evento
Bernardi Adelmo
http://www.storiaememoriadibologna.it/bernardi-adelmo-480464-persona
Grazia Cesare
http://www.storiaememoriadibologna.it/grazia-cesare-478842-persona
Marchesini Alfonso
http://www.storiaememoriadibologna.it/marchesini-alfonso-479671-persona
Tampellini Renato
http://www.storiaememoriadibologna.it/tampellini-renato-479509-persona

- Dipartimento di Storia Culture Civiltà, Università di Bologna, database dei partigiani dell\'Emilia Romagna:
http://www.storia-culture-civilta.unibo.it/it/biblioteca/fondi-1/partigiani
(schede relative alla provincia di Bologna, ad nomen).
- Nel sito internet Storia e memoria di Bologna gli avvenimenti del 9 ottobre 1944 nella voce: Eccidi di Funo, redatta sulla base di Nazario Sauro Onofri, Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919-1945), vol. I, Bologna dall’antifascismo alla Resistenza, Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nella provincia di Bologna “Luciano Bergonzini”-Isrebo, Comune di Bologna, Bologna, 2005, p. 83. Nella voce sono descritti insieme gli eccidi di Funo di Argelato del 9 agosto e del 9 ottobre 1944, e sono indicati come vittime sei uomini: i fratelli Chiarini uccisi il 9 agosto e i quattro uccisi il 9 ottobre Marchesini, Tampellini, Grazia e Bernardi. La data di morte dei quattro uomini indicata dal sito è dunque errata sia in questa voce, sia nelle singole voci sulle persone. Si veda anche la voce Fucilazione alla Casa del fascio di Argelato.
Nella versione cartacea delle voci nel I vol. del Dizionario dei partigiani bolognesi, Nazario Sauro Onofri, in quella relativa alla Casa del fascio (la sola firmata da lui tra le due voci) scrive che Marchesini, Bernardi, Grazia e Tampellini furono uccisi il 9 agosto 1944 come le altre vittime che indica correttamente; la voce sugli eccidi di Funo, invece, colloca al 9 agosto 1944 la fucilazione di 6 persone per rappresaglia in seguito all’attacco partigiano alla Casa del fascio di Argelato e l’uccisione dei fratelli Chiarini, e sotto la data del 9 ottobre 1944 l’uccisione di Marchesini, Bernardi, Grazia e Tampellini. La voce sugli Eccidi di Funo è dunque corretta nella versione cartacea, mentre è errata in parte quella dedicata al 9 agosto 1944 Casa del fascio.
Negli altri volumi del Dizionario dei partigiani bolognesi alle voci relative a Marchesini, Bernardi, Grazia e Tampellini la data di morte indicata è corretta: 9 ottobre 1944.

Fonti archivistiche

Fonti