VIA FORNACE PIEVE DI BUDRIO 20.04.1945

(Bologna - Emilia-Romagna)

VIA FORNACE PIEVE DI BUDRIO 20.04.1945

VIA FORNACE PIEVE DI BUDRIO 20.04.1945
Descrizione

Località via Fornace, Pieve di Budrio, Budrio, Bologna, Emilia-Romagna

Data 20 aprile 1945

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini anziani 1

Descrizione: Negli ultimi giorni di permanenza sul territorio della provincia di Bologna e durante la loro ritirata verso nord i tedeschi compirono una serie di violenze contro la popolazione che vanno dal furto, al saccheggio, all’uccisione singola (anche per futili motivi), a stragi “dell’ultimo giorno”.
Agostino Marani fu ucciso da militari tedeschi in ritirata a Pieve di Budrio (BO), nei pressi della sua abitazione di via Fornace 14, il 20 aprile 1945.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: ritirata

Scheda compilata da ROBERTA MIRA
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-09-29 09:05:21

Vittime

Elenco vittime

Marani Agostino, nato a Molinella (BO) il 24/03/1899, residente a Pieve di Budrio (BO), colono

Elenco vittime civili 1

Marani Agostino

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


- Luigi Arbizzani, Nazario Sauro Onofri, Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919-1945), vol. IV, Dizionario biografico M-Q, Comune di Bologna, Istituto per la storia di Bologna, Bologna, 1995, p. 85.

Sitografia


- Storia e memoria di Bologna:
Marani Agostino
http://memoriadibologna.comune.bologna.it/marani-agostino-486664-persona

Fonti archivistiche

Fonti

- AISPER, Fondo Commissione parlamentare d’inchiesta sulle cause dell’occultamento di fascicoli relativi a crimini nazifascisti (Armadio della vergogna), 4 Docc. consegnati maggio 2009, 44/1, f. 498, Legione territoriale dei carabinieri di Bologna, Compagnia esterna seconda, Specchio delle violenze commesse da tedeschi e fascisti contro le popolazioni civili di questa giurisdizione, 30?/04/1946.