PUNTA BIANCA AMEGLIA 26.03.1944

(La Spezia - Liguria)

PUNTA BIANCA AMEGLIA 26.03.1944

PUNTA BIANCA AMEGLIA 26.03.1944
Descrizione

Località Punta Bianca, Ameglia, La Spezia, Liguria

Data 26 marzo 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 15

Numero vittime uomini 15

Numero vittime uomini adulti 15

Descrizione: Il 22 marzo 1944 un commando dell'OSS (Office of Strategic Services) statunitense composto da 15 militari italoamericani in uniforme sbarca tra Framura e Bonassola per sabotare la linea ferroviaria tra Genova e La Spezia (operazione Ginny). Il 24 marzo i militari sono scoperti e, dopo un breve conflitto a fuoco, catturati da militari tedeschi e militi fascisti. Trasferiti alla Spezia, i militari sono interrogati e la notizia della loro cattura è trasmessa dal colonnello Kurt Almers, comandante della 135a Brigata da Fortezza, al suo superiore generale Anton Dostler del LXXV Corpo d'Armata. Dostler informa a sua volta il comandante supremo tedesco in Italia feldmaresciallo Kesselring ricevendo, secondo la sua testimonianza, l'ordine di fucilarli sulla base dell'ordine del Fuhrer per l'eliminazione dei commando catturati dietro le linee.
I militari americani sono quindi fucilati in località Punta Bianca (Comune di Ameglia) il 26 marzo 1944, pare alla presenza della popolazione, e sepolti in una località isolata dello stesso comune.
Dopo la conclusione del conflitto il generale Dostler è processato a Caserta da un tribunale alleato per crimini di guerra (uccisione di prigionieri) e condannato a morte, sentenza eseguita ad Aversa il 1 dicembre 1945. Non è invece possibile dimostrare la responsabilità di Kesselring nell'accaduto.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: punitivo

Estremi e note penali: United States Military Commission, Processo al Generale Anton Dostler, Roma 8-12 ottobre 1945. La sentenza di condanna a morte è eseguita il primo dicembre 1945.

Scheda compilata da MAURIZIO FIORILLO
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-09-28 19:18:28

Vittime

Elenco vittime

Vincent Russo, di 28 anni, tenente US Army.
Paul J. Traficante, di 26 anni, tenente US Army.
Alfred L.De Flumeri, di 33 anni, sergente US Army.
Liberty J. Tremonte, di 24 anni, caporale tecnico US Army.
Joseph M. Farrell, di 22 anni, caporale tecnico US Army.
Salvatore DiSclafani, di 28 anni, caporale tecnico US Army.
Angelo Sirico, di 23 anni, caporale tecnico US Army.
Thomas N. Savino, di 29 anni, caporale tecnico US Army.
John J. Leone, di 22 anni, caporale tecnico US Army.
Joseph A. Libardi, caporale tecnico US Army.
Livio Visceli, di 28 anni, sergente tecnico US Army.
Dominick Mauro, di 27 anni, sergente US Army.
Joseph Noia, di 25 anni, sergente US Army.
Rosario Squatrito, di 22 anni, caporale tecnico US Army.
Santoro Calcara, di 24 anni, caporale tecnico US Army.

Elenco vittime prigionieri di guerra 15

Vincent Russo,
Paul J. Traficante,
Alfred L.De Flumeri,
Liberty J. Tremonte,
Joseph M. Farrell,
Salvatore DiSclafani,
Angelo Sirico,
Thomas N. Savino,
John J. Leone,
Joseph A. Libardi,
Livio Visceli,
Dominick Mauro,
Joseph Noia,
Rosario Squatrito,
Santoro Calcara

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


135. Brigata d Fortezza

Tipo di reparto: Wehrmacht

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Anton Dostler

    Nome Anton

    Cognome Dostler

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Le fucilazioni sono fatte eseguire dal comandante della 135a Brigata da Fortezza, colonnello Kurt Almers, in base all\'ordine emanato dal generale Anton Dostler. Almers avrebbe comunque tentato il 25 marzo di far annullare da Dostler l\'ordine di esecuzione.

    Note procedimento United States Military Commission, Processo al Generale Anton Dostler, Roma 8-12 ottobre 1945. La sentenza di condanna a morte è eseguita il primo dicembre 1945.

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Ameglia, piazza della libertà

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Ameglia, piazza della libertà

    Anno di realizzazione: 1990

    Descrizione: In Piazza della Libertà ad Ameglia esiste una lapide in memoria degli uccisi posta nel 1990.

  • lapide a Ameglia, punta bianca

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Ameglia, punta bianca

    Anno di realizzazione: 2004

    Descrizione: Nel 2004 il Comune di Ameglia e l\'American OSS Society hanno posizionato a Punta Bianca, luogo delle esecuzioni, una targa commemorativa.

  • cippo a Ameglia, via della pace

    Tipo di memoria: cippo

    Ubicazione: Ameglia, via della pace

    Descrizione: Un cippo è stato eretto in Via della Pace, nel luogo del seppellimento dei militari fucilati.

Bibliografia


Antonio Bianchi, La Spezia e Lunigiana. Società e politica dal 1861 al 1945, Angeli 1999, pp. 372-373.
United Nations War Crimes Commission, Law Reports of Trials of War Criminals, Vol. I, HMSO, London 1947, pp. 22-34.
Max Corvo, La Campagna d'Italia dei servizi segreti americani 1942-1945, LEG, Gorizia 2006, pp. 226-227.
Richard Raiber, Anatomy of Perjury: Field Marshal Albert Kesselring, Via Rasella, and the GINNY Mission, University of Delaware Press, Newark 2008, passim.

Sitografia


Informazioni biografiche sulle vittime sono presenti nel blog dedicato alle forze speciali www.specialforcesroh.com . Numerosi altri siti ad argomento storico presentano informazioni più o meno dettagliate sull\' “Operation Ginny”.

Fonti archivistiche

Fonti