MADDALENA DI SASSOLEONE CASALFIUMANESE 29.07.1944

(Bologna - Emilia-Romagna)

MADDALENA DI SASSOLEONE CASALFIUMANESE 29.07.1944

MADDALENA DI SASSOLEONE CASALFIUMANESE 29.07.1944
Descrizione

Località Maddalena di Sassoleone, Casalfiumanese, Bologna, Emilia-Romagna

Data 29 luglio 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: La mattina del 29 luglio 1944 Duilio Ghini e suo figlio Giovanni si stavano recando a lavorare nei campi quando alcuni tedeschi spararono loro addosso. Duilio Ghini fu colpito e ucciso, mentre il figlio restò illeso. I tedeschi dissero a Giovanni Ghini che avevano sparato perché nella zona erano presenti dei partigiani che avevano catturato dei tedeschi.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Violenze connesse: incendio di abitazione

Tipo di massacro: rappresaglia

Annotazioni: - Il Dizionario degli antifascisti e dei partigiani bolognesi e il sito Storia e memoria di Bologna alla voce Ghini Duilio scrivono che nacque a Casalfiumanese il 04/06/1895, figlio di Mamante e di Rita Santi e che morì nella strage di Sassoleone. Secondo la documentazione dei carabinieri risalente al dopoguerra Duilio Ghini nacque a Casalfiumanese il 16/07/1895 ed era figlio di Adamante e di Rosa Santi. Riteniamo che si tratti della stessa persona.
- Duilio Ghini risulta tra le vittime della strage di Sassoleone del 24/09/1944 elencate in un documento del sindaco di Casalfiumanese del 1946 riportato da Nazario Galassi nel suo Imola dal fascismo alla Liberazione 1930-1945, University Press Bologna, Imola, 1995, pp. 359-360, nota 78. Nella strage di Sassoleone morirono la sorella di Duilio Ghini, Giuseppina, e la nipote Maria Lelli.
- Il figlio della vittima nel dopoguerra dichiarò ai carabinieri che si trattò di una rappresaglia. Anche Giorgio Tonni nella sua testimonianza parlò di un atto di rappresaglia tedesco per uno scontro avvenuto poco prima con i partigiani. È probabile che i tedeschi stessero effettuando un’azione di rastrellamento o perlustrazione alla ricerca di partigiani dopo uno scontro.

Scheda compilata da ROBERTA MIRA
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-09-27 10:17:40

Vittime

Elenco vittime

Ghini Duilio, nato a Casalfiumanese (BO) nel 1895, residente a Sassoleone, località Maddalena, fondo Mercatale. È stato riconosciuto partigiano nella 62ª brigata Camicie Rosse con il nome di battaglia Ghiro dal 01/01/1944 al 24/09/1944.

Elenco vittime partigiani 1

Ghini Duilio

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • monumento a Bologna, piazza del Nettuno

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Bologna, piazza del Nettuno

    Descrizione: sacrario dei caduti partigiani; vi compare Duilio Ghini.

Bibliografia


- Giorgio Tonni (testimonianza), in Luciano Bergonzini, La Resistenza a Bologna. Testimonianze e documenti, vol. V, Comune di Bologna, Istituto per la storia di Bologna, 1980, pp. 421-422.

Sitografia


- Storia e memoria di Bologna:
Ghini Duilio
http://www.storiaememoriadibologna.it/ghini-duilio-478815-persona

Fonti archivistiche

Fonti

- AISPER, Fondo Commissione parlamentare d’inchiesta sulle cause dell’occultamento di fascicoli relativi a crimini nazifascisti (Armadio della vergogna), 4 Docc. consegnati maggio 2009, 44/1, f. 378, Legione territoriale dei carabinieri reali di Bologna, Compagnia di Imola, Statistica riguardante le violenze commesse da tedeschi e fascisti contro le popolazioni civili nella giurisdizione di questa compagnia, 15/05/1946 e f. 488, Dichiarazione di Giovanni Ghini (figlio della vittima), 20/04/1946 ivi allegata.