OPIFICIO MILITARE REGINA MARGHERITA TORINO 11.09.1943

(Torino - Piemonte)

OPIFICIO MILITARE REGINA MARGHERITA TORINO 11.09.1943

OPIFICIO MILITARE REGINA MARGHERITA TORINO 11.09.1943
Descrizione

Località Opificio militare, corso Regina Margherita, Torino, Torino, Piemonte

Data 11 settembre 1943

Matrice strage Nazista

Numero vittime 16

Numero vittime uomini 11

Numero vittime uomini ragazzi 1

Numero vittime uomini adulti 7

Numero vittime uomini anziani 3

Numero vittime donne 5

Numero vittime donne adulte 3

Numero vittime donne anziane 1

Numero vittime donne senza informazioni 1

Descrizione: Gli uomini della SS Leibstandarte Adolf Hitler entrano a Torino nel tardo pomeriggio del 10 settembre del 1943. L’esercito ha abbandonato la città poche ore prima, senza opporre resistenza. In breve tempo i tedeschi con un numero ridotto di uomini a disposizione si appropriano di una delle maggiori città industriali italiane e della valle di Susa, strategica per i collegamenti transfrontalieri. Il giorno seguente sempre a Torino molte persone rimangono uccise o gravemente ferite (qualcuno muore qualche giorno dopo negli ospedali cittadini) quando entrano nelle caserme abbandonate per saccheggiarle. Sono ovviamente i civili, e tra questi le donne in particolare, che si introducono nei magazzini militari alla ricerca di vestiario, scarpe, stoffe, spinti dalla necessità di procurarsi indumenti pressoché introvabili dopo tre anni di guerra. All'opificio militare situato in corso Belgio angolo corso Regina Margherita sono molti gli abitanti del quartiere che fanno ressa, alcuni si organizzano e portano via la roba con i carretti. Intorno a mezzogiorno arrivano i tedeschi: sparano e lanciano granate all'interno della struttura. I caduti sul posto sono numerosi, altri vengono trasportati feriti negli ospedali cittadini e muoiono lo stesso giorno o nei giorni seguenti. Il bilancio documentabile allo stato attuale della ricerca e con certezza è di diciassette morti. Numerosi anche i feriti, alcuni dei quali riportano danni permanenti.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: violenze legate all’armistizio e all’occupazione del territorio

Scheda compilata da BARBARA BERRUTI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-09-19 16:05:18

Vittime

Elenco vittime

Angiolini in Mangiavacchi, Annunziata, nata il 07/01/1887 a Torrita (SI) casalinga, residente a Torino
Badà Riccardo, nato il 24/10/1904 a Torino, litografo, residente a Torino
Barberis Teresa, nata nel 1926 a Torino, apprendista, residente a Torino
Cassiano Ugo Luigi, nato il 10/11/1925 a Torino, scolaro, residente a Torino
Cominetti Luigi, nato il 25/12/1885, a Ronsecco Vercellese(VC),tramviere, residente a Torino
Gagliardi, Pietro, nato il 20/04/1898 a Vespolate, NO, ferroviere, residente a Torino
Giacoletto, Giovanni, nato il 06/09/1906 a Ponte San Martino, AO,commerciante, residente a Torino
Pozzo in Gino, Giuseppina, nata il 31/05/1913 ad Asti,casalinga,residente a Torino
Rizzo, donna, residente a Torino
Romano, Giovanni, nato il 28/05/1886 a Ortanova (FG),manovale gommista; venditore ambulante, residente a Torino
Ruffino, Alessandro, nato il 07/06/1870 a Gassino(TO),venditore ambulante, residente a Torino
Sandri, Giuseppe, nato il 23/07/1895 a Benevello (CN), contadino, manovale, residente a Torino
Santomartino Enrico, nato il 04/12/1915 a Torino, verniciatore, residente a Torino
Scovero in Giulia, Maddalena, nata il 24/02/1894 a Montechiaro d\'Asti (AT),operaia, donna di fatica, residente a Torino
Valle,Giovanni, nato il 01/01/1895,a Marentino (TO), manovale residente a Torino
Vinesio Sergio, nato il 13/06/1928 a Asigliano Vercellese (VC), residente a Torino

Elenco vittime civili 16

Angiolini in Mangiavacchi, Annunziata,
Badà Riccardo,
Barberis Teresa,
Cassiano Ugo Luigi,
Cominetti Luigi,
Gagliardi, Pietro,
Giacoletto, Giovanni,
Pozzo in Gino, Giuseppina,
Rizzo,
Romano, Giovanni,
Ruffino, Alessandro,
Sandri, Giuseppe,
Santomartino Enrico,
Scovero in Giulia,
Valle,Giovanni,
Vinesio Sergio

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Torino

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Torino

    Descrizione: Una sola lapide in memoria di Annunziata Angiolini, casalinga.

Bibliografia


Città di Torino, Istituto Piemontese per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea, Torino 1938-1945. Una guida per la memoria, Blu Edizioni, Torino, 2003
Una violenza che viene da lontano: stragi naziste in provincia di Torino, Barbara Berruti in 40-45: guerra e società nella provincia di Torino, a cura di Bruno Maida, Blu edizioni, Torino, 2007
N. Adduci, Gli altri. Fascismo repubblicano e comunità nel Torinese, Franco Angeli, Milano, 2014
N. Adduci, B. Berruti, L. Boccalatte, G. Minute, Che il silenzio non sia silenzio. Memoria civica dei caduti della Resistenza a Torino, Museo diffuso della Resistenza e Istituto Piemontese per la Storia della Resistenza e della Società Contemporanea, Torino, 2015
N. Adduci, Gli altri. Fascismo repubblicano e comunità nel Torinese, Franco Angeli, Milano, 2014, pp. 73-75.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

Aistoreto, banca dati del partigianato piemontese, http://intranet.istoreto.it/partigianato/default.asp