Napoli, località imprecisata, 27.09.1943

(Napoli - Campania)

Napoli, località imprecisata, 27.09.1943

Napoli, località imprecisata, 27.09.1943
Descrizione

Località Napoli, Napoli, Napoli, Campania

Data 27 settembre 1943

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Questa vittima - insieme a molte altre - fu uccisa per rappresaglia in luoghi non precisati. L’utilizzazione del fondo Ricompart (Ufficio per il servizio riconoscimento qualifiche e per le ricompense ai partigiani), per ciò che riguarda la regione Campania, offre la possibilità di distinguere, in maniera abbastanza attendibile, tra vittime di strage (riconosciute “cadute per la lotta di Liberazione) e caduti in combattimento (riconosciuti “partigiani combattenti caduti”). Ciò vale soprattutto per le prime, in quanto la tendenza generale del dopoguerra era quella di richiedere, preferibilmente, il riconoscimento di un ruolo attivo (cioè, da combattente); è assai probabile, dunque, che quando la qualifica era quella di “caduto per la lotta di Liberazione” ci si trovasse di fronte a vittime inermi di strage.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: rappresaglia

Annotazioni: I nominativi, italiani e tedeschi, provengono dalla documentazione e dalla bibliografia disponibile. Sebbene non sia possibile attribuire a nessuno la responsabilità dei singoli episodi di strage, essi vengono ripetuti in ognuna delle schede relative al capoluogo campano. RESPONSABILI

TEDESCHI

Reparto (divisione, reggimento, battaglione, corpo di appartenenza, ecc.)

Comando Piazza Napoli; III./SS Polizei Regiment 12 (Ordnungspolizei); I./79. Panzer-Grenadier-Regiment (16. Panzer-Division) ; II. Panzer-Artillerie-Regiment HG (Fallschirm-Panzer-Division 1 "Hermann Göring"); Panzer-Aufklärungs-Abteilung 103 (Kampfgruppe von Zieten; 3. Panzer-Grenadier-Division); I./115. Panzer-Grenadier-Regiment (15. Panzer-Grenadier-Division); Flak-Regiment 57 (mot.); I. Flak-Regiment 49; 676° Landesschützen-Battailon; Heeres-Pionier-Bataillon (mot) 60; Luftwaffen-Jäger-Bataillon zbV 7

Nomi:

Col. Walter Scholl; Ten. Col. Schaumberg, vice comandante della piazza; Ten. Steffen Wessel, interprete del comando piazza; Cap. Sörgl; Ten. Bachofer, capo dell’ufficio politico della piazza di Napoli; Ten. Mohr, aiutante maggiore di Scholl; Cap. Kammermeyer, capo dell’ufficio servizi della piazza; Ten. Harrich, addetto all’amministrazione; Cap. Stumacher, comandante gendarmeria; Magg. Rheitel, comandante un raggruppamento della Goering; Ten. Breinovich, polacco appartenente alla Goering; Ten. Brust, capo dell’ufficio tattico; Ten. Pakhoffer, affari politici e ordine pubblico; Col. Wolfgang Maucke (115 Panzer-Grenadier-Regiment); Cap. Hans Joachim von Zieten (Panzer-Aufklärungs-Abteilung 103); Col. Berndt von Doering (79° Panzer-Grenadier-Regiment); Major Fritz Marold; Major Hugo Saggau

ITALIANI

Ruolo e reparto
Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale; Guardia di Finanza

Nomi:

Console Cuoco, capo della milizia; Ten. Col. GDF Maglio, capo della polizia cittadina

Scheda compilata da Isabella Insolvibile
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-07-11 14:52:34

Vittime

Elenco vittime

1. Izzo Nicola Marano (NA), 1.1.1925 Ucciso il 27.9.1943. Riconosciuto caduto per la lotta di Liberazione.

Elenco vittime civili 1

Izzo Nicola

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti