REDORTA VALBONDIONE 15.03.1945

(Bergamo - Lombardia)

REDORTA VALBONDIONE 15.03.1945

REDORTA VALBONDIONE 15.03.1945
Descrizione

Località Redorta e Valbondione, Valbondione, Bergamo, Lombardia

Data 15 marzo 1945

Matrice strage Fascista

Numero vittime 3

Numero vittime uomini 3

Numero vittime uomini adulti 3

Descrizione: In seguito a delazione, militi della Legione Tagliamento scoprono una radio rice-trasmittente della Organizzazione della Resistenza Italiana (ORI) nascosta nella centrale idroelettrica a Valbondione (Valle Seriana) e catturano gli operatori Aldo Campanella e Giovanni Bono, ferito durante la cattura, e l’ex carabiniere Cristoforo Moraschini, ucciso mentre tenta la fuga in località Redorta. Dopo essere stati brutalmente picchiati, Bono e Campanella vengono portati su un carretto sul piazzale della centrale elettrica Dossi e fucilati davanti a tutta la popolazione del paese, radunata perché assista all’esecuzione.

Modalità di uccisione: fucilazione

Violenze connesse: sevizie-torture

Tipo di massacro: punitivo

Estremi e note penali: Tribunale militare territoriale di Milano, procedimento contro Zuccari Merico e altri quindici.

Scheda compilata da MASSIMO FUMAGALLI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-06-01 08:52:26

Vittime

Elenco vittime

1. Aldo Campanella
2. Giovanni Bono nato nel 1922 a Torino.
3. Cristoforo Moraschini nato il 30.01.1918 a Bondione (BG).

Elenco vittime partigiani 2

Aldo Campanella,
Giovanni Bono

Elenco vittime carabinieri 1

Cristoforo Moraschini

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


1. legione d’assalto M “Tagliamento”

Tipo di reparto: Guardia Nazionale Repubblicana

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Salvasecca

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Salvasecca

    Descrizione: Lapide alle baite di Salvasecca

Bibliografia


Quando bastava un bicchier d’acqua. Tribunale militare territoriale di Milano, procedimento contro Zuccari Merico e altri quindici. Requisitoria del vice procuratore militare della Repubblica dott. Egidio Liberti, udienza dell’agosto 1952, dal testo stenografico. Tipolitografia di Borgosesia, Borgosesia, 1974.
Fontana Gabriele, Scampoli, La Resistenza brembana tra spontaneità e organizzazione, Il filo di Arianna, Bergamo, 2015.
Angelo Bendotti, I giorni alti. Bepi Lanfranchi e i suoi compagni, Il filo di Arianna, Bergamo, 2011.
Piero Malvezzi - Giovanni Pirelli (a cura di) Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana: 8 settembre 1943-25 aprile 1945, Torino, Einaudi, 2003.
Residori Sonia, Una legione in armi. La Tagliamento tra onore, fedeltà e sangue, Sommacampagna (Vr), Cierre Edizioni, 2013.
Angelo Bendotti, I giorni alti. Bepi Lanfranchi e i suoi compagni, Il filo di Arianna, Bergamo, 2011.

Sitografia


http://www.ultimelettere.it/?page_id=35&ricerca=410

Fonti archivistiche

Fonti