Amandola, 09.03.1944

(Fermo - Marche)

Amandola, 09.03.1944

Amandola, 09.03.1944
Descrizione

Località Amandola, Amandola, Fermo, Marche

Data 9 marzo 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Descrizione: Ai primi di marzo presso la statale 78 che porta da Amandola a Macerata alcuni partigiani bloccarono un sidecar che avevano avvistato in lontananza, per poi far scendere i due occupanti. Sembra che alcuni di essi avessero l’intenzione di fare prigionieri i soldati, altri solo di derubarli di tutte le armi in loro possesso e poi di lasciarli andare. Alla fine prevalse il secondo proposito. Pare che la reazione nazifascista non si fece attendere a lungo: il giorno stesso o secondo altri testimoni il giorno successivo, arrivarono ad Amandola numerosi mezzi corazzati con forze italiane e tedesche, che iniziarono un ampio rastrellamento della zona. Fratini Antonio, che si stava allontanando per i campi, venne freddato senza che gli venisse data la possibilità di spiegare la sua fuga. Nel frattempo alcuni soldati si recarono a perquisire la casa della famiglia Nocelli dove trovarono in cantina della ami – secondo alcuni quelle sequestrate ai due soldati tedeschi – che il capofamiglia aveva nascosto. In seguito al ritrovamento delle armi, i tedeschi lo fucilarono immediatamente.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: rappresaglia
--> Per saperne di più sulle tipologie

Scheda compilata da Chiara Donati
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-07-19 10:17:39

Vittime

Elenco vittime

Fratini Antonio, n. a M. Falcone il 10/06/1906, paternità Martino, qualifica Partigiano caduto, Btg. Batà (08/01/1944 – 09/03/1944), riconosciutagli il 20/02/1946 ad Ancona
Nocelli Gualtiero, n. a Cingoli il 20/01/1898, paternità Giulio, qualifica Partigiano caduto, Btg. Batà (08/01/1944 – 09/03/1944), grado Comandante squadra – Maresciallo, riconosciutagli il 20/02/1946 ad Ancona.

Elenco vittime partigiani 2

Fratini Antonio
Nocelli Gualtiero

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


Femio Clementi, Per non dimenticare, Grafiche di Censo, Avezzano 2004.

Sitografia


www.storiamarche900.it/main?p=storia_territorio_amandola

Fonti archivistiche

Fonti

Archivio Centrale dello Stato, Fondo Ricompart - Ufficio per il servizio riconoscimento qualifiche e per le ricompense ai partigiani, Marche, schedario e pratica:
n. 281/bis (Fratini Antonio);
n. 293 (Nocelli Gualtiero), trasmessa al Distretto militare di Ascoli Piceno il 01/10/1959.