Amandola, 09.03.1944

(Fermo - Marche)

Amandola, 09.03.1944

Amandola, 09.03.1944
Descrizione

Località Amandola, Amandola, Fermo, Marche

Data 9 marzo 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Descrizione: Ai primi di marzo presso la statale 78 che porta da Amandola a Macerata alcuni partigiani bloccarono un sidecar che avevano avvistato in lontananza, per poi far scendere i due occupanti. Sembra che alcuni di essi avessero l’intenzione di fare prigionieri i soldati, altri solo di derubarli di tutte le armi in loro possesso e poi di lasciarli andare. Alla fine prevalse il secondo proposito. Pare che la reazione nazifascista non si fece attendere a lungo: il giorno stesso o secondo altri testimoni il giorno successivo, arrivarono ad Amandola numerosi mezzi corazzati con forze italiane e tedesche, che iniziarono un ampio rastrellamento della zona. Fratini Antonio, che si stava allontanando per i campi, venne freddato senza che gli venisse data la possibilità di spiegare la sua fuga. Nel frattempo alcuni soldati si recarono a perquisire la casa della famiglia Nocelli dove trovarono in cantina della ami – secondo alcuni quelle sequestrate ai due soldati tedeschi – che il capofamiglia aveva nascosto. In seguito al ritrovamento delle armi, i tedeschi lo fucilarono immediatamente.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: rappresaglia

Scheda compilata da Chiara Donati
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-07-19 10:17:39

Vittime

Elenco vittime

Fratini Antonio, n. a M. Falcone il 10/06/1906, paternità Martino, qualifica Partigiano caduto, Btg. Batà (08/01/1944 – 09/03/1944), riconosciutagli il 20/02/1946 ad Ancona
Nocelli Gualtiero, n. a Cingoli il 20/01/1898, paternità Giulio, qualifica Partigiano caduto, Btg. Batà (08/01/1944 – 09/03/1944), grado Comandante squadra – Maresciallo, riconosciutagli il 20/02/1946 ad Ancona.

Elenco vittime partigiani 2

Fratini Antonio
Nocelli Gualtiero

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


Femio Clementi, Per non dimenticare, Grafiche di Censo, Avezzano 2004.

Sitografia


www.storiamarche900.it/main?p=storia_territorio_amandola

Fonti archivistiche

Fonti

Archivio Centrale dello Stato, Fondo Ricompart - Ufficio per il servizio riconoscimento qualifiche e per le ricompense ai partigiani, Marche, schedario e pratica:
n. 281/bis (Fratini Antonio);
n. 293 (Nocelli Gualtiero), trasmessa al Distretto militare di Ascoli Piceno il 01/10/1959.