Sestola, 21.08.1944

(Modena - Emilia-Romagna)

Sestola, 21.08.1944

Sestola, 21.08.1944
Descrizione

Località Sestola, Sestola, Modena, Emilia-Romagna

Data 21 agosto 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Il rastrellamento di Fanano e Sestola dell’11-12 agosto 1944 dà origine a una vera e propria battaglia ("Battaglia di Rocchetta"), in cui ben 11 partigiani muoiono, la maggior parte caduti in un agguato mentre stanno attraversando il fiume Scoltenna. Durante lo scontro si verificano alcuni episodi di fucilazioni. A Rocchetta tre partigiani (i cui nomi compaiono nell'elenco dei caduti) vengono feriti gravemente e poi uccisi a sangue freddo: due di questi per ritorsione (a uno viene scaricato l'intero caricatore della pistola, invece l'altro, moribondo, più volte viene preso per i capelli, tirato su e gli viene sparato in testa per essere rigettato a terra), la terza (Bedonni), anch'essa moribonda, viene uccisa a sangue freddo da un soldato per impossessarsi di una piccola pistola.
A Rocchetta viene catturato Ferrari, che verrà poi fucilato il 21 agosto), a Trentino viene ucciso Giacomelli, mentre Uguccioni viene preso, poi di lui non si saprà più nulla (disperso), inoltre un ragazzo sedicenne (rimasto ignoto, se ne andrà dopo la guerra) viene picchiato a sangue e ne porterà le conseguenze per molto tempo. Durante la battaglia vengono incendiate alcune case di Trentino e Rocchetta.
Il giorno seguente (12 agosto) l'operazione si estende anche verso le valli di Serrazzone-Ospitale e Fellicarolo di Fanano.

Modalità di uccisione: fucilazione

Annotazioni: I tedeschi nei loro bollettini riportano: "Nel corso dell'operazione antibande nella zona di Rocetta [recte, Rocchetta] (6,5 km a nord-nord-est di Fanano) scovato finora un deposito delle bande. Uccisi 10 banditi e 2 donne di malaffare armate di fucile, catturati 4 banditi; dopo l'interrogatorio verranno impiccati. Arrestati altri 15 uomini abili alle armi. Incendiata 1 casa. Bottino: 2 mitragliatrici leggere italiane, 3 pistole mitragliatrici inglesi, 1 pistola mitragliatrice italiana, 20 caricatori e munizioni per le pistole mitragliatrici, 6 carabine (tedesche e italiane), 1 pistola, 1 zaino con esplosivo, 4 cavalli, due dei quali uccisi, 2 animali da tiro."

Scheda compilata da Massimo Turchi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-03-08 19:25:19

Vittime

Elenco vittime

Ferrari Aurelio 19/09/1890 21/08/1944 Sestola Sestola Rocchetta Sandri Fabbro
Ferrari viene catturato l\'11 agosto, ma fucilato il 21 agosto.

Elenco vittime civili 1

Ferrari Aurelio

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


Carlo Gentile, "I crimini di guerra tedeschi in Italia", Einaudi, Torino, 2015.
Ermanno Gorrieri, "La Repubblica di Montefiorino", Il Mulino, Bologna, 1996
Ilva Vaccari, "Dalla parte della libertà. I caduti modenesi nel periodo della Resistenza entro e fuori i confini della provincia, Forestieri e stranieri caduti in territorio modenese", Santa Sofia di Romagna, Stabilimento tipografico dei Comuni, 1999.
Giovanni Carpani, "Belvedere terra di Resistenza", Comitato per il XXX della Repubblica e della Costituzione, Bologna, 1975.
Giovanni Verni, "La brigata Bossi", Milano, La Pietra, 1975
Pier Giorgio Ardeni, "Cento ragazzi e un capitano. La brigata Giustizia e Libertà "Montagna" e la Resistenza sui monti dell'alto Reno tra storia e memoria", Pendragon, Bologna, 2014
Luciano Bergonzini, "La Resistenza a Bologna. Testimonianze e documenti", vol. V, Istituto per la storia di Bologna, Bologna, 1970
Elenco nominativo dei partigiani dell'Emilia Romagna - Bologna. Ricerca coordinata da Luciano Casali e Alberto Preti (ultimo aggiornamento 2013) www.storia-culture-civilta.unibo.it/it/biblioteca/fondi-1/partigiani

Sitografia


Progetto \"Storia e Memoria di Bologna\": www.storiaememoriadibologna.it

Fonti archivistiche

Fonti

Procura militare di La Spezia, numero registro: 949
Fonte CPI: 44/1 e 49/15; 44/10
Fonte CIT: AUSSME n. 1/11, b. 2131 bis