Grgarske Ravne, Grgar (Rauna di Gargaro), Nova Gorica, 31.03.1944

(Gorizia / Slovenia - territori situati ora all\'estero)

Grgarske Ravne, Grgar (Rauna di Gargaro), Nova Gorica, 31.03.1944

Grgarske Ravne, Grgar (Rauna di Gargaro), Nova Gorica, 31.03.1944
Descrizione

Località Grgarske Ravne, Grgar (Rauna di Gargaro), Nova Gorica, Gorizia / Slovenia, territori situati ora all\'estero

Data 31 marzo 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 20

Numero vittime uomini 20

Numero vittime uomini senza informazioni 20

Descrizione: Il 31 marzo 1944 un gruppo di 20 partigiani, fra cui diversi ex militari del Regio Esercito, giunsero a Rauna di Gargaro, sull'altipiano della Bainsizza, dove trovarono rifugio nell'osteria del paese. Poco tempo dopo giunse in paese anche un reparto nazifascista di domobranci, ucraini e militi fascisti, al comando di un ufficiale tedesco. Quando fu dato l'allarme le case erano già circondate ed i partigiani furono catturati senza difficoltà. Dopo aver impiccato al balcone di una casa un tenente dell'Esercito Italiano, che aveva cercato di opporsi alla cattura, il reparto si diresse verso Salona d'Isonzo portando con se i partigiani e 12 abitanti presi come ostaggi. Allontanatasi dal villaggio, dopo aver rilasciato i civili, lungo i sentieri del monte Jelenik i nazifascisti uccisero i partigiani, massacrandoli con i coltelli e i calci del fucile. I cadaveri mutilati furono raccolti dagli abitanti di Rauna e sepolti nel cimitero del paese.

Modalità di uccisione: arma da taglio,uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: rastrellamento

Scheda compilata da Giorgio Liuzzi e Fabio Verardo

Ultimo aggiornamento dei dati: 2018-04-23 14:19:02

Vittime

Elenco vittime

20 partigiani

Elenco vittime partigiani 20

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


Luciano Patat, Percorsi della Memoria Civile. La resistenza nella Provincia di Gorizia, IFSML, Udine, 2005. A. Buvoli - F. Cecotti - L. Patat (a cura di), Atlante storico della lotta di liberazione italiana nel Friuli Venezia Giulia: una Resistenza di confine, 1943-1945, Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione - Centro Isontino di ricerca e documentazione storica e sociale L. Gasparini - Istituto Regionale per la Storia del Movimento di Liberazione nel Friuli Venezia Giulia - Istituto Provinciale per la Storia del Movimento di Liberazione e dell’età contemporanea, Udine-Gradisca d’Isonzo-Trieste-Pordenone 2006.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti