TOSSINO DI MODIGLIANA 23.11.1944

(Forlì-Cesena - Emilia-Romagna)

TOSSINO DI MODIGLIANA 23.11.1944

TOSSINO DI MODIGLIANA 23.11.1944
Descrizione

Località Tossino, Casa Merlasco, Modigliana, Forlì-Cesena, Emilia-Romagna

Data 23 novembre 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini anziani 1

Numero vittime donne 1

Numero vittime donne adulte 1

Descrizione: La sera del 23 novembre 1944 un militare tedesco, pare di nazionalità sovietica o russa, che era alloggiato nella Casa Merlasco di Tossino, prima di ritirarsi sulle colline verso Nord con la sua unità entrò nella stalla dove si trovavano Giuseppe Albonetti e la moglie Emilia Saviotti e tentò di stuprare quest’ultima. Albonetti intervenne per difendere la moglie e il militare lo percosse al punto che Albonetti non riuscì più ad alzarsi. Poi il militare picchiò Emilia Saviotti e le strappò un orecchio; non è chiaro se la stuprò. Emilia Saviotti e Giuseppe Albonetti decedettero pochi giorni dopo per il violento pestaggio subito.

Modalità di uccisione: tortura a morte

Violenze connesse: stupro

Tipo di massacro: ritirata

Scheda compilata da ROBERTA MIRA
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-16 19:40:05

Vittime

Elenco vittime

Albonetti Giuseppe, nato a Modigliana (FC) il 10/09/1878, proprietario del podere Casa Merlasco. Marito di Emilia Saviotti. Civile.
Saviotti Emilia, nata a Modigliana (FC) il 29/05/1891. Moglie di Giuseppe Albonetti. Civile.

Elenco vittime civili 2

Albonetti Giuseppe,
Saviotti Emilia

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Tossino di Modigliana (FC), facciata della chiesa

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Tossino di Modigliana (FC), facciata della chiesa

    Descrizione: Lapide che ricorda le vittime civili e militari della guerra 1940-1945; vi compaiono i coniugi Albonetti e Saviotti.

Bibliografia


Adler Raffaelli, Guerra e Liberazione. Romagna 1943-1945. Storiografia, Epigrafia, vol. II, Epigrafia, Comitato regionale per le celebrazioni del 50° anniversario della Resistenza e della liberazione Emilia-Romagna, Bologna, 1995, p. 125.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

AISPER, Fondo Commissione parlamentare d’inchiesta sulle cause dell’occultamento di fascicoli relativi a crimini nazifascisti (Armadio della vergogna), 4 Docc. consegnati maggio 2009, 44/1, f. 292, Legione dei carabinieri reali di Bologna, Stazione di Modigliana, Violenze commesse dai tedeschi e dai fascisti durante la loro dominazione, 10/02/1945 e f. 294 dichiarazione di Emilia Albonetti (nipote delle vittime), 26/01/1945.
AISRFC, Eccidi, b. 11, fascicolo Albonetti Giuseppe e Saviotti Emilia.
CPI, 16/65.