TOSSINO DI MODIGLIANA 23.11.1944

(Forlì-Cesena - Emilia-Romagna)

TOSSINO DI MODIGLIANA 23.11.1944

TOSSINO DI MODIGLIANA 23.11.1944
Descrizione

Località Tossino, Casa Merlasco, Modigliana, Forlì-Cesena, Emilia-Romagna

Data 23 novembre 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini anziani 1

Numero vittime donne 1

Numero vittime donne adulte 1

Descrizione: La sera del 23 novembre 1944 un militare tedesco, pare di nazionalità sovietica o russa, che era alloggiato nella Casa Merlasco di Tossino, prima di ritirarsi sulle colline verso Nord con la sua unità entrò nella stalla dove si trovavano Giuseppe Albonetti e la moglie Emilia Saviotti e tentò di stuprare quest’ultima. Albonetti intervenne per difendere la moglie e il militare lo percosse al punto che Albonetti non riuscì più ad alzarsi. Poi il militare picchiò Emilia Saviotti e le strappò un orecchio; non è chiaro se la stuprò. Emilia Saviotti e Giuseppe Albonetti decedettero pochi giorni dopo per il violento pestaggio subito.

Modalità di uccisione: tortura a morte

Violenze connesse: stupro

Tipo di massacro: ritirata
--> Per saperne di più sulle tipologie

Scheda compilata da ROBERTA MIRA
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-16 19:40:05

Vittime

Elenco vittime

Albonetti Giuseppe, nato a Modigliana (FC) il 10/09/1878, proprietario del podere Casa Merlasco. Marito di Emilia Saviotti. Civile.
Saviotti Emilia, nata a Modigliana (FC) il 29/05/1891. Moglie di Giuseppe Albonetti. Civile.

Elenco vittime civili 2

Albonetti Giuseppe,
Saviotti Emilia

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Tossino di Modigliana (FC), facciata della chiesa

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Tossino di Modigliana (FC), facciata della chiesa

    Descrizione: Lapide che ricorda le vittime civili e militari della guerra 1940-1945; vi compaiono i coniugi Albonetti e Saviotti.

Bibliografia


Adler Raffaelli, Guerra e Liberazione. Romagna 1943-1945. Storiografia, Epigrafia, vol. II, Epigrafia, Comitato regionale per le celebrazioni del 50° anniversario della Resistenza e della liberazione Emilia-Romagna, Bologna, 1995, p. 125.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

AISPER, Fondo Commissione parlamentare d’inchiesta sulle cause dell’occultamento di fascicoli relativi a crimini nazifascisti (Armadio della vergogna), 4 Docc. consegnati maggio 2009, 44/1, f. 292, Legione dei carabinieri reali di Bologna, Stazione di Modigliana, Violenze commesse dai tedeschi e dai fascisti durante la loro dominazione, 10/02/1945 e f. 294 dichiarazione di Emilia Albonetti (nipote delle vittime), 26/01/1945.
AISRFC, Eccidi, b. 11, fascicolo Albonetti Giuseppe e Saviotti Emilia.
CPI, 16/65.