via Pigna Napoli 30-9-1943

(Napoli - Campania)

via Pigna Napoli 30-9-1943

via Pigna Napoli 30-9-1943
Descrizione

Località via Pigna, Napoli, Napoli, Campania

Data 30 settembre 1943

Matrice strage Nazista

Numero vittime 6

Numero vittime uomini 6

Numero vittime uomini adulti 5

Numero vittime uomini anziani 1

Descrizione: La strage avvenne alla fine delle Quattro Giornate di Napoli. Le sei vittime furono prelevate durante i combattimenti avvenuti nella masseria Pezzalonga di via Case Puntellate. Non coinvolti nella strage là avvenuta, furono portati in via Pigna e fucilati, dopo essere stati costretti a svolgere alcuni esercizi ginnici. Arena fu finito a colpi d’arma bianca, secondo un testimone a opera di un italiano della milizia.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: rappresaglia

Scheda compilata da Isabella Insolvibile
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-11 18:48:54

Vittime

Elenco vittime

1. Arena Antonio Cosenza, 21.8.1908 Marinaio. Riconosciuto partigiano combattente caduto
2. Cembrola Varriale Vincenzo Napoli, 28.10.1918 Riconosciuto partigiano combattente caduto
3. Gravina Gennaro Napoli, 2.2.1925 Riconosciuto caduto per la lotta di Liberazione
4. Greco Mario Orta di Atella, 4.12.1901 Riconosciuto caduto per la lotta di Liberazione
5. Morra Ferdinando Napoli, 27.4.1877 Riconosciuto partigiano combattente caduto
6. Palumbo Giuseppe Napoli, 31.1.1924 Forse caduto in combattimento. Riconosciuto partigiano combattente caduto.

Elenco vittime civili 3

Elenco vittime partigiani 3

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a

    Tipo di memoria: lapide

    Descrizione: Una lapide, posta nel 1996 sul muro dell’edificio dal quale si accedeva alla masseria, ricorda, con qualche inesattezza, i nomi di alcune delle vittime della masseria Pezzalonga e di alcuni dei fucilati nella strage di via Pigna. Un’altra lapide, posizionata nel 1949 dall’Associazione Unione Cattolica, è presente all’esterno della chiesa dell’Addolorata alla Pigna, ma ricorda solo alcune delle vittime della strage della masseria, mentre alcuni nominativi della strage della Pigna sono riportati sulla lapide posta sulla facciata esterna del liceo Sannazaro.

Bibliografia


Abbate, Giovanni, Le Quattro Giornate di Napoli vissute, descritte e documentate dai protagonisti. 1943-1983 (La Resistenza continua), Napoli, s.e., 1984;
Andrae, Friedrich, La Wehrmacht in Italia. La guerra delle forze armate tedesche contro la popolazione civile, Roma, Editori Riuniti, 1997;
Artieri, Giovanni (a c. di), Le quattro giornate, Napoli, Marotta, 1963, e Firenze, Le Lettere, 2007;
Aversa, Nino, Napoli sotto il terrore tedesco. Contributo alla storia degli avvenimenti dall’Armistizio alla Liberazione, Napoli, s.e., s.d. [ante 1947];
Barbagallo, Corrado, Napoli contro il terrore nazista. 28 settembre-1° ottobre 1943, Napoli, Maone, 1946?, poi a c. di Muzzupappa, Corrado, Napoli, La Città del Sole, 2004;
Chianese, Gloria (a c. di), Mezzogiorno 1943. La scelta, la lotta, la speranza, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 1996;
Chianese, Gloria, “Quando uscimmo dai rifugi”. Il Mezzogiorno tra guerra e dopoguerra, Roma, Carocci, 2004;
Cortesi, Luigi et alii, La Campania dal fascismo alla Repubblica. Società, politica, cultura, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 1977;
D’Agostino, Guido, Le Quattro Giornate di Napoli. 28 settembre-primo ottobre 1943, Roma, Tascabili Economici Newton, 1998;
De Antonellis, Giacomo, Le quattro giornate di Napoli, Milano, Bompiani, 1973;
De Jaco, Aldo, Le quattro giornate di Napoli, Roma, Editori Riuniti, 1956 (con il titolo La città insorge) e 1972;
Gargano, Pietro, Le Quattro Giornate di Napoli 70 anni dopo, Napoli, “Il Mattino”, 2013;
Gentile, Carlo, I crimini di guerra tedeschi in Italia 1943-1945, Torino, Einaudi, 2015;
Gribaudi, Gabriella, Guerra totale. Tra bombe alleate e violenze naziste. Napoli e il fronte meridionale, Torino, Bollati Boringhieri, 2005;
Gribaudi, Gabriella, Memoria e oblio. Massacri nazisti nel napoletano, 1943, “Nord e Sud”, 6, 1999;
Gribaudi, Gabriella, Napoli 1943. Memoria individuale e memoria collettiva, “Quaderni storici”, 101/ a. XXXIV, n. 2, agosto 1999;
Gribaudi, Gabriella (a cura di), Terra bruciata. Le stragi naziste sul fronte meridionale, Napoli, L’ancora del Mediterraneo, 2003;
Klinkhammer, Lutz, L’occupazione tedesca in Italia. 1943-1945, Torino, Bollati Boringhieri, 1993;
Orbitello, Mario, Napoli alla riscossa, ovvero le Quattro Giornate, Napoli, Ranucci, 1963;
Pansini, Edoardo, Goliardi e scugnizzi nelle Quattro Giornate napoletane, Napoli, Cimento, s.d. (1945);
Schettini, Giulio (a c. di), Le barricate a Napoli. Alcuni episodi e qualche verità sulle azioni di guerriglia della III zona, Napoli, Artigianelli, 1943;
Schiano, Pasquale, La Resistenza nel Napoletano, Napoli-Foggia-Bari, C.E.S.P., 1965;
Schreiber, Gerhard, La vendetta tedesca. 1943-1945. Le rappresaglie naziste in Italia, Milano, Mondadori, 2001;
Soverina, Francesco, La difficile memoria. La Resistenza nel Mezzogiorno e le Quattro Giornate di Napoli, Napoli, Libreria Dante & Descartes, 2012;
Tarsia in Curia, Antonino, La verità sulle “Quattro Giornate” di Napoli, Napoli, Genovese, 1950 – Edizioni Scientifiche Italiane, 1993.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

AUSSME N 1-11 Relazioni allegate a DS-b. 2133- fasc. Italia meridionale Campania
Ministero Difesa, Onorcaduti, Banca dati
ACS, Fondo “Ufficio per il servizio riconoscimento qualifiche e per le ricompense ai partigiani, Campania”
Elenco dei caduti a Napoli stilato dalla prof.ssa Gabriella Gribaudi sulla base della documentazione dell’anagrafe cittadina