FIORENTINA MEDICINA 28-29.12.1944

(Bologna - Emilia-Romagna)

FIORENTINA MEDICINA 28-29.12.1944

FIORENTINA MEDICINA 28-29.12.1944
Descrizione

Località Fiorentina, Medicina, Bologna, Emilia-Romagna

Data 28 dicembre 1944 - 29 dicembre 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Descrizione: La notte tra il 28 e il 29 dicembre 1944 alcuni fascisti (che secondo la moglie di Rosta e Giovanni Parini appartenevano alle Brigate nere) si presentarono a casa di Gino Rosta in cerca del fratello di Gino, Giuseppe, membro della Resistenza. Gino Rosta disse di non sapere dove si trovasse suo fratello; i fascisti allora lo picchiarono e poi, condottolo fuori casa, lo uccisero. Il corpo fu lasciato sul luogo dell’uccisione fino al giorno successivo quando i fascisti vennero a prelevarlo e lo portarono via. La moglie dichiarò che il corpo fu ritrovato in una fossa a Borgo Panigale alla periferia di Bologna, mentre secondo il volume di Giovanni Parini fu abbandonato nei pressi di Castenaso (BO). Che si trattasse di Castenaso è più logico, vista la posizione di Castenaso rispetto a Medicina e Bologna e la posizione di Borgo Panigale che si trova troppo lontano e in direzione di Modena al capo opposto del centro abitato di Bologna. Prima di andarsene i fascisti rubarono viveri, denaro e vestiti ai Rosta.
Nella stessa notte i fascisti (secondo la testimonianza della moglie di Lollini erano accompagnati da tedeschi) si presentarono anche a casa di Gualtiero Lollini e gli ordinarono di seguirlo, ma a non molta distanza dalla casa si fermarono, lo interrogarono, lo picchiarono e infine lo uccisero.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Violenze connesse: furto e-o saccheggio

Tipo di massacro: punitivo

Annotazioni: Autori; fascisti, forse delle Brigate nere di Medicina e Bologna.

Scheda compilata da ROBERTA MIRA
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-09 22:44:35

Vittime

Elenco vittime

Lollini Gualtiero, nato a Medicina (BO) il 23/08/1910, bracciante. Ispettore organizzativo nel battaglione Morara della 5ª brigata Matteotti Bonvicini. Anche suo fratello Roveno era partigiano e risulta disperso (v. Episodio di Medicina (BO), 22 settembre 1944). Gualtiero Lollini fu riconosciuto partigiano dal 09/09/1943 al 27/12/1944.
Rosta Gino, nato a Mirandola (MO) il 28/02/1913, residente a Medicina (BO), bracciante. Suo fratello Giuseppe fu partigiano della 7ª Gap, distaccamento di Medicina Gino Rosta fu riconosciuto partigiano della 5ª brigata Matteotti Bonvicini dal 20/11/1943 al 28/12/1944.

Elenco vittime partigiani 2

Lollini Gualtiero
Rosta Gino

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


- Luigi Arbizzani, Nazario Sauro Onofri, Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919-1945), vol. V, Dizionario biografico R-Z, Comune di Bologna, Istituto per la storia di Bologna, Bologna, 1998, p. 135.
- Giovanni Parini, Medicina: 1919-1945. Fascismo, antifascismo e guerra di liberazione, Comune di Medicina, Medicina, 1995, pp. 145-146.

Sitografia


- Storia e memoria di Bologna:
Lollini Gualtiero
http://www.storiaememoriadibologna.it/lollini-gualtiero-478897-persona
Rosta Gino
http://www.storiaememoriadibologna.it/rosta-gino-479442-persona

Fonti archivistiche

Fonti

- AISPER, Fondo Commissione parlamentare d’inchiesta sulle cause dell’occultamento di fascicoli relativi a crimini nazifascisti (Armadio della vergogna), 4 Docc. consegnati maggio 2009, doc. 44/1, f. 387, Legione territoriale dei Carabinieri Reali di Bologna, Compagnia di Imola, Statistica riguardante le violenze commesse da tedeschi e fascisti contro le popolazioni civili nella giurisdizione di questa Compagnia, 15/05/1946 e ff. 404 e 438 Dichiarazione della moglie di Rosta, 11/04/1946, e dichiarazione della moglie di Lollini, 15/04/1946.