VIA DELLA CERTOSA BOLOGNA 15.12.1944

(Bologna - Emilia-Romagna)

VIA DELLA CERTOSA BOLOGNA 15.12.1944

VIA DELLA CERTOSA BOLOGNA 15.12.1944
Descrizione

Località via della Certosa, Bologna, Bologna, Emilia-Romagna

Data 15 dicembre 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Giovanni Martini ‘Paolo’ - vicecomandante del distaccamento di città della 7 Brigata Garibaldi GAP Gianni, protagonista dell’azione presso il carcere di San Giovanni in Monte del 9 agosto 1944 e della battaglia di porta Lame - nei primi giorni del dicembre 1944 è arrestato su delazione in una bar di via del Pratello da militi dell’Ufficio politico della GNR. Detenuto presso la caserma di via Borgolocchi, viene per giorni inter-rogato e torturato dal coll. Angelo Serantini e dal tenente Bruno Monti: un cerchio di ferro gli viene appli-cato alla testa e stretto a poco a poco per strappargli notizie sulla sua attività partigiana. Martini però si ri-fiuta di fornire informazioni e viene infine fucilato.
Il suo cadavere è abbandonato il 15 dicembre 1944 davanti all'ingresso principale del cimitero della Certo-sa.

Modalità di uccisione: fucilazione

Trattamento dei cadaveri: Esposizione dei cadaveri

Tipo di massacro: punitivo

Estremi e note penali: CAS Bologna

f.360/1945 - Monti Bruno [MANCANTE]
sentenza n. 42 del 7/03/1946
L’imputato, tenente dell’UPI dell’Ispettorato regionale della GNR, è accusato di concorso nell’uccisione di Martini Nino (Giovanni) ‘Paolo’, fucilato a Bologna il 15.12.1944. La presenza dell’imputato all’esecuzione del Martini è provata da una nota del Comando provinciale GNR al Capo provincia datata 6/02/1945 pre-sentata agli atti. La partecipazione dell’imputato insieme al coll. Angelo Serantini all’interrogatorio del Martini è inoltre provata dalla copia del verbale d’interrogatorio.
La corte riconosce l’imputato colpevole del reato ascrittogli e lo condanna alla pena di morte mediante fu-cilazione (la Corte di Cassazione con sentenza del 31/05/1946 dispone l’annullamento e rinvia alla CAS di Modena).

Annotazioni: Si veda anche la scheda Via della Certosa, Bologna, 1.04.1944

Scheda compilata da TONI ROVATTI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2018-01-26 12:53:46

Vittime

Elenco vittime

Martini Giovanni ‘Paolo’, n. il 16/10/1910 a Bologna - partigiano
Pavimentatore. E’ tra i fondatori della 7 Brigata Garibaldi GAP Gianni, di cui diviene vice comandante. In-sieme ad altri 11 gappisti partecipa il 9/08/1944 all’azione al carcere di San Giovanni in Monte, nel corso della quale sono liberati circa 300 detenuti. Arrestato nei primi giorni del dicembre 1944 è rinchiuso nella caserma di via Borgolocchi, dove viene sottoposto a feroci torture.
E\' sepolto nel Monumento Ossario ai Caduti Partigiani della Certosa di Bologna ed è ricordato nel Sacrario di Piazza Nettuno.
[Diz. IV]

Elenco vittime partigiani 1

Martini Giovanni

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Reparto GNR non precisato

Tipo di reparto: Guardia Nazionale Repubblicana

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Bruno Monti

    Nome Bruno

    Cognome Monti

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile ten. Bruno Monti, UPI GNR - Presenzia all’interrogatorio e alla fucilazione

    Note procedimento CAS Bologna f.360/1945 - Monti Bruno [MANCANTE] sentenza n. 42 del 7/03/1946 L’imputato, tenente dell’UPI dell’Ispettorato regionale della GNR, è accusato di concorso nell’uccisione di Martini Nino (Giovanni) ‘Paolo’, fucilato a Bologna il 15.12.1944. La presenza dell’imputato all’esecuzione del Martini è provata da una nota del Comando provinciale GNR al Capo provincia datata 6/02/1945 pre-sentata agli atti. La partecipazione dell’imputato insieme al coll. Angelo Serantini all’interrogatorio del Martini è inoltre provata dalla copia del verbale d’interrogatorio. La corte riconosce l’imputato colpevole del reato ascrittogli e lo condanna alla pena di morte mediante fu-cilazione (la Corte di Cassazione con sentenza del 31/05/1946 dispone l’annullamento e rinvia alla CAS di Modena).

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • onorificenza alla persona a Giovanni Martini

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Ubicazione: Giovanni Martini

    Descrizione: Medaglia d’oro al valor militare alla memoria a Giovanni Martini «Comandante della 7a brigata GAP fu sempre tra i primi nella lotta contro l\'invasore e alla testa dei suoi valorosi partigiani combattè per lunghi mesi nelle più difficili condizioni di ambiente elevando la fama della sua brigata alle più alte sfere della leggenda. Catturato, fu sottoposto ad orribili sevizie ed un cerchio di ferro gli fu applicato al capo, che veniva lentamente stretto onde strappargli col dolore notizie sull\'attività partigiana. Ma l\'inumana tortura non lo piegò e ne esaltò anzi il leonino coraggio e la sublime fede. Mentre con un ultimo giro di vite i carnefici gli fracassarono la scatola cranica, le sue labbra si dischiusero e la fiera risposta fu: \"L\'idea non si serve con la delazione, ma con il sacrificio» Bologna, 15 dicembre 1944. A Martini è intitolata la 2 Brigata Garibaldi

  • lapide a Bologna, Certosa

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Bologna, Certosa

    Descrizione: Lapide Giovanni Martini, muro d’ingresso della Certosa

  • lapide a Bologna, via Pietralata angolo via del Pratello

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Bologna, via Pietralata angolo via del Pratello

    Descrizione: Lapide partigiani comunisti

  • monumento a Bologna, piazza del Nettuno

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Bologna, piazza del Nettuno

    Descrizione: Sacrario dei caduti partigiani di Bologna e provincia, piazza del Nettuno

  • monumento a Bologna, cimitero della Certosa

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Bologna, cimitero della Certosa

    Descrizione: Monumento Ossario ai Caduti Partigiani, cimitero della Certosa

Bibliografia


Alessandro Albertazzi, Luigi Arbizzani, Nazario Sauro Onofri, Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fa-scismo nel Bolognese (1919-1945), Dizionario biografico Vol. IV, Istituto per la storia di Bologna, Bologna, 1985-1998, ad nomen
Luciano Bergonzini, La svastica a Bologna: settembre 1943-aprile 1945, Il Mulino, Bologna, 1998, pp. 73, 275
Mario De Micheli, Settima Gap, Bacchilega, Imola, 2011, p. 144
Ena Frazzoni, Note di vita partigiana a Bologna, Tamari, Bologna, 1972, pp. 125-126

Sitografia


Storia e Memoria di Bologna
Giovanni Martini
http://www.storiaememoriadibologna.it/martini-giovanni-478310-persona

Assalto al carcere di San Giovanni in Monte
http://www.storiaememoriadibologna.it/assalto-al-carcere-di-san-giovanni-in-monte-14-evento

Cronologia Sala Borsa
15 dicembre 1944 - Tortura e morte di Giovanni Martini (Paolo) e Ferruccio Magnani (Giacomo)
http://www.bibliotecasalaborsa.it/cronologia/bologna/1944/1679

Biografie Anpi
Giovanni Martini
http://www.anpi.it/donne-e-uomini/giovanni-martini/

Monumenti che parlano - Quartiere Saragozza
Lapide partigiani comunisti
http://www.comune.bologna.it/saragozza-resistenza/partigiani-comunisti.php

Fonti archivistiche

Fonti

Volantino del Comando della 7 Brigata Garibaldi GAP Gianni, 27 dicembre 1944

AS Bologna, Corte d’Appello penale, CAS Bologna, sentenze 1946, n. 42 del 7/03/1946