VIA SAN DONATO, BOLOGNA, 19.09.1944

(Bologna - Emilia-Romagna)

VIA SAN DONATO, BOLOGNA, 19.09.1944

VIA SAN DONATO, BOLOGNA, 19.09.1944
Descrizione

Località Via San Donato, Bologna, Bologna, Emilia-Romagna

Data 19 settembre 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Il 19 settembre 1944 una squadra di militi in borghese della GNR al comando del ten. Amleto Salmi irrompe nell’abitazione del partigiano comunista Egisto Felisati, ubicata in via San Donato 10/3 e utilizzata come luogo d’incontro dai membri di una cellula del movimento clandestino.
In casa sono presenti Felisati, la moglie Giannina Molinari, la figlia Silvana e il garzone Adriano Regazzi, abitante nello stesso stabile. Sbattuta al muro e insultata la moglie, i militi raggiungono la camera da letto e uccidono sul posto a colpi di rivoltella Egisto Felisati.
Giannina Molinari, Silvana Felisati e a Adriano Regazzi sono arrestati e condotti presso il Comando della GNR di via Mengoli 14 (fuori Porta Mazzini), sede dell’Ufficio politico investigativo della GNR affidato al coll. Angelo Serrantini. Qui la Molinari è sottoposta ad interrogatorio, durante il quale è insultata e picchiata dal ten.Salmi. Trasferita insieme alla figlia presso le carceri di San Giovanni in Monte, dove passano la notte, le due donne sono ricondotte al comando della GNR di via Mengoli il mattino seguente, nuovamente interrogate ed infine rilasciate.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Violenze connesse: stupro

Trattamento dei cadaveri: Esposizione dei cadaveri

Tipo di massacro: punitivo

Estremi e note penali: CAS Vicenza
Salmi Amleto (detto Walter)
sentenza n. ? del 18/04/1946
CAS Bologna
f.267/1945 - Marcelli Felicita
sentenza n. 198 dell’ 8/10/1945
La Marcelli è accusata di delazione a danno di Egisto Felisati ucciso nella sua abitazione di via S. Donato 10 il 19/09/1944 con colpo di rivoltella, in seguito ad incursione GNR comandata dal ten. Salmi Amleto ed è condannata in primo grado a 20 anni di reclusione.

Note sulla memoria (per maggiori informazioni vedi la sezione apposita): Benché la documentazione processuale attribuisca l’episodio ad una squadra in borghese di militi della GNR al comando del ten. Salmi, la memoria pubblica (e in primis la stessa Giannina Molinari, vedova Felisati) erroneamente considera gli assalitori inquadrati nella Brigata Nera locale.

Scheda compilata da Toni Rovatti
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2017-04-29 13:03:28

Vittime

Elenco vittime

Egisto Felisati ‘Otello’, n. il 5/01/1903 a Bologna - partigiano
Cameriere. Militante del PCI dal 1921, è arrestato alla fine del 1937. Deferito al Tribunale speciale è con-dannato a 16 anni di carcere per appartenenza al PCI e propaganda. E’ imprigionato prima a Fossano (CN), quindi a Castelfranco Emilia (MO) da dove viene liberato l? 8/09/1943.
Prende parte alla lotta di liberazione a Bologna operando nella zona di San Donato, nel quartiere dove è ubicata la sua casa che diviene sede di incontri organizzativi. Milita nella 7 Brigata Garibaldi GAP Gianni e nella 4 Brigata Garibaldi Venturoli.
E\' sepolto nel Monumento Ossario ai Caduti Partigiani della Certosa di Bologna ed è ricordato nel Sacrario di Piazza Nettuno.

Elenco vittime partigiani 1

Felisati Egisto.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


GNR di Bologna

Tipo di reparto: Guardia Nazionale Repubblicana

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Amleto Salmi

    Nome Amleto

    Cognome Salmi

    Ruolo nella strage Autore

    Stato individuato sulla base di indagine o di procedimento italiano

    Note responsabile detto Walter. Tenente. Comandante della spedizione

    Note procedimento CAS Vicenza Salmi Amleto (detto Walter) sentenza n. ? del 18/04/1946

    Tipo di reparto fascista Guardia Nazionale Repubblicana

    Nome del reparto GNR di Bologna

  • Bruno Monti

    Nome Bruno

    Cognome Monti

    Ruolo nella strage Autore

    Stato individuato sulla base di indagine o di procedimento italiano

    Note responsabile tenente.

    Tipo di reparto fascista Guardia Nazionale Repubblicana

    Nome del reparto GNR di Bologna

  • Felicita Marcelli

    Nome Felicita

    Cognome Marcelli

    Ruolo nella strage Delatore

    Stato individuato sulla base di indagine o di procedimento italiano

    Note procedimento Riconosciuta colpevole di delazione in merito all’episodio dalla CAS di Bologna, in contatto con il ten. Salmi e sorella di Vittorio Marcelli, milite fascista residente nello stabile di via San Donato 10/3

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

  • Franco Bentivogli

    Nome Franco

    Cognome Bentivogli

    Ruolo nella strage Autore

    Stato individuato sulla base di indagine o di procedimento italiano

    Note responsabile milite.

    Tipo di reparto fascista Guardia Nazionale Repubblicana

    Nome del reparto GNR di Bologna

  • Gilberto Quintavalli

    Nome Gilberto

    Cognome Quintavalli

    Ruolo nella strage Autore

    Note responsabile milite

    Tipo di reparto fascista Guardia Nazionale Repubblicana

    Nome del reparto GNR di Bologna

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • monumento a Bologna, Certosa, cimitero

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Bologna, Certosa, cimitero

    Descrizione: Monumento Ossario ai Caduti Partigiani, cimitero della Certosa

  • altro a Bologna, piazza Nettuno

    Tipo di memoria: altro

    Ubicazione: Bologna, piazza Nettuno

    Descrizione: Sacrario dei caduti partigiani di Bologna e provincia, piazza del Nettuno

  • lapide a Bologna, via Giuseppe Bentivogli

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Bologna, via Giuseppe Bentivogli

    Descrizione: Lapide Cirenaica, via Giuseppe Bentivogli 42 La lapide ricorda coloro che caddero per la libertà tra il 1943 e 1945 nella zona della Cirenaica, costituita da numerosi caseggiati costruiti nel periodo fascista con nomi di vie inneggianti alla conquista dell\'Africa. La lapide comprende i nomi di 33 partigiani uccisi, fra cui quello di Egisto Felisati.

Bibliografia


Alessandro Albertazzi, Luigi Arbizzani, Nazario Sauro Onofri, Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel Bolognese (1919-1945), Dizionario biografico Vol. III, Istituto per la storia di Bologna, Bologna, 1985-1998, ad nomen

Sitografia


Storia e Memoria di Bologna, Egisto Felisati, http://www.storiaememoriadibologna.it/felisati-egisto-478184-persona

Biografie Anpi, Egisto Felisati, http://www.anpi.it/donne-e-uomini/egisto-felisati/

Il filo Rosso della memoria, quella casa in via S. Donato, http://www.filorossomemoria.it/component/content/article/55-quella-casa-in-via-s-donato

Comune di Bologna - Quartiere San Vitale, Lapide Cirenaica, http://www.comune.bologna.it/quartieresanvitale/servizi/150:28157/?output=pdf&view=true

Fonti archivistiche

Fonti

AS Bologna, Corte d’Appello penale, CAS Bologna, sentenze 1945, n.198 del 8/10/1945
AS Bologna, Corte d’Appello penale, CAS Bologna, fascicoli 1945, b. 5, f. 267/1945
AS Bologna, Questura, Gabinetto, Persone pericolose per la sicurezza dello Stato, Defunti, b. 17, f. Felisati Egisto Otello (17 dicembre 1937 - 22 settembre 1958)
ACS, CCP, b. 1994, f. Felisati Egisto Otello