VIA AZZO GARDINO BOLOGNA 26.07.1944

(Bologna - Emilia-Romagna)

VIA AZZO GARDINO BOLOGNA 26.07.1944

VIA AZZO GARDINO BOLOGNA 26.07.1944
Descrizione

Località Via Azzo Gardino, Bologna, Bologna, Emilia-Romagna

Data 26 luglio 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Il professor Floriano Bassi, aderente al CLN cittadino e operante nella Brigata Matteotti Città, viene fermato il 7 luglio 1944 insieme al gruppo dirigente della Federazione giovanile socialista, di cui fa parte, ma dopo pochi giorni è rilasciato.
Arrestato nuovamente il 25 luglio 1944 da militi della Brigata nera, è condotto presso la sede della federazione fascista repubblicana in via Manzoni 4 al cospetto del federale Pietro Torri, che a sua volta lo affida al capo dell’ufficio politico del Pfr.
Nelle ore seguenti viene brutalmente torturato e ucciso. Durante la notte il suo corpo sfigurato è abbandonato in via Azzo Gardino, dove viene rinvenuto la mattina del 26 luglio 1944.

Modalità di uccisione: fucilazione

Trattamento dei cadaveri: Esposizione dei cadaveri

Tipo di massacro: punitivo

Estremi e note penali: CAS Bologna
f. 290/1945 - Fortunati Agostino
sentenza n. 127 del 17/07/1946
L’imputato, in qualità di capo dell’Ufficio Politico della federazione fascista repubblicana di Bologna, è accusato dell’omicidio di Bassi. Benché secondo la testimonianza di Giuseppe Giovetti il prof. Bassi, dopo essere stato consegnato al federale Torri venga affidato al magg. Agostino Fortunati, la corte lo assolve dall’imputazione per insufficienza di prove.
f. 374/1945 - Giovetti Giuseppe
sentenza n. 94 del 19/06/1946
L’imputato, sottufficiale BBNN, accusato dell’arresto del prof. Bassi è condannato per la specifica imputazione. Giovetti infatti in istruttoria ammette di aver eseguito l’arresto. Dichiara inoltre di aver consegnato il prigioniero al federale Torri nel cortile della sede della federazione di Bologna, che a sua volta lo avrebbe affidato al maggiore Fortunati.
f.12/1947 - Matteini Romeo (latitante)
sentenza n. ? del 13/06/1947
Il tenente Matteini, comandante dell’Ufficio politico delle BBNN presso la caserma di via Borgolocchi, è accusato di aver disposto per la cattura del prof.Bassi. Secondo le dichiarazioni rilasciate dal ten. Giovetti si tratta infatti dell’ufficiale superiore che lo incarica - una prima volta il 23 luglio e una seconda volta il 25 luglio - di procedere all’ordine di cattura disposto dalla Questura.

Annotazioni: E’ da tenere in considerazione il fatto che al momento dell’uccisione del prof. Bassi il Pfr bolognese è in corso di militarizzazione attraverso la mobilitazione di tutti gli iscritti dai 18 ai 60 anni e la costituzione della XXIII Brigata nera intitolata a Eugenio Facchini, affidata al comando del federale Torri.
Considerata in questa prospettiva, la brutalità che contraddistingue l’uccisione di Floriano Bassi potrebbe essere spiegata anche quale forma di vendetta tardiva per l’uccisione del federale bolognese, legato da precedenti rapporti di conoscenza con la vittima.

Note sulla memoria (per maggiori informazioni vedi la sezione apposita): Per quanto la ricostruzione documentale dell’episodio attesti che il prof. Bassi sia stato arrestato dalle BBNN, alcune ricostruzioni - fra cui quella di Luigi Colombari e Giampaolo Pansa - avanzano l’ipotesi che la pregressa conoscenza con elementi fascisti (in particolare Eugenio Facchini) e il fatto di essere stato rilasciato dopo una retata, abbiano reso il Bassi sospetto di doppio-gioco in ambito resistenziale. E che di conseguenza la sua eliminazione sia stata pianificata ed eseguita ad opera di partigiani.

Scheda compilata da Toni Rovatti
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-08 17:16:07

Vittime

Elenco vittime

Floriano Bassi, n. 11/11/1919 a Bologna - antifascista/partigiano
Insegnante di matematica. Iscritto al PSI. Negli anni dell’Università frequenta il Gruppo universitario fascista bolognese e collabora al mensile “Architrave”, dove entra in contatto con Eugenio Facchini ultimo direttore della rivista e futuro segretario federale del Pfr. All?inizio del 1943 è arrestato per attività antifascista. Liberato dopo il 25 luglio milita nella Federazione giovanile socialista. Dopo l?8 settembre entra a far parte del gruppo dirigente della FGSI e della Brigata Matteotti Città. Tra il maggio e l’inizio di luglio 1944 si adopera per la pubblicazione di “Rivoluzione socialista”, organo clandestino della FGSI di orientamento anticapitalista, che dirige insieme a Renato Tega fino all’arresto del gruppo dirigente della sezione giovanile il 7/07/1944.

Elenco vittime partigiani 1

Bassi Floriano.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Agostino Fortunati

    Nome Agostino

    Cognome Fortunati

    Ruolo nella strage Autore

    Stato individuato sulla base di indagine o di procedimento italiano

    Note responsabile maggiore, Capo Ufficio Politico della federazione fascista repubblicana che prende in consegna il prigioniero dal federale Pietro Torri

    Note procedimento CAS Bologna, f. 290/1945 - Fortunati Agostino sentenza n. 127 del 17/07/1946 L’imputato, in qualità di capo dell’Ufficio Politico della federazione fascista repubblicana di Bologna, è accusato dell’omicidio di Bassi. Benché secondo la testimonianza di Giuseppe Giovetti il prof. Bassi, dopo essere stato consegnato al federale Torri venga affidato al magg. Agostino Fortunati, la corte lo assolve dall’imputazione per insufficienza di prove.

    Nome del reparto Ufficio Politico della federazione fascista repubblicana di Bologna

  • Giuseppe Giovetti

    Nome Giuseppe

    Cognome Giovetti

    Ruolo nella strage Autore

    Stato individuato sulla base di indagine o di procedimento italiano

    Note responsabile Milite BBNN incaricato dell’arresto

    Note procedimento CAS Bologna, f. 374/1945 - Giovetti Giuseppe sentenza n. 94 del 19/06/1946 L’imputato, sottufficiale BBNN, accusato dell’arresto del prof. Bassi è condannato per la specifica imputa-zione. Giovetti infatti in istruttoria ammette di aver eseguito l’arresto. Dichiara inoltre di aver consegnato il prigioniero al federale Torri nel cortile della sede della federazione di Bologna, che a sua volta lo avrebbe affidato al maggiore Fortunati.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 23. Brigata nera “Eugenio Facchini” di Bologna

  • Romeo Matteini

    Nome Romeo

    Cognome Matteini

    Ruolo nella strage Autore

    Stato individuato sulla base di indagine o di procedimento italiano

    Note responsabile tenente, Comandante Ufficio Politico BBNN responsabile dell’ordine d’arresto

    Note procedimento f.12/1947 - Matteini Romeo (latitante) sentenza n. ? del 13/06/1947 Il tenente Matteini, comandante dell’Ufficio politico delle BBNN presso la caserma di via Borgolocchi, è accusato di aver disposto per la cattura del prof.Bassi. Secondo le dichiarazioni rilasciate dal ten. Giovetti si tratta infatti dell’ufficiale superiore che lo incarica - una prima volta il 23 luglio e una seconda volta il 25 lu-glio - di procedere all’ordine di cattura disposto dalla Questura.

    Nome del reparto Ufficio Politico della federazione fascista repubblicana di Bologna

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • onorificenza alla persona a

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Descrizione: Alla memoria di Bassi è intitolato un battaglione della Brigata Matteotti Città

  • onorificenza alla persona a

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Descrizione: A Bassi è intitolata una sezione del PSI bolognese.

  • monumento a Bologna, via Marzabotto 10/2 e 10

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Bologna, via Marzabotto 10/2 e 10

    Descrizione: Memoriali ai partigiani che combatterono i nazifascisti a Bologna Via Marzabotto, 10/2 e 10

Bibliografia


Alessandro Albertazzi, Luigi Arbizzani, Nazario Sauro Onofri, Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel Bolognese (1919-1945), Dizionario biografico Vol. II, Istituto per la storia di Bologna, Bologna, 1985-1998, ad nomen
Luciano Bergonzini, La svastica a Bologna: settembre 1943-aprile 1945, Il Mulino, Bologna, 1998, pp. 37, 38, 111
Luigi Colombari, Vecchie storie di giovani (Bologna 1942-1945), Giraldi, Bologna, 2010, pp. 109-110, 188-190
Luigi Colombari, La penultima verità. Fatti e misfatti a Bologna (1943-1945), Giraldi, Bologna, 2012
Nazario Sauro Onofri, Documenti dei socialisti bolognesi sulla Resistenza. I diari delle tre brigate Matteotti, La Squilla, Bologna, 1975, pp. 163-165
Nazario Sauro Onofri, I socialisti bolognesi nella Resistenza, La squilla, Bologna, 1965, p. 68

Sitografia


Storia e Memoria di Bologna
3 Brigata Matteotti Città
http://www.storiaememoriadibologna.it/3a-brigata-matteotti-citta-12-organizzazione
Cronologia Biblioteca Sala Borsa
27 luglio 1944 - Morte di Floriano Bassi
http://www.bibliotecasalaborsa.it/cronologia/bologna/1944/2453

Fonti archivistiche

Fonti

AS Bologna, Corte d’Appello penale, CAS Bologna, sentenze, n. 127 del 17/07/1946; n. 94 del 19/06/1946;
AS Bologna, Corte d’Appello penale, CAS Bologna, fascicoli 1945, b. 6, f. 290; fascicoli 1947, b. 1, f. 12