POLIGONO DI TIRO BOLOGNA 03.01.1944

(Bologna - Emilia-Romagna)

POLIGONO DI TIRO BOLOGNA 03.01.1944

POLIGONO DI TIRO BOLOGNA 03.01.1944
Descrizione

Località Poligono di tiro via Agucchi 98, Bologna, Bologna, Emilia-Romagna

Data 3 gennaio 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 3

Numero vittime uomini 3

Numero vittime uomini adulti 3

Descrizione: Nell’autunno del 1943 si insedia sui monti dell'alto Reno tra Poggiolforato e Vidiciatico (Lizzano in Belve-dere) un primo raggruppamento partigiano costituito da numerosi ex militari bolognesi e pistoiesi. I componenti provenienti per la maggior parte dalla città hanno scarsa conoscenza del territorio, manca-no di rifornimenti e di collegamenti con le altre bande presenti in zona.
La base della formazione, insediata presso Cà Berna, il 27 novembre 1943 è attaccata da un reparto te-desco: ne consegue uno scontro a fuoco e l’arresto di tre partigiani. Giancarlo Romagnoli, Adriano Bru-nelli e Lino Formili sono da prima detenuti nelle carceri di San Giovanni in Monte a Bologna. Condannati a morte il 31 dicembre 1943 dal Tribunale di guerra tedesco per banda armata e detenzione abusiva di armi, vengono fucilati il 3 gennaio 1944 presso poligono di tiro di via Agucchi.
La notizia della loro morte è resa pubblica dal Comando della Militaerkommandantur della provincia di Modena e Bologna attraverso un manifesto bilingue affisso per le strade della città il 4 gennaio 1944, in cui si annuncia l’avvenuta esecuzione di cinque condanne a morte: oltre a quella dei tre arrestati presso Lizzano Belvedere, è menzionata la fucilazione di Amerigo Donatini e Max Emiliani eseguita nel mede-simo luogo il 30 dicembre 1943.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: punitivo

Annotazioni: Dopo la cattura e la fucilazione di Adriano Brunelli, Lino Formili e Giancarlo Romagnoli, la formazione di Lizzano in Belvedere si sposta a Maresca (PT), mentre quasi tutti i bolognesi l’abbandonano.
Il manifesto bilingue che annuncia l’avvenuta fucilazione reca il cognome errato Formilli.

Si veda anche la scheda Poligono di tiro, Bologna, 30.12.1943

Note sulla memoria (per maggiori informazioni vedi la sezione apposita): Il Sacrario sul muro esterno di Palazzo d’Accursio nasce subito dopo la liberazione di Bologna per iniziati-va spontanea della popolazione che porta fotografie e ricordi delle vittime nel luogo che è stato per mesi teatro di fucilazioni sommarie fasciste.

Scheda compilata da TONI ROVATTI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-08-03 15:48:46

Vittime

Elenco vittime

Brunelli Adriano, n. il 7/4/1924 a Baricella - partigiano
Studente. Milita in una delle prime formazioni partigiane della provincia di Bologna, che si costituisce nell’autunno del 1943 nella zona di Poggiolforato (Lizzano in Belvedere).
E\' sepolto nel Monumento Ossario ai Caduti Partigiani della Certosa di Bologna.

Formili Lino, n. il 21/6/ 1916 a Lizzano in Belvedere - partigiano
Autista. Presta servizio militare negli autieri con il grado di sergente maggiore. Dopo l’8 settembre 1943 milita in una delle prime formazioni partigiane della provincia di Bologna, che si costituisce nella zona di Poggiolforato (Lizzano in Belvedere).
E\' sepolto nel Monumento Ossario ai Caduti Partigiani della Certosa di Bologna ed è ricordato nel Sacrario di Piazza Nettuno.

Romagnoli Giancarlo, n. il 13/5/1924 a Pianoro - partigiano
Meccanico. Nel 1943 residente a Bologna. Presta servizio militare in cavalleria a Bologna. Dopo l’8 settem-bre 1943 milita in una delle prime formazioni partigiane della provincia di Bologna, che si costituisce nella zona di Poggiolforato (Lizzano in Belvedere).
E\' sepolto nel Monumento Ossario ai Caduti Partigiani della Certosa di Bologna ed è ricordato nel Sacrario di Piazza Nettuno.

Elenco vittime partigiani 3

Brunelli Adriano
Formili Lino
Romagnoli Giancarlo

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Aussenkommando Sipo-SD Bologna

Tipo di reparto: Polizei
Appartenenza: Sicherheitspolizei u. SD

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Bologna. via Broccaindosso 44

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Bologna. via Broccaindosso 44

    Descrizione: Lapide a ricordo di Giancarlo Romagnoli

  • lapide a Bologna

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Bologna

    Descrizione: Romagnoli è il più giovane partigiano «fucilato dall’occupante tedesco» a Bologna, come ricorda la targa collocata sulla facciata della casa dove abitava con la sua famiglia (prima dello sfollamento a Vidiciatico per ripararsi dai bombardamenti sulla città).

  • monumento a Bologna, Poligono di Tiro, via Agucchi

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Bologna, Poligono di Tiro, via Agucchi

    Descrizione: Monumento in ricordo dei 270 caduti partigiani fucilati al Poligono di Tiro, via Agucchi

  • monumento a Bologna, piazza del Nettuno

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Bologna, piazza del Nettuno

    Descrizione: Sacrario dei caduti partigiani di Bologna e provincia, piazza del Nettuno

  • monumento a Bologna, cimitero della Certosa

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Bologna, cimitero della Certosa

    Descrizione: Monumento Ossario ai Caduti Partigiani, cimitero della Certosa

Bibliografia


Pier Giorgio Ardeni, Cento ragazzi e un capitano. La brigata Giustizia e Libertà Montagna e la Resistenza sui monti dell'alto Reno tra storia e memoria, Pendragon, Bologna, 2014, pp. 36-38, 40,47, 53-54

Alessandro Albertazzi, Luigi Arbizzani, Nazario Sauro Onofri, Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fa-scismo nel Bolognese (1919-1945), Dizionario biografico Vol. II - III - V, Istituto per la storia di Bologna, Bologna, 1985-1998, ad nomen

Luigi Arbizzani, Antifascismo e lotta di Liberazione nel bolognese Comune per comune, ANPI, Bologna, 1998, pp. 16, 132

Luciano Bergonzini, La svastica a Bologna: settembre 1943-aprile 1945, Il Mulino, Bologna, 1998, p. 42

Nazario Sauro Onofri, Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel Bolognese (1919-1945), Vol. I Bologna dall’antifascismo alla Resistenza, ISREBO, Bologna, 2005, pp. 71, 249-250, 367

Sitografia


Storia e memoria di Bologna
Poligono di tiro
http://www.storiaememoriadibologna.it/poligono-di-tiro-220-luogo

Eccidi delle SD
http://www.storiaememoriadibologna.it/eccidi-delle-sd-90-evento

Adriano Brunelli
http://www.storiaememoriadibologna.it/brunelli-adriano-478087-persona

Lino Formili
http://memoriadibologna.comune.bologna.it/formilli-formili-lino-478200-persona

Giancarlo Romagnoli
http://www.storiaememoriadibologna.it/romagnoli-giancarlo-478430-persona

Cronologia Sala Borsa
3 gennaio 1944 - Giancarlo Romagnoli primo partigiano bolognese fucilato
http://www.bibliotecasalaborsa.it/cronologia/bologna/1944/300

1 novembre 1943 - La formazione partigiana \"Carlo Pisacane”
http://www.bibliotecasalaborsa.it/cronologia/bologna/1943/3666

Monumenti che parlano - La Resistenza a San Vitale
Giancarlo Romagnoli giovane partigiano
http://www.comune.bologna.it/sanvitale-resistenza/romagnoli.php

Fonti archivistiche

Fonti

Avviso bilingue, f.to Der Militaerkommandant der Provinzen Bologna und Modena, 3.01.1944, Archivio Istituto Parri, fondo Luciano Bergonzini