Ugliano, San Severino, 26.04.1944

(Macerata - Marche)

Ugliano, San Severino, 26.04.1944

Ugliano, San Severino, 26.04.1944
Descrizione

Località Ugliano, San Severino Marche, Macerata, Marche

Data 26 aprile 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Nel corso del rastrellamento eseguito dalle forze nazifasciste la mattina del 26 aprile 1944 nella zona del Sanseverinate, precisamente nella frazione di Ugliano avvennero diversi episodi di violenza, uno di questi riguardò il giovane Attilio Marchetti, ucciso intorno alle 6.20 di quella mattina da alcuni soldati tedeschi. Si trovava fuori dalla sua abitazione insieme al più giovane compaesano Aladino Rossetti (classe 1925) quando arrivarono i militari, che irruppero nella casa per vedere se vi fosse qualche partigiano nascosto. Aladino fuggì via, attraverso i campi, incitando l’amico a fare altrettanto, ma Attilio rimase lì. All’uscita, i tedeschi forse irritati per non aver trovato nulla o per aver visto la fuga dell’altro ragazzo, spararono su due piedi a Marchetti. Asportarono poi dalla sua abitazione tutto quanto potesse avere per loro una qualche utilità o fosse facilmente vendibile.
Due giorni dopo il suo corpo fu tumulato nel cimitero parrocchiale di Corsciano.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Violenze connesse: furto e-o saccheggio

Tipo di massacro: rastrellamento

Annotazioni: Stando alle indicazioni del database di Gentile, nei giorni in cui si verificò l’ampia operazione di rastrellamento nella provincia di Macerata, che colpì anche il Sanseverinate, erano in zona:
Bandenbekämpfungsstab von Kamptz: I./SS-Polizei-Regiment 20, II./Brandenburg 3, Battaglione “M”, Einsatzkommando Bürger.

Scheda compilata da Chiara Donati
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-07-17 09:58:59

Vittime

Elenco vittime

Marchetti Attilio, n. 16/05/1916 a San Severino, agricoltore di Ugliano, qualifica Caduto per rappresaglia, riconosciutagli il 16/04/1946 ad Ancona.

Elenco vittime civili 1

Marchetti Attilio

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • monumento a San Severino, viale Mazzini

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: San Severino, viale Mazzini

    Descrizione: Il nome della vittima è tra quelli del monumento ai Caduti di San Severino, in viale Mazzini, realizzato per commemorare il ventennale della resistenza nel Maceratese.

Bibliografia


Ai Caduti per la libertà, numero unico del Comitato di San Severino Marche per le Onoranze ai Gloriosi Caduti per la libertà - 8 ottobre 1944, Tip. C. Bellabarba, San Severino Marche 1944. Ristampato anastaticamente nel 1984, in occasione del 40° anniversario della Liberazione di San Severino Marche.
Anpi San Severino Marche, La Resistenza a San Severino. Testimonianze, stampa 1993.
Comitato Cittadino Celebrazioni Ventennale della Resistenza (a cura di), La Resistenza in San Severino Marche (8 settembre 1943-1 luglio 1944), Bellabarba, San Severino Marche 1965.
Luca Maria Cristini (a cura di), Mosè Di Segni medico partigiano. Memorie di un protagonista della Guerra di Liberazione (1943-1944), edizioni della Riserva naturale regionale del Monte San Vicino e del Monte Canfaito, San Severino 2011.
Ruggero Giacomini, Ribelli e partigiani. La resistenza nelle Marche 1943-1944, affinità elettive, Ancona 2008.
Enzo e Elio Giantomassi, I nostri martiri. Esempi luminosi di eroismo nella descrizione di E. e E. Giantomassi, Xilografie del prof. A. Bellabarba, Tipografia C. Bellabarba, San Severino Marche 1945.
Raoul Paciaroni, Una lunga scia di sangue. La guerra e le sue vittime nel Sanseverinate (1943-1944), Hexagon Group, San Severino Marche 2014.
Gualberto Piangatelli, Tempi e vicende della Resistenza a San Severino Marche, ANPI, Macerata 1985, p. 102.
Bruno Taborro, Le operazioni del Battaglione “Mario”, in Livio Piccioni, Andrea Mulas (a cura di), Per la memoria della Resistenza nel Camerinese, Arte Lito, Camerino 2004, pp. 82-88.

Sitografia


www.storiamarche900.it/main?p=storia_territorio_sanseverino
www.storiamarche900.it/main?p=storia_territorio_valdiola

Fonti archivistiche

Fonti

Archivio Centrale dello Stato, Fondo Ricompart - Ufficio per il servizio riconoscimento qualifiche e per le ricompense ai partigiani, Marche, schedario e pratica n. 1193, trasmessa al Distretto militare di Macerata 04/08/1961.
Archivio Parrocchiale di Ugliano, Liber Mortuorum (1873-1988), n. 390.
Archivio Storico Camerino, Pretura di San Severino Marche, Affari Civili non contenziosi anno 1945, f. 46.
Bundesarchiv-Militärarchiv, RH 24-75/22.
GTB, vol. 10, 06.05.44.
Archivio dell’istituto per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Macerata, fondo Anpi di San Severino, “Carte varie su Resistenza e dopoguerra a San Severino 1944-1988”, b. 1, f. 1.
Archivio dell’istituto per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Macerata, fondo Anpi di San Severino, “Documenti sulla Resistenza a San Severino 1943-1993”, b. 1, f. 2.
Archivio dell’istituto per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Macerata, fondo ANPI di Macerata, serie Comuni della Provincia, “San Severino Marche 1932-1998”, b. 4, f. 35.
Ufficio SC del Comune di Sanseverino, RAM anno 1944, parte I, ufficio II (C.S. Pietro), atto n. 7.
Ivi, Scheda individuale, mod. B, di Marchetti Attilio.