Suviana, Castel di Casio, 26.09.1944

(Bologna - Emilia-Romagna)

Suviana, Castel di Casio, 26.09.1944

Suviana, Castel di Casio, 26.09.1944
Descrizione

Località Suviana, Castel di Casio, Bologna, Emilia-Romagna

Data 26 settembre 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 4

Numero vittime uomini 4

Numero vittime uomini adulti 4

Descrizione: Per la descrizione dell'episodio si segue la ricostruzione di Bernardini e Omenti che appare la più credibile. Il mattino del 26 settembre 1944 inizia un rastrellamento di tedeschi guidati da militi della Gnr, sono alla ricerca di partigiani e sanno chi e dove cercare. L'operazione parte da Poggio Barone (Castel di Casio) e investe la località Cisola, dove i soldati irrompono nella casa di Masotti Cirillo che viene catturato. La colonna raggiunge poi Capanna dei Moratti, dove si divide, un gruppo si ferma, mentre il resto, col prigioniero, prosegue verso Ca' Gardini. I soldati che si sono fermati a Capanna dei Moratti lanciano una bomba a mano dentro al casone "di Tanarin" che prende fuoco, quindi due SS e un milite della Gnr sfondano la porta di casa Guidotti, ma trovano solamente la madre Marchione e Giuliano, il figlio che è ammalato. Dopo aver perquisito la casa se ne vanno. Nel frattempo il capo famiglia Giovanni Battista, poco distante, è intento al lavoro nei campi, invece il figlio Gino bada a una mucca, quando viene raggiunto dal fratello Silvio che gli porta da mangiare, con loro si trovano anche altre persone. All'arrivo dei tedeschi tutti scappano in cerca di un rifugio. Anche Giovanni Battista e i due figli fuggono, il padre vi riesce perché è il più lontano dai soldati, invece i figli vengono catturati.
Alla fine i due gruppi di soldati si riuniscono e i tre prigionieri vengono condotti nella località Molinello, poi vengono di nuovo trasferiti, questa volta a un centinaio di metri dalla diga del bacino di Suviana, dietro l'attuale muro del campo di calcio, dove sono fucilati.
Lo stessa mattina, verso le 11-11e30, la diga del bacino di Suviana (minata qualche giorno prima) viene fatta saltare da genieri delle SS. Arienti, il quale come altre presone si è rifugiato nel bosco in località Poggi, incuriosito dello scoppio esce per vedere cosa sta succedendo e incappa in una pattuglia di SS che lo uccidono all'istante.

Modalità di uccisione: fucilazione

Violenze connesse: incendio di abitazione

Tipo di massacro: rastrellamento

Estremi e note penali: Trasmessi atti al TMT di La Spezia con elenco 2C/623 del 25/2/1966.
Con sent. G.I. TMT La Spezia n° 44 del 15/6/67, non doversi procedere a carico ignoti.
Archiviato 14/1/1960.

Tribunale competente:
Tribunale Militare Territoriale di La Spezia

Annotazioni: Le truppe presenti in zona, sono sia del Grenadier-Regiment 1059 che del SS-Pionier-Bataillon 16
Suviana BO Emil 362 ID Grenadier-Regiment 1059 1059 Ost IV. O 11.09.44
SS-Pionier-Bataillon 16 (3a compagnia) riporta un caduto il 27 settembre a 1 km a sudest di Casola (Castel di Casio), causa “contatto con la linea dell’alta tensione” (forse quando fanno saltare la centrale elettrica “sottostazione” di Porretta)

Scheda compilata da Massimo Turchi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-08-03 16:00:55

Vittime

Elenco vittime

1. Arienti Luigi 02/10/1911 26/09/1944 Castel di Casio Castel di Casio Suviana Poggi Contadino
2. Guidotti Gino 27/01/1930 26/09/1944 Castel di Casio Castel di Casio Suviana Operaio
3. Guidotti Silvio 05/05/1921 26/09/1944 Castel di Casio Castel di Casio Suviana Colono
4. Masotti Cirillo 18/08/1918 26/09/1944 Castel di Casio Castel di Casio Suviana Mezzadro

Elenco vittime civili 1

Arienti Luigi

Elenco vittime partigiani 3

Guidotti Gino,
Guidotti Silvio,
Masotti Cirillo

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


SS-Pionier-Bataillon 16

Tipo di reparto: Waffen-SS

Grenadier-Regiment 1059/Armeeoberkommando 14

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Heer Wehrmacht

Reparto GNR non precisato

Tipo di reparto: Guardia Nazionale Repubblicana

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Suviana

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Suviana

    Descrizione: Lapide a Suviana che ricorda i tre partigiani caduti

Bibliografia


Luciano Bernardini, Francesco Omenti, "Castel di Casio. Quel 26 settembre 1944", "I quaderni. Storie luoghi e persone", n. 1, settembre 2013
Giorgio Sirgi, "Savignano 30 settembre 1944. Ignominioso eccidio di persone inermi da parte dell'esercito tedesco ed altri analoghi eccidi a Castel di Casio, Burzanella e Verzuno. Per non dimenticare", (Stampa a cura dell'autore), 2004.
Elenco nominativo dei partigiani dell'Emilia Romagna - Bologna. Ricerca coordinata da Luciano Casali e Alberto Preti (ultimo aggiornamento 2013) www.storia-culture-civilta.unibo.it/it/biblioteca/fondi-1/partigiani

Sitografia


Progetto \"Storia e Memoria di Bologna\": www.storiaememoriadibologna.it

Fonti archivistiche

Fonti

Procura militare di La Spezia, numero registro: 931
Fonte CPI: 44/1, 49/15 e 21/2; 44/10