Monteacuto, Lizzano in Belvedere, 21.07.1944

(Bologna - Emilia-Romagna)

Monteacuto, Lizzano in Belvedere, 21.07.1944

Monteacuto, Lizzano in Belvedere, 21.07.1944
Descrizione

Località Monteacuto delle Alpi, Lizzano in Belvedere, Bologna, Emilia-Romagna

Data 21 luglio 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Descrizione: Il 15 luglio 1944 nella zona di Monteacuto (Lizzano in Belvedere) viene operato un rastrellamento, i tedeschi hanno saputo che in quelle montagne sono presenti i partigiani. Si dice che nei giorni precedenti militari delle SS italiane, vestiti in borghese, fossero saliti sui monti in cerca di notizie. In uno scontro a fuoco cade il partigiano Vittuari, mentre vengono catturati e fucilati i due fratelli Meliconi. Durante l'operazione viene ucciso anche il pastore Toralini Italo, mentre il fratello Ivo, viene preso e condotto a Monteacuto. Purtroppo Ivo soffre di attacchi epilettici e, giunto davanti casa, nei pressi del paese, viene colpito da una crisi; forse i soldati non capiscono la situazione e lo uccidono sotto gli occhi della moglie. Ma le operazioni non sono terminate, altre informazioni riguardanti la presenza di formazioni partigiane in zona inducono i tedeschi a ripetere il rastrellamento che inizia il 20 luglio, questa volta la zona è più ampia e coinvolge anche le montagne modenesi. Durante l'operazione Bernabei viene rastrellato lungo la strada che sale da Porretta a Lizzano e da quel giorno di lui si perdono le tracce. Nel frattempo, il 16 luglio, i partigiani toscani della Brigata "Bozzi" e quelli dell'"XI zona" sono arrivati a Ospitale di Fanano, nel modenese, con l'intenzione di raggiungere la Zona Libera di Montefiorino. Il 20 luglio, grazie al cattivo tempo, i tedeschi, partendo dal versante toscano, conquistano il Monte Spigolino e Cima Tauffi, infine si spingono fino al passo di Croce Arcana, ma un immediato contrattacco partigiano li respinge. A Ospitale di Fanano viene ucciso Menotti, mentre a Monteacuto viene catturato il partigiano Zoffoli, il quale, in disaccordo con la propria formazione aveva deciso di consegnare una lettera ai famigliari di un loro prigionier, ucciso qualche giorno prima. Zoffoli viene condotto a Monteacuto e torturato dai soldati. Nel frattempo i capifamiglia del paese venono rastrellati imprigionati. Alle ore 17 del 21 luglio, Zoffoli viene portato al cimitero, così come gli ostaggi. Il comandante tedesco, dopo aver pronunciato la sentenza di morte e aver minacciato una rappresaglia, dà l'ordine di sparare. Zoffoli muore dimostrando un grande coraggio.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: rastrellamento

Annotazioni: Il reparto tedesco è comandato dal capitano Hans Rutchi. Nel bollettino giornaliero Ic 23.7.44. Nell'area di Monteacuto è stato catturato come appartenente alle bande il caporalmaggiore Walter Schmidt dell'ottava compagnia del 21° reggimento granatieri della 29° divisione corazzata granatieri. È in corso l'interrogatorio. Un bandito catturato con lui è stato passato per le armi.

Scheda compilata da Massimo Turchi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-01-28 20:34:55

Vittime

Elenco vittime

1. Zoffoli Luigi 20/01/1921 21/07/1944 Bologna Lizzano in Belvedere Monteacuto Studente universitario
2. Bernabei Domenico 29/05/1944 21/07/1944 Montese (Modena) Lizzano in Belvedere Colono

Elenco vittime civili 1

Bernabei Domenico

Elenco vittime partigiani 1

Zoffoli Luigi

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Lehr-Bataillon Gebirgs-Jäger-Schule Mittenwald

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Heer Wehrmacht

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a cimitero di Monteacuto (Lizzano in Belvedere)

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: cimitero di Monteacuto (Lizzano in Belvedere)

    Descrizione: Lapide di Zoffoli al cimitero di Monteacuto (Lizzano in Belvedere)

  • lapide a piazza di Lizzano in Belvedere

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: piazza di Lizzano in Belvedere

    Descrizione: I nomi dei fratelli Meliconi, dei fratelli Torlaini e di Zoffoli sono ricordati in una lapide del monumento in piazza a Lizzano in Belvedere.

  • onorificenza alla persona a Luigi Zoffoli

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Ubicazione: Luigi Zoffoli

    Descrizione: Luigi Zoffoli è stato insignito della Medaglia d\'Argento al Valor Militare e gli è stata conferita la laurea ad honorem in fisica dell\'Università di Bologna.

Bibliografia


Giovanni Carpani, "Belvedere terra di Resistenza", Comitato per il XXX della Repubblica e della Costituzione, Bologna, 1975.
Pier Giorgio Ardeni, "Cento ragazzi e un capitano. La brigata Giustizia e Libertà "Montagna" e la Resistenza sui monti dell'alto Reno tra storia e memoria", Pendragon, Bologna, 2014
Elenco nominativo dei partigiani dell'Emilia Romagna - Bologna. Ricerca coordinata da Luciano Casali e Alberto Preti (ultimo aggiornamento 2013) www.storia-culture-civilta.unibo.it/it/biblioteca/fondi-1/partigiani
Dario Zanini, "Marzabotto e dintorni 1944", Ponte Nuovo, Bologna, 1996
Ilva Vaccari, "Dalla parte della libertà. I caduti modenesi nel periodo della Resistenza entro e fuori i confinie della provincia. Forestieri e stranieri caduti nel territorio modenese", Comitato per 50° della Resistenza e della guerra di Liberazione della provincia di Modena, Modena, 1995.
Daniele Amicarella, "Sulla Linea del fuoco. Storie di partigiani, soldati e gente comune sulla Linea Gotica pistoiese (1943-44)", Mursia, Milano, 2009

Sitografia


Progetto \"Storia e Memoria di Bologna\": www.storiaememoriadibologna.it

Fonti archivistiche

Fonti

Fonte CPI: 44/1, 44/10 e 49/15
Fonte CIT: AUSSME n. 1/11, b. 2131 bis