LINARO IMOLA 07.09.1944

(Bologna - Emilia-Romagna)

LINARO IMOLA 07.09.1944

LINARO IMOLA 07.09.1944
Descrizione

Località Linaro, Imola, Bologna, Emilia-Romagna

Data 7 settembre 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: La sera del 7 settembre 1944 fascisti della Brigata nera di Imola prelevarono dalla sua abitazione di Linaro Gino Beltrandi, lo torturarono e lo uccisero nei pressi delle scuole della Marana, gettando il suo corpo sotto il ponte del rio Carestia.

Modalità di uccisione: INDEFINITA

Violenze connesse: sevizie-torture

Trattamento dei cadaveri: Occultamento dei cadaveri

Tipo di massacro: punitivo
--> Per saperne di più sulle tipologie

Scheda compilata da Roberta Mira
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-03-30 22:38:58

Vittime

Elenco vittime

Beltrandi Gino “Giano”, nato a Imola il 04/03/1911, vulcanizzatore. Di famiglia vicina alla Resistenza (i fratelli Rodolfo e Nino sono stati riconosciuti come benemeriti). Gino è stato riconosciuto partigiano nel battaglione “Marabini” della Sap di Imola dal 01/04/1944 al 07/09/1944.

Elenco vittime partigiani 1

Beltrandi Gino.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • monumento a Imola, piazzale Leonardo Da Vinci

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Imola, piazzale Leonardo Da Vinci

    Descrizione: Imola, piazzale Leonardo Da Vinci: monumento al partigiano; il nome di Beltrandi compare su una delle quattro lapidi poste attorno al monumento.

  • lapide a Imola, via Valeriani 2

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Imola, via Valeriani 2

    Descrizione: Imola, via Valeriani 2: lapide che ricorda le date di nascita e morte di Gino Beltrandi «caduto per la libertà».

Bibliografia


Alessandro Albertazzi, Luigi Arbizzani, Nazario Sauro Onofri, Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919-1945), vol. II, Dizionario biografico A-C, Comune di Bologna, Istituto per la storia di Bologna, Bologna, 1985, p. 165.
Guglielmo Cenni, Imola sotto il terrore della guerra 25 Luglio 1943 – 14 Aprile 1945, Tipografia SCOT, Bagnacavallo, 1948, p. 61.
Giulia Dall’Olio, Marco Pelliconi, Alfiero Salieri, I segni della storia. Fatti e luoghi della Resistenza nel circondario imolese visti attraverso la toponomastica, i monumenti e le lapidi, Bacchilega, Imola, 2013, p. 72, 144.
Nazario Galassi, Imola dal fascismo alla liberazione 1930-1945, University Press Bologna, Imola, 1995, p. 325.
Elio Gollini, Natale Tampieri, Sole, Bianco e Mezzanotte. Imola tra guerra e ricostruzione (1940-1950), La Mandragora, Imola, 2000, p. 105.

Sitografia


Storia e memoria di Bologna:
Beltrandi Gino
http://memoriadibologna.comune.bologna.it/beltrandi-gino-479118-persona
Dipartimento di Storia Culture Civiltà, Università di Bologna, Database dei partigiani dell’Emilia-Romagna:
http://www.storia-culture-civilta.unibo.it/it/biblioteca/fondi-1/partigiani
(schede relative alla provincia di Bologna, ad nomen).

Fonti archivistiche

Fonti