IMOLA 07-08.09.1944

(Bologna - Emilia-Romagna)

IMOLA 07-08.09.1944

IMOLA 07-08.09.1944
Descrizione

Località Imola, Imola, Bologna, Emilia-Romagna

Data 7 settembre 1944 - 8 settembre 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Descrizione: Nella notte tra il 7 e l’8 settembre un gruppo di fascisti prelevò dalla propria abitazione in via Marconi a Imola Lino Balbi; poco dopo i fascisti prelevarono anche Renato Ghetti e Dino Gamberini dalle rispettive abitazioni. Caricati i tre uomini su un camion, i fascisti li portarono oltre il ponte di viale Dante, dove scesero lungo la riva del Santerno in un pioppeto. Qui cominciarono a interrogare i tre uomini perché rivelassero i nomi di partigiani. Non ottenendo risposta, i fascisti uccisero prima Ghetti e poi spararono a Gamberini che morì di lì a poco. Solo Balbi riuscì a salvarsi gettandosi nel fiume e restando nascosto fino a che i fascisti si allontanarono credendolo morto, ma riportò ferite a un piede e al viso.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: punitivo

Annotazioni: Cenni afferma che anche il padre di Lino Balbi fu prelevato in un primo momento, ma venne liberato per le insistenze della figlia.
Secondo il Dizionario l’uccisione sarebbe seguita ad un attacco partigiano a Sesto Imolese, tuttavia il Dizionario non è chiaro nell’indicare le date: l’attacco sarebbe avvenuto il 7 settembre 1944 nella voce Gamberini Dino e il 9 settembre nella voce Ghetti Renato.

Scheda compilata da Roberta Mira
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-01-28 15:14:15

Vittime

Elenco vittime

Gamberini Dino, nato a Mordano (Bologna) il 04/02/1925, falegname. Riconosciuto partigiano nel battaglione “Marabini” della Sap di Imola dal 06/05/1944 all’08/09/1944.
Ghetti Renato, nato a Medicina (Bologna) il 12/10/1912, bracciante. Riconosciuto partigiano nel battaglione “Pianura” della Sap di Imola.

Elenco vittime partigiani 2

Gamberini Dino.
Ghetti Renato.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • altro a Bologna, piazza Nettuno

    Tipo di memoria: altro

    Ubicazione: Bologna, piazza Nettuno

    Descrizione: Bologna, piazza Nettuno: nel sacrario dei caduti partigiani di Bologna in piazza Nettuno compaiono fotografia e nominativo di Gamberini A. che il sito Storia e memoria di Bologna associa alla biografia di Dino Gamberini (presente sul sul sito come Gamberini A. (Dino)) La fotografia corrisponde a quella pubblicata in I segni della storia.

  • lapide a Imola, via Cenni 8

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Imola, via Cenni 8

    Descrizione: Imola, via Cenni 8: lapide che ricorda le date di nascita e morte di Dino Gamberini «caduto per la libertà».

  • monumento a Imola, piazzale Leonardo Da Vinci

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Imola, piazzale Leonardo Da Vinci

    Descrizione: Imola, piazzale Leonardo Da Vinci: monumento al partigiano; il nome di Gamberini compare su una delle quattro lapidi poste attorno al monumento.

  • luogo della memoria a Imola, Fabbrica

    Tipo di memoria: luogo della memoria

    Ubicazione: Imola, Fabbrica

    Descrizione: In località Fabbrica (zona imolese) esiste una piazza A. D. Gamberini che seguendo l’indicazione del sito Storia e memoria di Bologna dovrebbe essere Dino Gamberini.

  • lapide a Imola, Rocca

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Imola, Rocca

    Descrizione: lapide sulla mura della Rocca che ricorda gli antifascisti e partigiani detenuti nelle carceri e deceduti; oltre a Stignani compaiono Luciano Gardelli (morto il 28/11/1944 quando una granata alleata colpi il torrione della Rocca dove era recluso), Celso Silimbani (v. Episodio di Imola (BO), 26 dicembre 1944), Giosuè Bombardini (v. Episodio di Imola (BO), 28 gennaio 1945), Guido Bianconcini (v. Episodio di Imola (BO), 12 febbraio 1945).

  • monumento a Bologna, piazza del Nettuno

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Bologna, piazza del Nettuno

    Descrizione: sacrario dei caduti partigiani; vi compare Stignani.

Bibliografia


Alessandro Albertazzi, Luigi Arbizzani, Nazario Sauro Onofri, Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919-1945), vol. II, Dizionario biografico A-C, Comune di Bologna, Istituto per la storia di Bologna, Bologna, 1985, p. 84. [Dizionario]
Alessandro Albertazzi, Luigi Arbizzani, Nazario Sauro Onofri, Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919-1945), vol. III, Dizionario biografico D-L, Comune di Bologna, Istituto per la storia di Bologna, Bologna, 1986, pp. 293, 351. [Dizionario]
Guglielmo Cenni, Imola sotto il terrore della guerra 25 Luglio 1943 – 14 Aprile 1945, Tipografia SCOT, Bagnacavallo, 1948, pp. 61-63.
Giulia Dall’Olio, Marco Pelliconi, Alfiero Salieri, I segni della storia. Fatti e luoghi della Resistenza nel circondario imolese visti attraverso la toponomastica, i monumenti e le lapidi, Bacchilega, Imola, 2013, pp. 83, 145.
Nazario Galassi, Imola dal fascismo alla liberazione 1930-1945, University Press Bologna, Imola, 1995, p. 325.
Elio Gollini, Natale Tampieri, Sole, Bianco e Mezzanotte. Imola tra guerra e ricostruzione (1940-1950), La Mandragora, Imola, 2000, p. 105.
Imola medaglia d’oro al valor militare per attività partigiana, Comune di Imola, Imola, 1985, p. 287.
Graziano Zappi “Mirco”, La rossa primavera. Esperienze di lotta partigiana sulla Faggiola, sul Falterona e nella Bassa Imolese, Galeati, Imola, 1985, pp. 151-152.

Sitografia


Storia e memoria di Bologna:
Gamberini Dino
http://memoriadibologna.comune.bologna.it/gamberini-a.-dino-480339-persona
Ghetti Renato
http://memoriadibologna.comune.bologna.it/ghetti-renato-494196-persona
Dipartimento di Storia Culture Civiltà, Università di Bologna, Database dei partigiani dell’Emilia-Romagna:
http://www.storia-culture-civilta.unibo.it/it/biblioteca/fondi-1/partigiani
(schede relative alla provincia di Bologna, ad nomen; compaiono solo Gamberini e Balbi).

Fonti archivistiche

Fonti