MELDOLA 02.04.1944

(Forlì-Cesena - Emilia-Romagna)

MELDOLA 02.04.1944

MELDOLA 02.04.1944
Descrizione

Località Meldola, Meldola, Forlì-Cesena, Emilia-Romagna

Data 2 aprile 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Fontanoni e Zuccaroli furono fatti prigionieri a Frontino (Pesaro Urbino) dove si trovavano in missione. I fascisti trovarono addosso a Fontanoni dei buoni di requisizione della 5. brigata Garibaldi, arrestarono entrambi e li consegnarono al comando di Carpegna (Pesaro Urbino). I due uomini vennero poi trasferiti in Romagna. Fontanoni, interrogato nella Casa del fascio di Meldola (Forlì Cesena), fu pugnalato a morte da un fascista. Nella notte i fascisti, forse per occultare l’uccisione a seguito di torture nella Casa del fascio, portarono il suo corpo sulla strada dei Masottini nei pressi di un podere dove il giorno precedente avevano ucciso due giovani che si stavano recando in montagna per unirsi ai partigiani (Bruno Focaccia e Paolo Fabbri).

Modalità di uccisione: arma da taglio

Violenze connesse: sevizie-torture

Trattamento dei cadaveri: Occultamento dei cadaveri

Tipo di massacro: punitivo

Annotazioni: Episodi collegati:
Episodio di San Francesco di Meldola (Forlì Cesena), 1 aprile 1944.

Scheda compilata da Roberta Mira
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-01-29 13:10:15

Vittime

Elenco vittime

Fontanoni Lazzaro, nato a Urbino il 12/02/1896. Antifascista negli anni del regime, prima tra gli emigrati italiani in Francia e poi in Italia. Fu attentamente sorvegliato e più volte picchiato, minacciato, fermato e interrogato dai fascisti. Dal 1938 organizzatore della rete di assistenza ai perseguitati e del fronte di opposizione di Urbino. Dopo l’8 settembre 1943 contribuì all’organizzazione della lotta partigiana nel Pesarese e fu vicecomandante della formazione “Gasperini”.

Elenco vittime partigiani 1

Fontanoni Lazzaro.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • luogo della memoria a Urbino

    Tipo di memoria: luogo della memoria

    Ubicazione: Urbino

    Descrizione: Una strada di Urbino porta il nome di Lazzaro Fontanoni.

  • cippo a Meldola, San Francesco, strada Masottini

    Tipo di memoria: cippo

    Ubicazione: Meldola, San Francesco, strada Masottini

    Descrizione: San Francesco di Meldola, strada Masottini: cippo e pietra con iscrizione «Ai caduti per la libertà Fabbri Paolo, Focaccia Bruno, Fontanoni Lazzaro».

  • lapide a Meldola, via Cavour 155, Casa del Popolo

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Meldola, via Cavour 155, Casa del Popolo

    Anno di realizzazione: 1976

    Descrizione: Meldola, Casa del popolo, via Cavour 115: lapide inaugurata il 02/06/1976 che reca la seguente iscrizione: «Antifascista sin dal suo insorgere qui trucidato dai fascisti solo la certezza di un mondo migliore, più umano ha reso possibile l’estremo sacrificio».

Bibliografia


Gli antifascisti meldolesi e il loro contributo alla lotta partigiana e alla resistenza, Anpi Meldola, Comitato antifascista di Meldola, Meldola 1983, pp. 5-6.
Antonio Mambelli, Diario degli avvenimenti in Forlì e Romagna dal 1939 al 1945, a cura di Dino Mengozzi, vol. I, Lacaita, Bari, Roma-Bari, 2003, p. 575.
Luciano Ravaglioli, Mariagiulia Petrini (a cura di), Cippi storici della Resistenza meldolese, Comune di Meldola, Meldola, 2000, pp. 39-40, 43.

Sitografia


ImMemoria
http://www.immemoria.it/05_resistenza.html

Fonti archivistiche

Fonti

AISRFC, Eccidi, b. 3, f. 7, sf. 2.