SALA CAMERINO 27.06.1944

(Macerata - Marche)

SALA CAMERINO 27.06.1944

SALA CAMERINO 27.06.1944
Descrizione

Località Sala, Camerino, Macerata, Marche

Data 27 giugno 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime donne 1

Numero vittime donne anziane 1

Descrizione: Nel clima di terrore che le truppe tedesche in ritirata seminarono nel territorio di Camerino negli ultimi giorni del giugno 1944, si verificò anche uno dei tanti tentativi di violenza di genere. A Sala di Camerino, due soldati tedeschi tentarono di entrare con la forza in una casa colonica, probabilmente con l’intenzione di commettere violenza contro le donne presenti in casa. Tuttavia le abitanti riuscirono a sprangare la porta giusto in tempo, scatenando l’ira dei tedeschi che aprirono il fuoco: attraverso la porta uccisero la vecchietta Costanza Cucculelli-Nocini, ferendo anche la figlia e la nipotina che teneva in braccio. In Boccanera si dichiara che i due soldati tedeschi abbiano pagato con la vita la loro violenza, per ordine del loro comandante, succeduto sul posto a quello che aveva ordinato il massacro del 24 giugno.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Violenze connesse: stupro

Tipo di massacro: violenze di genere

Annotazioni: Responsabili: Ignoti militari tedeschi. Stando al database di Carlo Gentile in quei giorni nel territorio di Camerino era presente la 5. Gebirgs-Division: II. o III./Gebirgsjäger-Regiment 85.

Scheda compilata da CHIARA DONATI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-06-25 14:30:29

Vittime

Elenco vittime

Cucculelli-Nocini Costanza, n. il 08/09/1872 a Camerino, paternità Giovanni, qualifica Caduto per rappresaglia, riconosciutagli il 23/07/1946 a Macerata-Camerino.

Elenco vittime civili 1

Cucculelli-Nocini Costanza

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Strada provinciale 18

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Strada provinciale 18

    Anno di realizzazione: 1974

    Descrizione: Il suo nome è presente, insieme a quelli delle altre vittime del comune di Camerino, in una lapide realizzata per il primo decennale e posta in seguito sul monumento ai Caduti situato sulla strada provinciale 18 e inaugurato il 22/06/1974. Sulla lapide: “

  • onorificenza alla città a

    Tipo di memoria: onorificenza alla città

    Descrizione: La città di Camerino è stata insignita della Medaglia d’Argento al valor militare per attività partigiana.

Bibliografia


Giacomo Boccanera, Sono passati i tedeschi. Episodi di guerra nel Camerinese, Università degli Studi di Camerino – Centro Interdipartimentale Audiovisivi e Stampa, Camerino 1994 (I ed. 1945).
Ruggero Giacomini, Ribelli e partigiani. La resistenza nelle Marche (1943-1944), affinità elettive, Ancona 2008.
Sonia Mearelli, La Resistenza a Matelica e Camerino, in Valentina Conti, Andrea Mulas (a cura di), Nuovi contributi per la storia della resistenza marchigiana, affinità elettive, Ancona 2002, pp. 157-187.
Città di Camerino, Nel ventennale della Resistenza 1944-1964. Camerino ricorda e onora i suoi caduti, Camerino 1964.

Sitografia


www.storiamarche900.it/main?p=storia_territorio_camerino

Fonti archivistiche

Fonti

Archivio Centrale dello Stato, Fondo Ricompart - Ufficio per il servizio riconoscimento qualifiche e per le ricompense ai partigiani, Marche, schedario e pratica 7724.
Archivio dell’istituto per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Macerata, fondo ANPI di Macerata, serie Comuni della Provincia, “Camerino 1964-1984”, b. 1, f. 3.
Bundesarchiv-Militärarchiv, RH 2/663, Ic-M 24.06.44; RH 19 X/106 K-6, St. 25.6., 26.6. morgens; RH 24-51/89, p. 380 s.; /101, Ia-MM 26.06.44.
CArchivio dell’Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell’Esercito, n. 1/11, b. 2132.
GTB, vol. 10, 27.06.44.