Calvene, 28.03.1945

(Vicenza - Veneto)

Episodio di riferimento: Rastrellamento Pedemontana vicentina

Calvene, 28.03.1945

Calvene, 28.03.1945
Descrizione

Località Calvene, Calvene, Vicenza, Veneto

Data 28 marzo 1945 - 29 marzo 1945

Matrice strage Nazifascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: All'alba del 28, “Silva” (Francesco Zaltron), Comandante della Brigata “Martiri di Granezza” - Divisione “Ortigara”, “Franco” (Alfredo Fabris) e “ Ferrara”, vengono catturati a casa di Marcellina Brazzale a Monte di Calvene da una pattuglia fascista, lì indirizzata da alcune spie di Thiene; “Mondo” (Edmondo Zavagnin) riesce invece a sfuggire alla cattura; portati alle carceri di Thiene vengono bastonati a sangue. Nel pomeriggio un gruppo partigiano, riunito a Calvene per discutere della loro liberazione, seppe da una staffetta mandata da “Moretto” che “Silva” e gli altri sarebbero stati portati dai nazifascisti in camion a Mortisa. Tre pattuglie partigiane presero posizione sulle strade Mortisa-Calvene, Mortisa-Mare e sulla salita che da Zugliano porta a Lugo. “Silva”, che aveva finto di condurre i nazifascisti (fascisti-russi-tedeschi), più di 40, nel “santuario” della “Mazzini” per consegnare loro compagni e depositi di armi, in prossimità della Valle delle Lore tenta la fuga gettandosi dal camion in un dirupo; ripreso dai tedeschi, è lasciato in strada sotto scorta, mentre gli altri salgono a Monte per bruciare la casa della Marcellina; poi, ritornati nella Valle delle Lore e ripresi a bordo “Silva” e la sua scorta, mentre scendono verso Calvene vengono attaccati dai partigiani; i nazifascisti sparano subito un razzo verde per chiedere aiuto; “Silva” tenta di nuovo la fuga, ma un fascista o forse un russo, spara a “Silva” due colpi alla nuca perché non sia liberato. Il corpo di “Silva” fu impiccato a un noce lungo la strada tra Poielli e i Cavrari e bersagliato di raffiche; il giorno dopo, giovedì 29, i fascisti presidiano la zona per impedire il recupero e la sepoltura di “Silva”; Venerdì “santo” 30, alcuni abitanti staccano il corpo di “Silva” e gli danno provvisoria sepoltura

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Trattamento dei cadaveri: Esposizione dei cadaveri

Tipo di massacro: rastrellamento

Scheda compilata da Pierluigi Dossi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-05-03 22:27:06

Vittime

Elenco vittime

1. Francesco Zaltron “Silva” di Pietro, cl. 20, da Marano Vicentino; partigiano, comandante della Brigata “Martiri di Granezza”, Divisione “Monte Ortigara”.

Elenco vittime partigiani 1

1. Francesco Zaltron “Silva” di Pietro, cl. 20, da Marano Vicentino; partigiano, comandante della Brigata “Martiri di Granezza”, Divisione “Monte Ortigara”.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Ost-Bataillon 263

Tipo di reparto: Wehrmacht

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a

    Tipo di memoria: lapide

    Descrizione: Nella frazione di Mortisa di Lugo Vicentino, Monumento con lapide e foto nel luogo dell’impiccagione di “Silva”.

Bibliografia


Emilio Franzina, “la provincia più agitata”. Vicenza al tempo di Salò attraverso i Notiziari della Guardia nazionale repubblicana e altri documenti della Rsi (1943-1945), Ivsrec, Padova 2008.
Pierantonio Gios, Resistenza, Parrocchia e Società nella diocesi di Padova 1943-1945, Ed. Marsilio-Ivsrec, Venezia 1981.
Flavio Pizzato, Terre rosse ed altre terre. Memorie, Ed. La Serenissima, Vicenza 1994.
Liverio Carollo, Dall’Isonzo al Chiavone. Vicende di guerra del partigiano Attilio Crestani, Ed. Amici della Resistenza ANPI-AVL, Thiene 2012.
Renzo Capozzo, Lacrime della mia terra, Vicenza 2001.
Carlo Segato, Flash di vita partigiana. Altavilla Vicentina e dintorni, Altavilla Vicentina (Vi) 1999.
Benito Gramola, La storia della “Mazzini” raccontata da “Folco” ai giovani d’oggi. Memorie Partigiane, Thiene 2008.
Benito Gramola e Roberto Fontana, Il processo del Grappa: dall’ergastolo all’amnistia. Elenco, sintesi e antologia delle carte processuali (1946-1949), Ed. Fraccaro, Bassano del Grappa 2011.
Maddalena Guiotto, L'occupazione tedesca, in F. Barbieri e G. De Rosa (a cura di), Storia di Vicenza, Ed. N. Pozza, 4 vol. , Vicenza 1991;
Paolo Savegnago e Luca Valente, Il mistero della Missione Giapponese. Valli del Pasubio, giugno 1944: la soluzione di uno degli episodi più enigmatici della guerra nell’italia occupata dai tedeschi, Ed. Cierre-Istrevi, Sommacampagna (Vr) 2005.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

Archivio di Stato di Vicenza (ASVI), fondi: Corte d’Assise Straordinaria (CAS), Comitato di Liberazione Nazionale Provinciale (CLNP), Danni di guerra, Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia (UNUCI);
Archivio Tribunale di Vicenza (ATVI); Sentenze CAS;
Archivio Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione di Milano (AINSML), Fondo Cornaggia;
Banca Dati Centro Studi Storici “Giovanni Anapoli” di Montecchio Precalcino (CSSMP);
Archivio Comunale Montorpoli Sabina (ACMon); faldoni degli Atti Storici;
Archivio Comunale Montecchio Precalcino (ACMP);
Archivio Vescovado di Vicenza (AVVI); Fondo 1943-1945;
Archivio Parrocchia di Montecchio Precalcino (APMP); Libro Cronistorico;
Il Giornale di Vicenza;
Il Gazzettino.