CANTALUPO, IMOLA, 18.09.1944

(Bologna - Emilia-Romagna)

CANTALUPO, IMOLA, 18.09.1944

CANTALUPO, IMOLA, 18.09.1944
Descrizione

Località Cantalupo, Imola, Bologna, Emilia-Romagna

Data 18 settembre 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Il 18 settembre 1944 Claudio Contoli e due compagni gappisti, Graziano Zappi “Mirco” e Fileno, stavano tornando in bicicletta da una missione alla periferia di Imola, quando nella zona tra Cantalupo e la strada provinciale Selice, circa all’altezza di via Fornace Guerrino e via Budriese, si imbatterono in una camionetta di tedeschi che li inseguirono aprendo il fuoco. Fileno riuscì a fuggire in bicicletta, mentre Zappi e Contoli, dopo aver abbandonato le biciclette, cercarono di scappare attraverso i campi. Zappi cadde, ma gli inseguitori, credendolo morto, lo oltrepassarono, consentendogli di fuggire; Contoli cercò scampo nel canale della Gambellara, fu raggiunto e ucciso a colpi di mitra. Il cadavere fu abbandonato nel canale; lo raccolsero i contadini della vicina Casa di Ghiaia che lo nascosero nel capanno degli attrezzi fino alla sera successiva quando i familiari e i compagni partigiani lo andarono a prendere per trasferirlo a Balìa (BO) e seppellirlo nell’orto della sua abitazione.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: punitivo

Annotazioni: Secondo il sito Storia e memoria di Bologna Contoli cadde in combattimento (vedere motivazione della medaglia).

Scheda compilata da ROBERTA MIRA
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2017-04-29 15:26:50

Vittime

Elenco vittime

Contoli Claudio “Candido”, nato a Imola (BO) il 02/07/1921, residente a Balìa, calzolaio. Padre, madre, fratello e sorella erano coinvolti nel movimento partigiano. La fidanzata era staffetta. Tra i primi attivisti della Resistenza imolese in pianura, è stato riconosciuto partigiano della 7ª brigata Gap Gianni dal 01/01/1944 al 18/09/1944.

Elenco vittime partigiani 1

Contoli Claudio

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • onorificenza alla persona a Claudio Contoli

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Ubicazione: Claudio Contoli

    Descrizione: Contoli ha ricevuto la medaglia d’argento al valor militare.

  • luogo della memoria a Sesto imolese

    Tipo di memoria: luogo della memoria

    Ubicazione: Sesto imolese

    Descrizione: A Contoli è stata intitolata una via di Sesto Imolese (BO).

  • monumento a Sesto Imolese, cimitero

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Sesto Imolese, cimitero

    Descrizione: Sesto Imolese (BO), cimitero: Claudio Contoli è stato tumulato nel sacrario dei caduti partigiani nell’ottobre del 1945.

  • monumento a Imola, Piazzale Leonardo Da Vinci

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Imola, Piazzale Leonardo Da Vinci

    Descrizione: Monumento ai caduti partigiani; il nome di Contoli compare sulle lapidi a forma di libro con gli elenchi dei partigiani imolesi caduti.

  • monumento a Sesto Imolese, cimitero

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Sesto Imolese, cimitero

    Descrizione: Claudio Contoli è stato tumulato nel sacrario dei caduti partigiani nell’ottobre del 1945.

  • monumento a Bologna, piazza del Nettuno

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Bologna, piazza del Nettuno

    Descrizione: Contoli compare con nome e fotografia nel sacrario dei caduti partigiani.

Bibliografia


- Alessandro Albertazzi, Luigi Arbizzani, Nazario Sauro Onofri, Gli antifascisti, i partigiani e le vittime del fascismo nel bolognese (1919-1945), vol. II, Dizionario biografico A-C, Comune di Bologna, Istituto per la storia di Bologna, Bologna, 1985, p. 584 e vol. VI, Dizionario biografico Appendice, Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nella provincia di Bologna “Luciano Bergonzini” Isrebo, Istituto per la storia di Bologna, Comune di Bologna, Regione Emilia-Romagna, Bologna, 2003, p. 155.
- Guglielmo Cenni, Imola sotto il terrore della guerra 25 Luglio 1943 – 14 Aprile 1945, Tipografia SCOT, Bagnacavallo, 1948, p. 66.
- Giulia Dall’Olio, Marco Pelliconi, Alfiero Salieri, I segni della storia. Fatti e luoghi della Resistenza nel circondario imolese visti attraverso la toponomastica, i monumenti e le lapidi, Bacchilega, Imola, 2013, pp. 79, 145.
- Nazario Galassi, Imola dal fascismo alla liberazione 1930-1945, University Press Bologna, Imola, 1995, pp. 338-339.
- Elio Gollini, Natale Tampieri, Sole, Bianco e Mezzanotte. Imola tra guerra e ricostruzione (1940-1950), La Mandragora, Imola, 2000, pp. 105, 129.
- Natale Tampieri (Bianco), I battaglioni Sap, in Imola medaglia d’oro al valor militare per attività partigiana, Comune di Imola, Imola, 1985, p. 119.
- Graziano Zappi “Mirco”, La rossa primavera. Esperienze di lotta partigiana sulla Faggiola, sul Falterona e nella Bassa Imolese, Galeati, Imola, 1985, pp. 166-170.

Sitografia


- Storia e memoria di Bologna:
Contoli Claudio
http://memoriadibologna.comune.bologna.it/contoli-claudio-479257-persona

- Dipartimento di Storia Culture Civiltà, Università di Bologna, Database dei partigiani dell’Emilia-Romagna:
http://www.storia-culture-civilta.unibo.it/it/biblioteca/fondi-1/partigiani
(schede relative alla provincia di Bologna ad nomen).

Fonti archivistiche

Fonti