CESENA 22.01.1944

(Forlì-Cesena - Emilia-Romagna)

CESENA 22.01.1944
Descrizione

Località Cesena, Cesena, Forlì-Cesena, Emilia-Romagna

Data 22 gennaio 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Il 22 gennaio 1944 a Cesena, durante un corteo fascista per prelevare dall’ospedale la salma di un milite ucciso e celebrarne il funerale, Guidazzi fu prima minacciato e picchiato da due militi del battaglione Guardia del Duce e infine ucciso dal sergente maggiore dello stesso reparto.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: punitivo

Estremi e note penali: Nel 1945 Edgardo Rosetti (nato il 24/11/1892 a Forlì) iscritto al Pfr dall’autunno 1943 e poi membro delle Brigate nere fu processato dalla Corte d’Assise straordinaria di Forlì perché, arrestato dai partigiani, aveva detto loro di essere stato membro della scorta del federale Bedeschi, di essere stato al funerale di un fascista a Cesena e di aver con altri sparato a Mario Guidazzi; disse anche di aver tirato le funi per impiccare i cadaveri di Corbari e dei suoi compagni il 18 agosto 1944 in piazza Saffi a Forlì. Interrogato dal magistrato e poi al dibattimento negò quanto aveva detto nell’interrogatorio condotto dai partigiani dicendo che lo avevano costretto con violenza ad ammettere quei fatti. La Corte lo assolse per insufficienza di prove per l’omicidio di Guidazzi, ma lo condannò all’ergastolo per collaborazionismo, sequestro di persona e altri reati con sentenza 13/12/1945. Rosetti presentò ricorso in Cassazione la quale con sentenza 24/09/1946 dichiarò il reato estinto per amnistia.

Annotazioni: Il notiziario della GNR del 27/01/1944 data l’episodio al 20/01/1944, anziché al 22. Inoltre afferma che Guidazzi restò ucciso in un tafferuglio con spari.
Secondo il testimone oculare fascista repubblicano, Guidazzi fu ucciso per non aver salutato il gagliardetto fascista; la stessa versione è accreditata dal testo di Leo Bagnoli.
Secondo il database dei partigiani dell’Emilia-Romagna e l’elenco dei caduti partigiani pubblicato sul sito dell’Istituto storico di Forlì-Cesena, invece, sarebbe stato riconosciuto dai fascisti come repubblicano e cognato di Cino Macrelli e per questo ucciso.

Note sulla memoria (per maggiori informazioni vedi la sezione apposita): Secondo Antonio Mambelli, Diario, nell’ottobre 1944 Guidazzi fu ricordato dal giornale clandestino «La voce repubblicana» e nel novembre 1944 in un volantino firmato dal Partito repubblicano italiano di Romagna; il suo nome in entrambi i casi comparve accanto a quelli di altri repubblicani romagnoli uccisi.

Scheda compilata da Roberta Mira
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-01-29 12:51:45

Vittime

Elenco vittime

Guidazzi Mario, nato a Cesena il 20/02/1897, rappresentante di commercio. Antifascista, repubblicano, cognato di Cino Macrelli. Riconosciuto partigiano dal 22/09/1943 al 22/01/1944 nella 29. brigata Gap. Ma si trattava di un antifascista.

Elenco vittime antifasciste 1

Guidazzi Mario.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Legione M “Guardia del Duce”

Tipo di reparto: Guardia Nazionale Repubblicana

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • luogo della memoria a Cesena

    Tipo di memoria: luogo della memoria

    Ubicazione: Cesena

    Descrizione: A Cesena una piazza è intitolata a Mario Guidazzi.

  • lapide a Cesena, via Cavour 157

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Cesena, via Cavour 157

    Descrizione: Cesena, via Cavour 157: lapide dedicata a Mario Guidazzi.

  • lapide a Cesena, piazza del popolo, loggia del palazzo comunale

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Cesena, piazza del popolo, loggia del palazzo comunale

    Descrizione: Cesena, piazza del Popolo, loggia del palazzo comunale: lapidario dei caduti partigiani; vi compare il nome di Mario Guidazzi.

Bibliografia


Leo Bagnoli, Gli anni difficili del passaggio del fronte a Cesena, Istituto medico psicopedagocico Pio XII- Federazione italiana volontari della libertà, Cesena, Roma 1986, pp. 65-66.
Maurizio Balestra, Il passaggio del fronte e la resistenza a Cesena e dintorni. Testimonianze, Tosca, Arci Solidarietà, Cesena, 2005, pp. 196-198.
Vladimiro Flamigni, Massimo Lodovici, Mario Proli (a cura di), Luoghi e memorie. Guida per riconoscere segni e testimonianze della Resistenza e della lotta di Liberazione nel Forlivese e nel Cesenate, Comuni di Forlì e Cesena, Provincia di Forlì-Cesena, Coordinamento provinciale per i luoghi della memoria, Comitato per le celebrazioni del sessantesimo anniversario della Resistenza e della Liberazione Regione Emilia-Romagna, 2005, p. 74.
Vladimiro Flamigni, Forlì, in Luciano Casali, Dianella Gagliani (a cura di), La politica del terrore. Stragi e violenze naziste e fasciste in Emilia Romagna, L’Ancora del Mediterraneo, Napoli, Roma, 2008, p. 189.
Antonio Mambelli, Diario degli avvenimenti in Forlì e Romagna dal 1939 al 1945, a cura di Dino Mengozzi, Lacaita, Manduria, Bari, Roma, 2003, vol. I, pp. 462-463, nota 56, vol. II, pp. 977, 1044.
Adler Raffaelli, Guerra e Liberazione. Romagna 1943-1945, vol. II, Epigrafia, Comitato regionale per le celebrazioni del 50° anniversario della Resistenza e della Liberazione Emilia-Romagna, Bologna, 1995, pp. 117, 362.

Sitografia


Fondazione Luigi Micheletti, Notiziari della Guardia nazionale repubblicana:
www.notiziarignr.it
Notiziario 27/01/1944, notizia da Forlì, p. 27.
Dipartimento di Storia Culture Civiltà, Università di Bologna, Database dei partigiani dell’Emilia-Romagna:
http://www.storia-culture-civilta.unibo.it/it/biblioteca/fondi-1/partigiani
(schede relative alla provincia di Forlì, ad nomen).
Istituto per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea della provincia di Forlì-Cesena, Elenco dei caduti delle formazioni partigiane:
http://www.istorecofc.it/caduti-formazioni-partigiane2.asp#G
(ad nomen).

Fonti archivistiche

Fonti

AISRFC, Eccidi, b. 2, f. 4, sf. 4.
AFLM, Notiziari della Guardia nazionale repubblicana, Notiziario 27/01/1944, notizia da Forlì, p. 27 (consultabile on line all’indirizzo www.notiziarignr.it).
Tribunale di Forlì, Sezione, Penale, Sentenze della Corte d’Assise straordinaria di Forlì (1945-1947), vol. 1945, sentenza n. 194.