SAN TERENZO MONTI FIVIZZANO 17-19.08.1944

(Massa-Carrara - Toscana)

SAN TERENZO MONTI FIVIZZANO 17-19.08.1944
Descrizione

Località San Terenzo Monti, Fivizzano, Massa-Carrara, Toscana

Data 17 agosto 1944 - 19 agosto 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 159

Numero vittime uomini 89

Numero vittime bambini 7

Numero vittime uomini ragazzi 4

Numero vittime uomini adulti 57

Numero vittime uomini anziani 12

Numero vittime uomini senza informazioni 9

Numero vittime donne 70

Numero vittime donne bambine 7

Numero vittime donne ragazze 8

Numero vittime donne adulte 39

Numero vittime donne anziane 10

Numero vittime donne senza informazioni 6

Descrizione: L’episodio, che per il territorio della provincia di Apuania costituirà l’inizio di una catena di massacri prolungatasi fino alla metà di settembre, si inserisce in un contesto generale segnato dal progressivo intensificarsi dell’attività resistenziale in un’area, l’immediata retrovia del settore tirrenico della Linea Gotica, ritenuta di importanza fondamentale dagli occupanti. La mattina del 17 agosto un reparto composto da una ventina di unità ed un autocarro giunge nella frazione di Bardine, a circa due chilometri da San Terenzo Monti. Qui i militari intimano la consegna di diversi capi di bestiame. Completato il carico i soldati tornano verso Fosdinovo, ma a poche decine di metri dall’abitato di Bardine, appena guadato il corso del torrente omonimo, vengono attaccati da partigiani della formazione “Ulivi”, comandata da Alessandro “Memo” Brucellaria. Diverse testimonianze evidenziano come l’intervento sia stato richiesto da alcuni abitanti di Bardine che raggiunsero nella prima mattinata il comando della “Ulivi”, situato nei pressi di Viano. Nel combattimento del 17 agosto rimangono uccisi 16 soldati tedeschi (un ufficiale, 4 sottoufficiali, 11 soldati) appartenenti ad un plotone di carristi subordinato alla compagnia del genio divisionale Del tenente Albert Fischer.
Soldati tedeschi della guarnigione colpita, guidati da Fischer, tornano nella zona dello scontro e recuperano i corpi dei commilitoni uccisi. Rastrellano e incendiano le fattorie dei dintorni, uccidono due anziani coniugi sulla strada per San Terenzo. Nel corso di una riunione a Fosdinovo, il colonnello dell’ufficio informazioni della 16. “Reichsführer SS” Helmut Looss pianifica la vera operazione di rappresaglia assegnando al maggiore Walter Reder il comando operativo.
Il 19 agosto i tedeschi tornano sul luogo dello scontro con 53 prigionieri prelevati a Nozzano (Lucca), in massima parte arrestati nel corso di rastrellamento di Valdicastello (Pietrasanta - Lucca)del 12 agosto, ma anche invalidi ed elementi sospetti. Vengono legati ad alberi, pali, tralci di vite e alla camionetta incendiata dai partigiani due giorni prima, e uccisi con armi da fuoco alla testa. Sulla scena vengono affissi cartelli in riferimento all’attacco partigiano.
Gli uomini di Reder rastrellano davanti a Bardine diverse persone. A Valla sorprendono 106 persone, per lo più vecchi, donne e bambini, obbligandoli a marciare su e giù lungo la strada che porta verso San Terenzo. Qui vengono catturate altre persone mentre il parroco don Rabino viene ucciso. Nella tarda mattina un gruppo di ufficiali, tra cui Reder, occupa la trattoria del paese e qui firmano l’ordine di uccisione dei rastrellati a Villa. I soldati li fanno uscire dagli edifici dove li tenevano prigionieri e li uccidono a colpi di mitragliatrice. Delle 106 persone Alba Terenzoni e la figlia Adelitta di 3 anni riescono a fuggire mentre Clara Cecchini di 7 anni sopravvive nonostante fosse ferita mentre le SS passano vicino ai corpi per finire eventuali sopravvissuti. Le vittime alla fine risultano 159.
La strage da rappresaglia diventa una vera e propria operazione eliminazionista dove ogni persona trovata viene automaticamente vista come resistente e quindi come nemico da abbattere.

Modalità di uccisione: fucilazione,uccisione con armi da fuoco

Violenze connesse: furto e-o saccheggio,incendio di abitazione,sevizie-torture

Tipo di massacro: rappresaglia (massacro eliminazionista fino al 2016-11-30)

Eliminazionista: sì

Estremi e note penali: PMT La Spezia, 1957; 1990; 2108.

Scheda compilata da Gianluca Fulvetti
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-11-30 14:34:57

Vittime

Elenco vittime

Albertini Armando, 25 anni
Albertini Clelia, 11 anni
Ambrosini Palmira, 58 anni
Antonucci Vittorio, 40 anni
Bacilli Agostino, 26 anni
Bacilli Dante, 35 anni
Bambini Bernardina, 48 anni
Barberi Casimiro, 26 anni
Bartalini Francesco, 43 anni
Barucci Elsa, 24 anni
Barucci Giuseppe, 59 anni
Battistini Francesco, 61 anni
Battistini Maria, 58 anni
Benassi Felice, 36 anni
Beretti Valerio, 30 anni
Bertelloni Sauro, 19 anni
Bertozzi Orfeo, 20 anni
Bigi Sirio, 52 anni
Bonatti Stella, 52 anni
Bonatti Stuarda, 54 anni
Bramanti Giuseppe, 44 anni
Bresciani Giovanni, 26 anni
Bresciani Giuseppe, 43 anni
Caprini Eraldo, 38 anni
Carlini Erminia, 71 anni
Carlini Genoveffa, 60 anni
Catelani Jago, 35 anni
Catelani Otello, 41 anni
Cecchini Carlo, 70 anni
Cecchini Dante, 67 anni
Cecchini Eugenia, 52 anni
Cecchini Eugenio, 43 anni
Cecchini Gino, 34 anni
Cecchini Giulia, 45 anni
Cecchini Maria, 20 anni
Cecchini Pietrino, 6 anni
Cecchini Rita, 3 anni
Cecchini Ultimia, 25 anni
Cella Euro, 36 anni
Chinca Angiola, 33 anni
Chinca Maria, 31 anni
Chinca Oliva, 26 anni
Chinca Settimia, 22 anni
Cinquini Leone, 59 anni
Conti Policarpo, 54 anni
Cresci Fedora, 25 anni
Da Prato Adamo, 33 anni
De Salvia Alberto, 33 anni
Della Menna Enrico, 43 anni
Della Santa Alessandro, 37 anni
Dolcini Maria, 5 anni
Dolcini Mario, 3 anni
Esposito Vittorio, 35 anni
Favalli Minerva, 59 anni
Federici Nello, 26 anni
Figlie’ Primo, 37 anni
Filippi Aristide, 14 anni
Filippi Dina, 16 anni
Filippi Eugenio, 74 anni
Filippi Nikita Valmo, 44 anni
Gabbrielli Francesca, 34 anni
Galeotti Luigi, 32 anni
Gamba Ernani, 22 anni
Gargano Maria, 64 anni
Gerini Beppina, 17 anni
Gerini Dina, 12 anni
Giacomini Anna, 23 anni
Gianoglio Anna, 23 anni
Gianoglio Rina, 64 anni
Giorgi Elsa, 13 anni
Giorgi Giuseppina, 10 anni
Giorgi Lina, 15 anni
Giovannini Giuseppe, 44 anni
Guelfi Franco, 14 anni
Guelfi Maria, 12 anni
Guelfi Pietro, 65 anni
Guidi Carlo, 39 anni
Imparato Venturino, 33 anni
Innocenti Cesare, 68 anni
Lamberti Ruggero, 49 anni
Lazzeri Giulio, 21 anni
Leonardi Oscar Aldo, 43 anni
Lori Maria.
Lucarini Guglielmo, 39 anni
Macchiarini Giuseppe, 25 anni
Malfatti Vincenzo, 49 anni
Maracci Andreina, 6 anni
Maracci Pier Luigi, 2 anni
Marchetti Alessandro, 40 anni
Morelli Fabio.
Morelli Pier Giorgio.
Musetti Maria, 48 anni
Nardi Irene, 39 anni
Nardi Maria Angelina, 31 anni
Novelli Mafalda, 17 anni
Oligeri Alfonsina, 19 anni
Oligeri Luigi, 12 anni
Oligeri Maria, 15 anni
Oligeri Rita, 3 anni
Oligeri Romano, 17 anni
Orfanotti Dario, 47 anni
Orfanotti Iride, 20 anni
Orfanotti Pietro, 13 anni
Orlandi Ida, 51 anni
Orlandi Lino, 52 anni
Orlandi Vienna, 25 anni
Palmerini Athos, 43 anni
Paolicchi Alfonso, 40 anni
Paradisi Mauro, 3 anni
Pardini Bruno, 33 anni
Parenti Alvaro, 21 anni
Pasquali Elena, 43 anni
Pasquini Maria, 45 anni
Pasquini Rosa, 47 anni
Pellegrini Battista, 48 anni
Pezzini Francesco, 63 anni
Pezzini Luzio, 37 anni
Piccioli Lea, 32 anni
Pigoni Emilia, 61 anni
Pigoni Maria, 24 anni
Precetti Carla.
Precetti Giuseppina.
Precetti Roberta.
Pucci Assunta, 34 anni
Rabino don Michele, 64 anni
Ricci Anna, 46 anni
Rossini Emilia, 53 anni
Sciaretta Gennaro, 51 anni
Sconosciuto.
Sconosciuto.
Sconosciuto.
Sconosciuto.
Serralunga Giovanni, 56 anni.
Signori Trento, 28 anni
Simonelli Giovanna, 18 anni
Simonelli Maria, 21 anni
Tanca Alberto.
Tanca Dino.
Tanca Sergio.
Taricco Vittoria.
Tartaglia Enrico, 36 anni
Terenzoni Bruna, 16 anni
Terenzoni Emma, 21 anni
Terenzoni Flavio, 2 anni
Terenzoni Giuseppa, 13 anni
Terenzoni Italo, 51 anni
Terenzoni Leandrino, 7 anni
Terenzoni Ultimia, 3 anni
Togni Domenico, 36 anni
Tonelli Ersilia, 32 anni
Tonelli Luigi, 4 anni
Tulipani Lucia, 56 anni
Valtriani Enia, 19 anni
Vangeli Enrichetta, 68 anni
Vangeli Giuseppe, 57 anni
Vangeli Vittorina.
Vannucci Attilio, 40 anni
Venezia Angelo, 24 anni
Venturini Elsa, 42 anni

Elenco vittime civili 158

Albertini Armando
Albertini Clelia
Ambrosini Palmira
Antonucci Vittorio
Bacilli Agostino
Bacilli Dante
Bambini Bernardina
Barberi Casimiro
Bartalini Francesco
Barucci Elsa
Barucci Giuseppe
Battistini Francesco
Battistini Maria
Benassi Felice
Beretti Valerio
Bertelloni Sauro
Bertozzi Orfeo
Bigi Sirio
Bonatti Stella
Bonatti Stuarda
Bramanti Giuseppe
Bresciani Giovanni
Bresciani Giuseppe
Caprini Eraldo
Carlini Erminia
Carlini Genoveffa
Catelani Jago
Catelani Otello
Cecchini Carlo
Cecchini Dante
Cecchini Eugenia
Cecchini Eugenio
Cecchini Gino
Cecchini Giulia
Cecchini Maria
Cecchini Pietrino
Cecchini Rita
Cecchini Ultimia
Cella Euro
Chinca Angiola
Chinca Maria
Chinca Oliva
Chinca Settimia
Cinquini Leone
Conti Policarpo
Cresci Fedora
Da Prato Adamo
De Salvia Alberto
Della Menna Enrico
Della Santa Alessandro
Dolcini Maria
Dolcini Mario
Esposito Vittorio
Favalli Minerva
Federici Nello
Figlie’ Primo
Filippi Aristide
Filippi Dina
Filippi Eugenio
Filippi Nikita Valmo
Gabbrielli Francesca
Galeotti Luigi
Gamba Ernani
Gargano Maria
Gerini Beppina
Gerini Dina
Giacomini Anna
Gianoglio Anna
Gianoglio Rina
Giorgi Elsa
Giorgi Giuseppina
Giorgi Lina
Giovannini Giuseppe
Guelfi Franco
Guelfi Maria
Guelfi Pietro
Guidi Carlo
Imparato Venturino
Innocenti Cesare
Lamberti Ruggero
Lazzeri Giulio
Leonardi Oscar Aldo
Lori Maria.
Lucarini Guglielmo
Macchiarini Giuseppe
Malfatti Vincenzo
Maracci Andreina
Maracci Pier Luigi
Marchetti Alessandro
Morelli Fabio.
Morelli Pier Giorgio.
Musetti Maria
Nardi Irene
Nardi Maria Angelina
Novelli Mafalda
Oligeri Alfonsina
Oligeri Luigi
Oligeri Maria
Oligeri Rita
Oligeri Romano
Orfanotti Dario
Orfanotti Iride
Orfanotti Pietro
Orlandi Ida
Orlandi Lino
Orlandi Vienna
Palmerini Athos
Paolicchi Alfonso
Paradisi Mauro
Pardini Bruno
Parenti Alvaro
Pasquali Elena
Pasquini Maria
Pasquini Rosa
Pellegrini Battista
Pezzini Francesco
Pezzini Luzio
Piccioli Lea
Pigoni Emilia
Pigoni Maria
Precetti Carla.
Precetti Giuseppina.
Precetti Roberta.
Pucci Assunta
Ricci Anna
Rossini Emilia
Sciaretta Gennaro
Sconosciuto.
Sconosciuto.
Sconosciuto.
Sconosciuto.
Serralunga Giovanni
Signori Trento
Simonelli Giovanna
Simonelli Maria
Tanca Alberto.
Tanca Dino.
Tanca Sergio.
Taricco Vittoria.
Tartaglia Enrico
Terenzoni Bruna
Terenzoni Emma
Terenzoni Flavio
Terenzoni Giuseppa
Terenzoni Italo
Terenzoni Leandrino
Terenzoni Ultimia
Togni Domenico
Tonelli Ersilia
Tonelli Luigi
Tulipani Lucia
Valtriani Enia
Vangeli Enrichetta
Vangeli Giuseppe
Vangeli Vittorina.
Vannucci Attilio
Venezia Angelo
Venturini Elsa

Elenco vittime religiosi 1

Rabino don Michele

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Albert Fischer

    Nome Albert

    Cognome Fischer

    Ruolo nella strage Autore

    Stato individuato sulla base di indagine o di procedimento italiano

    Note responsabile tenente del 16. Battaglione genieri, 16. “Reichsführer SS”.

    Nome del reparto nazista Waffen-SS

    Nome del reparto XVI. SS-Pionier-Bataillon/16. SS-Panzer-Grenadier-Division “Reichsführer-SS“

  • Helmut Looss

    Nome Helmut

    Cognome Looss

    Ruolo nella strage Autore

    Stato individuato sulla base di indagine o di procedimento italiano

    Note responsabile colonnello responsabile dell’Ufficio informazioni (Ic) divisionale. Nato nel 1910. Entrato nell’SD. Esperienze all’Est come ufficiale degli Einsatzgruppen.

    Nome del reparto nazista Waffen-SS

    Nome del reparto 16. SS-Panzer-Grenadier-Division “Reichsführer-SS“

  • Max Paustian

    Nome Max

    Cognome Paustian

    Ruolo nella strage Autore

    Stato individuato sulla base di indagine o di procedimento italiano

    Note responsabile capitano, comandante della scuola allievi ufficiale della 16. “Reichsführer SS”. Nato nel 1915. Esperienze di guerra all’est tra le fila della “Das Reich” e della “Totenkopf”.

    Nome del reparto nazista Waffen-SS

    Nome del reparto Lehr-Bataillon/16. SS-Panzer-Grenadier-Division “Reichsführer-SS“

  • Max Saalfrank

    Nome Max

    Cognome Saalfrank

    Ruolo nella strage Autore

    Stato individuato sulla base di indagine o di procedimento italiano

    Note responsabile tenente, comandante 5. Compagnia del 16. Battaglione esplorante.

    Nome del reparto nazista Waffen-SS

    Nome del reparto SS-Panzer-Aufklärungs-Abteilung 16/16. SS-Panzer-Grenadier-Division “Reichsführer SS“

  • Otto Saur

    Nome Otto

    Cognome Saur

    Ruolo nella strage Autore

    Stato individuato sulla base di indagine o di procedimento italiano

    Note responsabile tenente, Battaglione di addestramento, 16. “Reichsführer SS”. Braccio destro del capitano Max Paustian.

    Nome del reparto nazista Waffen-SS

    Nome del reparto Lehr-Bataillon/16. SS-Panzer-Grenadier-Division “Reichsführer-SS“

  • Rudolf Hatz

    Nome Rudolf

    Cognome Hatz

    Ruolo nella strage Autore

    Stato individuato sulla base di indagine o di procedimento italiano

    Note responsabile capitano. Nato nel 1918. Alla guida in questo caso della Feldgendarmerie. Già operativo nell’Einsatzkommando 2 del fronte baltico e tra i responsabili dei massacri di Riga in Lettonia.

    Nome del reparto nazista Waffen-SS

    Nome del reparto Feldgendarmerie, 16. SS-Panzer-Grenadier-Division “Reichsführer SS“

  • Walter Gerhard

    Nome Walter

    Cognome Gerhard

    Ruolo nella strage Autore

    Stato individuato sulla base di indagine o di procedimento italiano

    Note responsabile tenente, comandante della Feldgendarmerie, 16. “Reichsführer SS”.

    Nome del reparto nazista Waffen-SS

    Nome del reparto Feldgendarmerie, 16. SS-Panzer-Grenadier-Division “Reichsführer SS“

  • Walter Reder

    Nome Walter

    Cognome Reder

    Ruolo nella strage Autore

    Stato individuato sulla base di indagine o di procedimento italiano

    Note responsabile maggiore, comandante del 16. Battaglione esplorante, 16.“Reichsführer SS”. Austriaco nato nel 1915. Esperienza nel campo di concentramento di Dachau e sul fronte orientale.

    Nome del reparto nazista Waffen-SS

    Nome del reparto SS-Panzer-Aufklärungs-Abteilung 16/16. SS-Panzer-Grenadier-Division “Reichsführer SS“

  • Wilfried Segebrecht

    Nome Wilfried

    Cognome Segebrecht

    Ruolo nella strage Autore

    Stato individuato sulla base di indagine o di procedimento italiano

    Note responsabile tenente, comandante 1. Compagnia del 16. Battaglione esplorante.

    Nome del reparto nazista Waffen-SS

    Nome del reparto SS-Panzer-Aufklärungs-Abteilung 16/16. SS-Panzer-Grenadier-Division “Reichsführer SS“

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • commemorazione a

    Tipo di memoria: commemorazione

    Descrizione: Commemorazioni annuali per l’anniversario della strage.

  • luogo della memoria a Massa, Bergiola Maggiore

    Tipo di memoria: luogo della memoria

    Ubicazione: Massa, Bergiola Maggiore

    Descrizione: Parco della Resistenza del Monte Brugiana, Massa, località Bergiola Maggiore.

  • altro a Fivizzano, San Terenzo Monti

    Tipo di memoria: altro

    Ubicazione: Fivizzano, San Terenzo Monti

    Descrizione: Sacrario delle vittime di San Terenzo.

  • altro a Pietrasanta, cimitero

    Tipo di memoria: altro

    Ubicazione: Pietrasanta, cimitero

    Descrizione: Sacrario dei martiri di San Terenzo, Pietrasanta, cimitero.

  • monumento a Fivizzano, San Terenzo Monti

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Fivizzano, San Terenzo Monti

    Descrizione: Monumento alla strage di Valla a San Terenzo Monti.

  • monumento a Fivizzano, San Terenzo Monti

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Fivizzano, San Terenzo Monti

    Anno di realizzazione: 1996

    Descrizione: Monumento di Valla a San Terenzo Monti, 1996.

  • monumento a Fivizzano, Bardine

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Fivizzano, Bardine

    Anno di realizzazione: 1945

    Descrizione: Monumento del ponte di Bardine, 19/08/1945.

  • monumento a Massa, via Dorsale

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Massa, via Dorsale

    Anno di realizzazione: 1954

    Descrizione: Monumento alle vittime delle stragi di Apuania, Massa, via Dorsale, 1954.

  • monumento a Fivizzano, San Terenzo Monti

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Fivizzano, San Terenzo Monti

    Anno di realizzazione: 1945

    Descrizione: Colonna dei martiri di Valla, San Terenzo Monti, 19/08/1945.

Bibliografia


Almo Baracchini, La sepoltura delle vittime dell’eccidio di Bardine a San Terenzo. Comune di Fivizzano 21 agosto 1944, Ceccotti, Massa, 1996.
Giovanni Cipollini, Operazioni contro i ribelli. I crimini della XVI SS Panzer Grenadier Division nel settore Occidentale della Lina Gotica, estate 1944, Baroni, Viareggio, 1996.
Gianluca Fulvetti, Uccidere i civili. Le stragi naziste in Toscana (1943-1945), Carocci, Roma, 2009, pp. 214-218.
Lido Galletto, La lunga estate, SEA, Massa, 1995.
Claudio Manfroni, La iena, l’oste e la bambina. Memorie della strage di Valla, in Pietro Clemente e Fabio Dei, (a cura di), Poetiche e politiche del ricordo. Memoria pubblica delle stragi nazifasciste in Toscana, Roma, Carocci, 2005.
Edoardo don Mori, Guido don Ceci, (a cura di), Per non dimenticare, Conti, Fivizzano, 1994.
Paolo Pezzino, Crimini di guerra nel settore occidentale della Linea Gotica, in Gianluca Fulvetti, Francesca Pelini (a cura di), La politica del massacro. Per un atlante delle stragi naziste in Toscana, l’ancora del Mediterraneo, Napoli, 2006, pp. 17-27.
Giulivo Ricci, Storia della Brigata Garibaldina “U. Muccini”, ISR La Spezia, 178.

Sitografia


http://resistenzatoscana.it/monumenti/fivizzano/colonna_dei_martiri_di_valla/
http://resistenzatoscana.it/monumenti/massa/monumento_alle_vittime_delle_stragi_di_apuania/
http://resistenzatoscana.it/monumenti/fivizzano/monumento_del_ponte_di_bardine/
http://resistenzatoscana.it/monumenti/fivizzano/monumento_di_valla/
http://resistenzatoscana.it/monumenti/fivizzano/monumento_per_la_strage_di_valla/
http://resistenzatoscana.it/monumenti/massa/parco_della_resistenza_del_monte_brugiana/
http://resistenzatoscana.it/monumenti/pietrasanta/sacrario_dei_martiri_di_san_terenzo/
http://resistenzatoscana.it/monumenti/fivizzano/sacrario_delle_vittime_di_san_terenzo/

Fonti archivistiche

Fonti

BA-MA, RH 24-75/23, IC-TM 26.07.1944
BA-MA, RH 20-14/46, AOK 14, IA-TM, 19 agosto 1944.
CPI, 16/80; 16/88.
NA, PRO, WO 235/585, Max Simon’s Trial.