ZERI 03-04.08.1944

(Massa-Carrara - Toscana)

ZERI 03-04.08.1944

ZERI 03-04.08.1944
Descrizione

Località Zeri, Zeri, Massa-Carrara, Toscana

Data 3 agosto 1944 - 4 agosto 1944

Matrice strage Nazifascista

Numero vittime 19

Numero vittime uomini 19

Numero vittime uomini ragazzi 1

Numero vittime uomini adulti 13

Numero vittime uomini anziani 5

Descrizione: Il massiccio rastrellamento, pensato per debellare la sempre crescente attività partigiana nella zona di Zeri, cuore della resistenza spezzina, è condotto da quasi seimila uomini. Il contrattacco dei partigiani consente ad alcune formazioni di rompere l’accerchiamento. L’irrompere però di truppe nei vari centri del Comune di Zeri si traduce in una ondata di omicidi, violenze, furti e arresti. Alcuni civili, colti di sorpresa, sono immediatamente passati per le armi, tra cui don Angelo Quiligotti. Una cinquantina di persone viene arrestata, altri sfruttati per il rastrellamento e quindi eliminati. Molti anziani e invalidi vengono sterminati nelle loro abitazioni.
Al termine dell’operazione è il feldmaresciallo Kesselring in persona ad inviare al colonnello Almers un telegramma di congratulazioni.

Modalità di uccisione: cannoneggiamento volontario,fucilazione,incendio,uccisione con armi da fuoco

Violenze connesse: deportazione della popolazione,furto e-o saccheggio,incendio di abitazione,minamenti e esplosioni,sevizie-torture

Tipo di massacro: rastrellamento

Estremi e note penali: PMT La Spezia, 1990.

Note sulla memoria (per maggiori informazioni vedi la sezione apposita): Accuse tra gli stessi capi partigiani per quanto accaduto, ovvero per gli errori tattici commessi.

Scheda compilata da Marco Conti
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-03-27 23:39:34

Vittime

Elenco vittime

Borrotti Luigi, 32 anni, ucciso il 3 agosto.
Borrotti Natale, 44 anni, ucciso il 3 agosto.
Lazzarinetti Antonio, 65 anni, ucciso il 3 agosto.
Nadotti Domenico, 23 anni, ucciso il 3 agosto.
Olivastri Angelo, 69 anni, ucciso il 3 agosto.
Reggi Livio, 26 anni, ucciso il 3 agosto.
Bernardelli Pietro, 16 anni, ucciso il 4 agosto.
Bornia Eugenio, 68 anni, ucciso il 4 agosto.
Borrini Igino, 39 anni, ucciso il 4 agosto.
Borrini Luigi, 49 anni, ucciso il 4 agosto.
Borrotti Alfredo, 34 anni, ucciso il 4 agosto.
Faggiani Domenico, 47 anni, ucciso il 4 agosto.
Filippelli Quinto, 35 anni, ucciso il 4 agosto.
Fonsetti Giuseppe, 19 anni, ucciso il 4 agosto.
Gavellotti Giovanni, 76 anni, ucciso il 4 agosto.
Grigoletti don Eugenio, 70 anni, parroco di Adelano, ucciso il 4 agosto.
Monali Silvio, 42 anni, ucciso il 4 agosto.
Quiligotti don Angelo, 63 anni, professore di lettere presso il seminario di Pontremoli, ucciso il 4 agosto.
Reboli Alfonso, 34 anni, ucciso il 4 agosto.

Elenco vittime civili 17

Borrotti Luigi
Borrotti Natale
Lazzarinetti Antonio
Nadotti Domenico
Olivastri Angelo
Reggi Livio
Bernardelli Pietro
Bornia Eugenio
Borrini Igino
Borrini Luigi
Borrotti Alfredo
Faggiani Domenico
Filippelli Quinto
Fonsetti Giuseppe
Gavellotti Giovanni
Monali Silvio
Reboli Alfonso

Elenco vittime religiosi 2

Grigoletti don Eugenio
Quiligotti don Angelo

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Festungs Brigade 135

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Heer Wehrmacht

20. Luftwaffe-Feld-Division

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Luftwaffe

Regiment 20/20. Luftwaffe-Feld-Division

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Luftwaffe

Lehr-Bataillon Gebirgs-Jäger-Schule Mittenwald

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Heer Wehrmacht

4. Divisione Alpina “Monterosa”

Tipo di reparto: Esercito

X MAS

Tipo di reparto: Reparto speciale

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Kurt Almers

    Nome Kurt

    Cognome Almers

    Ruolo nella strage Autore

    Note responsabile colonnello, comandante della 135. Brigata da Fortezza della Luftwaffe.

    Nome del reparto nazista Wehrmacht

    Nome del reparto Festungs Brigade 135

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • monumento a Zeri, Coloretta

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Zeri, Coloretta

    Anno di realizzazione: 1979

    Descrizione: Monumento dei partigiani della IV Zona, a Coloretta, 08/04/1979.

  • lapide a Zeri, Municipio

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Zeri, Municipio

    Descrizione: Lapide sul Municipio di Zeri.

  • onorificenza alla città a

    Tipo di memoria: onorificenza alla città

    Descrizione: Comune di Zeri, Medaglia di bronzo al Valor militare.

Bibliografia


Aristide Angelini, La Resistenza a Pontremoli. Le Brigate Beretta nelle retrovie della Linea Gotica, Battei, Parma, 1985.
Gianluca Fulvetti, Uccidere i civili. Le stragi naziste in Toscana (1943-1945), Carocci, Roma, 2009, pp. 206-207.
Bruno Ghelfi, Stole insanguinate. Contributo del clero pontremolese per la lotta di liberazione, Artigianelli, Pontremoli, 1981.
Emidio Mosti, La Resistenza apuana, Longanesi, Milano 1973.
Giulivo Ricci (a cura di), Itinerari della Resistenza apuana, Istituto storico della Resistenza Apuana di Pontremoli, Aulla, 1999.

Sitografia


http://www.resistenzatoscana.it/monumenti/zeri/monumento_dei_partigiani_della_iv_zona/
http://www.resistenzatoscana.it/monumenti/zeri/lapidi_del_municipio/

Fonti archivistiche

Fonti

ASC Zeri, Cittadini di Zeri uccisi per rappresaglie belliche.
BA-MA, RH 20-14/116.
BA-MA, RH 2/667, IC-M, 6 agosto 1944.
BA-MA, RH 20-14/147, all. 272, 12 agosto 1944.
CPI, 16/107
SC Zeri, RAM 1944.