Morello, Sassoferrato, 14.07.1944

(Ancona - Marche)

Morello, Sassoferrato, 14.07.1944

Morello, Sassoferrato, 14.07.1944
Descrizione

Località Morello, Sassoferrato, Ancona, Marche

Data 14 luglio 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Guidarelli Secondo era sfollato con la famiglia al Morello. Fu ucciso fatalmente da un cecchino tedesco appostato sul campanile della chiesa, che fungeva da osservatorio, mentre, insieme alla moglie che teneva in braccio la figlia di 4 anni, Maria Grazia, andava per un campo appena mietuto, forse per spigolare.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: ritirata

Annotazioni: Responsabili: Ignoti militari tedeschi. Secondo il database di Carlo Gentile in quei giorni era presente sul territorio di Sassoferrato la 5° Gebirgs-Division (fonte: DD (WASt), OdB).

Scheda compilata da Chiara Donati
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-07-13 08:32:24

Vittime

Elenco vittime

Guidarelli Secondo, n. a Sassoferrato il 5/11/1897, paternità Lorenzo, bracciante sfollato, qualifica Caduto per rappresaglia, riconosciutagli il 21/05/1946 ad Ancona.

Elenco vittime civili 1

Guidarelli Secondo

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • Click here to learn more

    Tipo di memoria: cippo

    Ubicazione: Sassoferrato, Morello, luogo dell\'eccidio

    Anno di realizzazione: 1988

    Descrizione: Sul luogo dell’eccidio è stato posto nel 1988 dall’Anpi di Sassoferrato un cippo in ricordo dei due caduti: “Il 14/7/1944 qui per la libertà della Patria caddero i partigiani Gionchetti Renato Sassi Egidio”.

  • Click here to learn more

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Cerreto d\'Esi

    Descrizione: In ricordo di Giuseppe Chillemi il Comune di Cerreto d’Esi, già nei primi anni del dopoguerra, gli intitolò una via, a pochi metri dal luogo dello scontro.

  • lapide a Cerreto d’Esi

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Cerreto d’Esi

    Descrizione: Nel 70° anniversario della morte di Giuseppe Chillemi , l’Anpi ha voluto dedicargli una targa commemorativa posta al centro di un murale. Così dice: “Qui cadde il 4-7-1944 sotto il piombo della mitraglia nazifascista il partigiano Giuseppe Chillemi a dife

  • commemorazione a

    Tipo di memoria: commemorazione

    Descrizione: L’episodio di violenza che si verificò quel 14 luglio 1944 è rimasto vivo nella memoria della comunità di Sassoferrato e ricordato in varie occasioni nel corso del dopoguerra. Una delle più recenti risulta quella del 69° anniversario della Liberazione di

Bibliografia


Anpi, Il bollettino delle sezioni di Arcevia, Cerreto d’Esi, Fabriano, Sassoferrato, Serra San Quirico, tip. Garofoli, Sassoferrato, 12 novembre 2013.
Anpi Sassoferrato, Pietre della memoria della Resistenza sassoferratese, 2015.

Sitografia


www.storiamarche900.it/main?p=storia_territorio_sassoferrato

Fonti archivistiche

Fonti

Archivio Centrale dello Stato, Fondo Ricompart - Ufficio per il servizio riconoscimento qualifiche e per le ricompense ai partigiani, Marche, schedario e pratica n. 1934.
Archivio dell’Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell’Esercito, N 1/11, b. 2132.
Procura Militare Territoriale Spezia, registro generale n. 1055, CPI, f. 49/15.