Monsano, 19.07.1944

(Ancona - Marche)

Monsano, 19.07.1944

Monsano, 19.07.1944
Descrizione

Località Monsano, Monsano, Ancona, Marche

Data 19 luglio 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Fu catturato dai tedeschi nel corso della ritirata nei pressi del fiume Esino. Lo costrinsero a trascinare per qualche chilometro un pesante carro. A vederlo per l’ultima volta nella località Selva Torta di Monsano fu una contadina, la signora Rocchetti, alla quale chiese un po’ d’acqua, apparendo totalmente stremato. La donna gli versò da bere del vino con un po’ d’acqua, ma quando Attone era sul punto di avvicinare il bicchiere alle labbra disse: “Non mi va giù”. Ringraziò comunque la donna e poi, mentre era sul punto di dire qualcos’altro, incitato da un tedesco a continuare, vi rinunciò. Riprese il cammino, trascinando il carro.
Il giorno successivo il suo cadavere fu ritrovato in mezzo a un campo con due ferite d’arma da fuoco sul cuore e con il corpo martoriato.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: ritirata

Scheda compilata da Chiara Donati
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-07-12 16:52:41

Vittime

Elenco vittime

Colocci Vespucci Attone, nato a Roma il 02/02/1915, paternità Adriano, qualifica Caduto per rappresaglia, riconosciutagli il 15/04/1957, marchese.

Elenco vittime civili 1

Colocci Vespucci Attone

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • monumento a

    Tipo di memoria: monumento

    Descrizione: Sulla tomba della vittima è scritto: “Vilmente ucciso dalla barbarie nemica, ultimo di una famiglia millenaria e gloriosa”. Difatti una sua antenata fiorentina, la contessa Elena Vespucci, nel marzo 1841 aveva sfidato a duello e ucciso con un colpo di p

  • luogo della memoria a Jesi

    Tipo di memoria: luogo della memoria

    Ubicazione: Jesi

    Descrizione: A Jesi è presente la Fondazione Colocci Vespucci che, amministrata dalla locale Amministrazione Municipale, è proprietaria dell\'omonimo palazzo.

Bibliografia


Giuseppe Luconi, L'anno più lungo (25 luglio 1943 - 20 luglio 1944), arti grafiche jesine, Jesi 1975, p. 161-163.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

Archivio Centrale dello Stato, Fondo Ricompart - Ufficio per il servizio riconoscimento qualifiche e per le ricompense ai partigiani, Marche, schedario e pratica n. 7343, trasmessa al Distretto militare di Roma 10/02/1960.